Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Sciabola da ufficiale di cavalleria mod. 1845 che ha incrociato più volte la storia i

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    84

    Sciabola da ufficiale di cavalleria mod. 1845 che ha incrociato più volte la storia i

    Sono venuto recentemente in possesso di un buon esemplare di mod. 45 da ufficiale di cavalleria ben conservata anche se purtroppo con l'acciaio macchiato con delle particolarità che andrò a mostrare:
    1.jpg
    l' insieme
    8.jpg
    la caratteristica apertura per l'aggancio della dragona del modello 45 posto in prossimità del pomolo. Particolare è anche la presenza di un aggancio che non ho mai visto prima, che potrebbe servire o per stabilizzare la dragona oppure per agganciare un anello di cuoio per migliorare il maneggio della sciabola.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    84
    Si tratta di una cosiddetta Erbklinge, cioè di una lama ereditaria. infatti su di un lato compare la prima incisione in ordine temporale,
    c.jpg
    mi scuso per il riflesso ma la scritta dice:
    1841 Carl Frh.v. Brinder Krieglstein 1912 e sotto Magenta Solferino

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    84
    Sull' altro lato
    a.jpg
    1876 Bruno Frh. v. Binder Krieglstein
    Pliska - Makaroka - Huszejezow - Strekica - Straninger - Alm - 1 -12 Isonzo Slacht - Grisolera - Gheterle

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    84
    Siamo quindi in presenza di una sciabola modello 1845 impiegata dal barone Carl a Magenta e Solferino nella seconda guerra di indipendenza italiana nel 1859, poi passata verosimilmente al figlio Bruno che combattè prima sul fronte orientale nel 1914 e poi sul fronte italiano inizialmente sull'isonzo poi sul Piave (grisolera è l'attuale Eraclea e poi sul Grappa.
    Ho trovato qualche brevissima notizia solo di Bruno, che lo Schematismus posiziona prima in un reparto di volontari stiriani (artiglieria) e poi in un reparto di artiglieria da montagna. non sono riuscito a trovare altro. Chissà che il buon Gherard non abbia qualche informazione in pù!

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    604
    Molto interessante, grazie della condivisione.

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    1,224
    Bellissima sciabola con molto storia!!!!!! Un po`di pazienza --penso che troviamo certamente qualchecosa---la famiglia Binder-Krieglstein era/è ancora una nobile famiglia abbastanza nota. La c.d. spina chiamato "Portepeedorn" bensi non secondo il regolamento ma dall`altra parte non molto particolare.

    Serve addizionalmente per attacare meglio la nappina d`oro.
    L`aperatura su della M1845 non era molto pratica quindi troviamo lo spacco nuovo miglorato per la dragona alla sciabola seguente M1850 retroposizionato.
    Guarda questo: spina Portepeedorn alla sciabola p. ufficiali marina M1850--mentre gli impiegati --anchè con la M1850 marina---non avevano una Portepeedorn---perchè prima gli impiegati della marina non erano autorizzati di usare una dragona....adesso tutto chiaro?
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  7. #7
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    5,342
    Bellissima arma. Attendo con pazienza il prosieguo della storia
    sven hassel
    duri a morire

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    1,224
    Allora......qualche informazioni ulteriori


    maggiore Bruno 1876-1951 vedi foto (schematismus 1914, 1927-37)


    il suo figlio Bruno Binder-Krieglstein30 06 1908 Gorizia-1990 Stiria giurista noto--
    tutti e due guardi Wiki https://de.wikipedia.org/wiki/Bruno_Binder-Krieglstein

    esiste anchè quel libro probabilmente molto interessante per te:
    "Jugenderinnerungen eines alt-österreichischen Salonlöwen
    Bruno Binder -Krieglstein; 1994 Verlag für Sammler ISBN 385 365 1283
    "Salonlöwe" significa salottiero austriaco tipico e classico

    e last but not least queste informazioni su Carl * 9.2. 1841 (Karl-- Academia Militare Theresianae sottotenente 1859) vuol dire che Carl participava come giovanissimo sottoten. di fanteria kk IR 31 alle battaglie di Magenta e Solferino. La lama certamente è originale partecipante alla battaglia Magenta/Solferino ---ma perchè una guardia e fodero cavalleria per un ufficiale fanteria?
    Pensabile che Bruno scambiava la lama originale di queste battaglie e usava una altra sciabola M1845 della famiglia.
    Ufficiali della artiglieria quasi sempre usavano sciabole modello cav.
    Oltre a ciò anche non fosse insolito quando ufficiali giovani 1914 usavano sciabole forma cav M1845/50 degli anziani subito prima entravano nella Grande Guerra---
    Nel ogni caso una sciabola antica storica fantastica per me!
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Messaggi
    84
    Ringrazio gli amici del forum per i commenti, ed in modo particolare Gherard per le puntuali notizie storiche che sempre contribuiscono ad aumentare la nostra conoscenza. inoltre, mi mancava la precisazione sulla presenza del "dorn"! Grazie ancora!!!

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di Doppeladlerkorb
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Località
    Bassa Austria
    Messaggi
    1,224
    Citazione Originariamente Scritto da brixen Visualizza Messaggio
    Ringrazio gli amici del forum per i commenti, ed in modo particolare Gherard per le puntuali notizie storiche che sempre contribuiscono ad aumentare la nostra conoscenza. inoltre, mi mancava la precisazione sulla presenza del "dorn"! Grazie ancora!!!
    Per niente caro amico!! Il dorn/spina permette una fissazione meglio della dragona e anzitutto
    impedisce che la dragona scivola su e giu`----vantaggi i quali siano importante per un cavelleggero arrocato sul cavallo---come penso io....

    Una altra variante della impugnatura (passante da cuoio al spado/Pallasch M1827/37 p. kk ufficiali cavalleria pesante
    ) aiutava di stabilizzare particolare una lama stretta per fare meglio una pugnata esatta (da trovare spesso alle lame tedesche pre GM1 e prima ma talvolta anche alle lame austriache 18.sec. naturalmente--come altro-- non alle regole a questo kk Pallasch.....)



    Trovato anchè un po`sulla storia del kk Linien-Infanterieregiment Baron Culoz Nr.31 Feldzug --ruolo del IR 31 durante 1859 Magenta (net---e-book, books)

    https://books.google.at/books?id=h_J....%2031&f=false

    geschichte kk infanterieregiment Culoz Nr. 31
    https://books.google.at/books?id=h_J....%2031&f=false
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Scio me nihil scire"----"Sine ira et studio"

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato