Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Simpatico souvenir da trincea

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Simpatico souvenir da trincea

    Un mio caro amico mi ha regalato alcuni oggetti appartenuti al nonno un ragazzo de 99.
    Mentre mi mostrava le due medaglie che poi mi ha dato, l'ordine di Vittorio Veneto e la commemorativa in oro dei 50 anni mi è caduto l'occhio su uno strano coltellino che ha suscitato la mia curiosità*.
    Quando ho spiegato cosa pensavo che fosse al mio amico me lo ha regalato subito, anzi non lo ha neanche voluto toccare.
    Io credo che sia il classico coltello in uso per pugnalare le sentinelle e di cui ho visto alcuni esemplari sulle riviste. E'stato ricavato da un robusto coltello da caccia con l'asportazione di buona parte della lama e la molatura fino a renderlo a sezione romboidale. Non ha marchi e non presenta quasi affilatura, la lama misura 11 cm ed il manico 9. Il fodero è stato fatto su misura per la nuova lama piegando un lamierino di ferro e sagomandolo ad arte e presenta ancora tracce di un rivestimento in pelle, che raffinatezza! La guardia è in ottone e credo abbia solo una funzione decorativa. Attaccato con uno spago c'era un' etichetta su cui era scritto con una calligrafia tremolante: Ricordo del caro amico e collega di "lavoro" Bxxxxxxxx Salvatore 1917/1918.
    Avete capito i vecchietti che lavoretti facevano, ricamo ad uncinetto sulle sentinelle austriache.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658
    Molto interessante,ma una foto non farebbe male,dai[]

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Citazione Originariamente Scritto da MULON

    Molto interessante,ma una foto non farebbe male,dai[]
    ci sto provando ma la carogna sta vincendo e da allega file non vogliono partire anche se sono jmp Boh!!!
    Ha vinto lui, riproverò più tardi
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea58

    Un mio caro amico mi ha regalato alcuni oggetti appartenuti al nonno un ragazzo de 99.
    Mentre mi mostrava le due medaglie che poi mi ha dato, l'ordine di Vittorio Veneto e la commemorativa in oro dei 50 anni mi è caduto l'occhio su uno strano coltellino che ha suscitato la mia curiosità*.
    Quando ho spiegato cosa pensavo che fosse al mio amico me lo ha regalato subito, anzi non lo ha neanche voluto toccare.
    Io credo che sia il classico coltello in uso per pugnalare le sentinelle e di cui ho visto alcuni esemplari sulle riviste. E'stato ricavato da un robusto coltello da caccia con l'asportazione di buona parte della lama e la molatura fino a renderlo a sezione romboidale. Non ha marchi e non presenta quasi affilatura, la lama misura 11 cm ed il manico 9. Il fodero è stato fatto su misura per la nuova lama piegando un lamierino di ferro e sagomandolo ad arte e presenta ancora tracce di un rivestimento in pelle, che raffinatezza! La guardia è in ottone e credo abbia solo una funzione decorativa. Attaccato con uno spago c'era un' etichetta su cui era scritto con una calligrafia tremolante: Ricordo del caro amico e collega di "lavoro" Bxxxxxxxx Salvatore 1917/1918.
    Avete capito i vecchietti che lavoretti facevano, ricamo ad uncinetto sulle sentinelle austriache.
    Immagine:

    108,41*KB

    Immagine:

    145,92*KB
    Adesso ci sono le foto o almeno spero
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    40
    Buongiorno
    Visto così sembrerebbe un coltello da caccia tedesco con il manico in corno di cervo e con la lama molto molata.
    Il suo uso avrebbe dovuto essere quello di pugnale da trincea.
    Salutoni

    Paolo
    non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspettavi

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    602
    Ho paura che quello i ricami li facesse su quelle italiane, c'è un articolo su Uniformi&Armi che parla proprio di codesta "moda" in vigore tra le truppe austrungariche, avere un coltello da caccia da usare per un'altro tipo di caccia.

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266
    Credo che possa anche essere una preda bellica ma sicuramente usato dai nostri, anni prima quando la persona in questione era ancora in vita alla domanda su cosa avesse fatto durante il periodo bellico la risposta era stata : "ero con quelli più cattivi ed abbiamo fatto cose che non voglio ricordarmi e di cui non voglio parlare, chiudiamola qui". Come potrai capire non ho insistito anche in considerazione dell'età* del soggetto e del fatto che io ero un ragazzo, normalmente per le due o tre volte che ho potuto parlargli era una persona cordiale. Quando anni dopo la sua morte ne sono entrato in possesso ed ho capito che era suo ho collegato le due cose.
    Posso anche sbagliarmi ma credo che tra le opposte trincee ci fosse un certo scambio di "cortesie"
    Ciao
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato