Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Paracadutisti romeni 2^GM

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,850

    Exclamation Paracadutisti romeni 2^GM

    Romania_pre-1921.gif Romania_Paratrooper_badge.jpg
    La prima compagnia di paracadutisti in Romania è stata costituita nelle Forze Aeree Reale Romene il 10 giugno 1941, 12 giorni prima dell’ingresso della Romania nella seconda guerra mondiale. L’obiettivo era la creazione di una unità in grado di compiere operazioni militari come quelle tedesche in Belgio, nei Paesi Bassi e in Creta. Altre 2 compagnie sono state formate nel 1942, e nel 1943.Queste 3 compagnie, le prime 2 leggere e la terza di supporto, hanno costituito il Battaglione 4.Paracadutisti. Essa è stata aggiunta ai 3 battaglioni di palloni aerostatici, che erano composti di un totale di 7 compagnie. Per cio`, la numerazione dei battaglioni di paracadutisti iniziava con 8.215 soldati avevano ottenuto il brevetto di paracadutista entro ottobre 1943. Il desiderio di accelerare l’aumento della capacità di combattimento di questa arma ha portato alla creazione di un reggimento di paracadutisti, che avrebbe dovuto avere in forza 2877 uomini; tuttavia, il numero pianificato non e` stato raggiunto entro la fine della guerra, a causa del periodo di addestramento specifico molto lungo.Anche le forze terrestri hanno formato un battaglione aviotrasportato, con struttura identica a quella di un battaglione di alpini romeni. Le maggiori difficoltà erano legate alla capacità operativa di trasporto.Nel 1943 divenne disponibile la capacità di trasporto aereo necessaria per le operazioni specifiche, composta di aerei Junkers-52, 27 alianti DFS-230 di costruzione tedesca e un certo numero di vecchi aerei modificati, bombardieri obsoleti o aerei del trasporto aereo civile addattati ai nuovi compiti(Potez-65, IAR-39, ecc.) E’ stata pianificata l’assegnazione successiva di 54 aerei Ju-52.La dotazione dei paracadutisti comprendeva: pistole, pugnali speciali, fucili, mitra, mitragliatrici, mortai da 60 mm e 81,40 mm e cannoni anticarro, motociclette Zündapp.Il 23 agosto 1944 la Romania decise di uscire dalla guerra, accusando i tedeschi del mancato rispetto dei loro obblighi nella difesa del territorio romeno. Alle truppe tedesche fu garantito un ritiro pacifico dal paese. Ma Hitler ordino' il bombardamento di obiettivi militari e civili romeni e un’operazione lampo con truppe speciali, mirate ad occupare il paese. Il Battaglione 500 Paracadutisti Waffen SS della Divisione di Brandeburgo venne lanciato vicino a Bucarest, a Boteni e Tandarei, il 24 agosto. Il suo primo obiettivo era quello di prendere il controllo del 1.Corpo Aereo Romeno.I paracadutisti romeni, presenti negli aeroporti intorno alla capitale, insieme con forze di sicurezza degli aeroporti, attaccarono e neutralizzarono le truppe speciali tedesche.Le forze romene, tra le quali il Bat.4.Parasutisti, che attaccarono le posizioni rinforzate dei tedeschi, hanno ottenuto supporto da parte della USAAF. Purtroppo un errore di coordinamento ha fatto si che la meta` di una compagnia di paracadutisti romeni, in posizioni molto avanzate, fu distrutta dalle bombe americane.
    I combattimenti hanno continuato fino al 28 agosto, quando i circa 1900 tedeschi rimasti, ormai circondati, furono costretti ad arrendersi, compresi gli ultimi superstiti del Battaglione 500 Paracadutisti Waffen SS della Divisione di Brandeburgo.Al commandante del Bat.4.Parasutisti fu conferita la piu alta decorazione militare romena, l’Ordine “Mihai Viteazul con Spade” cl.lll., per bravura eccezionale.Il Battaglione 4.Parasutisti è stato ritirato nei primi del mese di settembre, con l’arrivo dell’esercito sovietico. L’arma dei paracadutisti è stata sciolta secondo le disposizioni del comando sovietico, nel febbraio del 1945.



    Uniforme da combattimento dei paracadutisti romeni (1941):
    Romanian paratroopers during the spring of 1944.jpg

    – tuta colore kaki chiaro, con chiusura-lampo davanti, che aveva 6 tasche sempre con chiusura-lampo: 2 sul petto, 2 in basso, 2 laterali con fermagli verticali, piu una tasca in basso sulla gamba destra, chiusa a bottone, per il pugnale. Le estremita` delle maniche e dei pantaloni erano stretti con elastici.
    rom08.jpg

    – beretto nero o blu scuro con fregio composto da aquila con ali aperte e sciabola, coronata e crociata, il tutto circondato da una coronna di alloro, oppure, bustina grigia-blu da aviazione, con lo stesso fregio
    romIMG_0128.jpgRomanian_1315500595.jpgromania-al-doilea-razboi-mondial3.jpgroman07.jpg
    – elmetto da paracadutista, modello 1937 tedesco assegnato nel 1943.
    Romania M1975 Parachutists practice helmet rt.jpgRomania M1975 Parachutists practice helmet rear.jpgRomania M1975 Parachutists practice helmet in.jpgrom para646x404.jpg
    -Elmetto d'addestramento in cuoio marrone (ripreso nel 1975).

    – camicia bianca, oppure beige, fatta di seta da paracadute, e cravatta bianca

    – stivaletti di pelle marrone, con calze sopra i pantaloni e rimboccate sopra la parte superiore degli stivaletti, oppure con gambali di pelle.
    img_3788.jpg

    – cinta di pelle con fibbia nera ornata con una corona reale;

    – giberne quadrate in pelle, oppure, tasche per caricatori in tela per il mitra MP-40;

    – zainetto da combattimento in tela kaki, tenuto sul fianco,o appeso alla spalla;

    – borraccia romena o tedesca, attaccato alla cintura;

    – orologio da polso con 4 quadranti, Arbor Sport sau Rodana Sport

    – pistola Walther o Luger cal.9mm con relative fondine

    – mitra MP-40 cal.9mm oppure carabina ZB cal.7,92mm

    – pugnale speciale con lama a scomparsa di 185 mm

    – Il distintivo da paracadutista (metallo smaltato): monogramma reale sormontato da paracadute e affiancato da ali aperte, istituito nel 1941 e utilizzato fino a febbraio del 1945.I gradi, come da regolamento dell’aviazione, erano posizionati sulle maniche, sopra i polsini.


    PaoloM

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    dove non sarei mai finito se fosse dipeso solo da me
    Messaggi
    1,066
    Grazie a Paolo per questa digressione sui parà romeni della 2^GM. Una formazione d'élite, certamente sconosciuta ai più, di un paese pure a fianco dell'Asse, ma le cui vicende belliche e le cui militaria sono sempre rimaste in secondo piano. Mi piace immaginare se e cosa sia rimasto "di là" ... penso alle cose più appetibili per noi collezionisti come l'elmetto o le giberne di modello tedesco.
    MP

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di mangusta
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    s.clemente - rimini
    Messaggi
    1,481
    Citazione Originariamente Scritto da MarcoPennisi Visualizza Messaggio
    Grazie a Paolo per questa digressione sui parà romeni della 2^GM. Una formazione d'élite, certamente sconosciuta ai più, di un paese pure a fianco dell'Asse, ma le cui vicende belliche e le cui militaria sono sempre rimaste in secondo piano. Mi piace immaginare se e cosa sia rimasto "di là" ... penso alle cose più appetibili per noi collezionisti come l'elmetto o le giberne di modello tedesco.
    MP
    Concordo, ottimo argomento, quel caschetto in cuoio non è che sia bello da vedere ma a me intriga molto.
    andrea

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di storiaememoriagrigioverde
    Data Registrazione
    Nov 2019
    Messaggi
    597
    Accludo altre 2 foto di paracadutisti romeni in addestramento nel 1941.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    CHISSA' A QUALE DI QUESTI ALBERI CI IMPICCHERANNO?

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato