Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 63

Discussione: Sniper dell' Est

  1. #51
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,563
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea58 Visualizza Messaggio
    brutte notizie, per fortuna ho venduto il mio mesi fa.
    Sequestro generale degli Zastava M76 - Armi e tiro
    Ebbene sì avevo sentito la voce circolare... vedo che è ufficiale.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  2. #52
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    E pensare che a primavera avevo pensato di prenderne uno, a prezzo decisamente migliore.

    Solo il calibro mi aveva un po' frenato .... Meglio cosí !
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  3. #53
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,563
    A me, invece era la cosa che mi attirava! Ero frenato in quanto arma dell'est....
    Tante teste tante idee....
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  4. #54
    Utente registrato L'avatar di SchwarzesKreuz
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    TS
    Messaggi
    87
    Veramente bellissimi pezzi Oscar.
    Tergeste urbs fidelissima

  5. #55
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275
    Ecco il comunicato FISAT a proposito di questo pasticciaccio all' Italiana

    Il caso ZASTAVA M76
    RESTARE CALMI
    ERA DA UN PO’...

    che non ci sentivamo su queste pagine, vuoi perché ad oggi non era successo un granché (ad eccezione del mirabile risultato del Sen. Rossi (NCD) che ringraziamo, sull’affare caricatori da caccia), vuoi perché stiamo architettando qualche strategia per il 2015 che vedrete quando sarò concreta (e riguarda sempre i fucili simil-militari).


    Purtroppo dobbiamo dire la nostra su un caso relativo ai fucili ZASTAVA M76, copie civili del fucile RPK progettate per sparare in modo semiautomatico; purtroppo qualche idiota - perché non è possibile definirlo in altro modo - si è accorto che per un ERRORE PROGETTUALE (quindi da attribuire AL COSTRUTTORE) quando il selettore si trova nella posizione di metà corsa tra fuoco e sicura sembra sparare a raffica.


    L’imbecille non poteva informare l’importatore che avrebbe fatto il retrofit come si fa nelle automobili; troppo facile. Invece ha scritto al Banco, al Ministero e al Vaticano ed ha fatto partire un’indagine inutile e priva di senso, che come al solito si è evoluta in un sequestro collettivo di armi in mano a persone oneste, come se fossero

    farmaci scaduti o panettoni avvelenati.
    Sappiamo ormai da tempo di vivere in un paese tutto speciale, ma mi piace immaginare la faccia degli ingegneri della Zastava che si chiedono cosa sia preso allo psicotico che ha trovato un simile difetto e non ha saputo resistere a fare come i bambini che corrono dalla maestra.


    Cosa accade adesso

    La cosa è nota da tempo; il fucile - ricordiamo nato per sparare semiautomatico e non demilitarizzato - è stato addirittura catalogato quando c’era la Commissione - ennesima dimostrazione del fatto che la stessa era utile come un secondo deretano -; identica svista è accaduta al Banco di Prova che ha la grande attenuante di dover testare centinaia di armi al giorno e dovendo produrle non può certo testarle come l’idiota suddetto, perché ne farebbe si e no tre al giorno.

    Infine, entrambe possono invocare l’attenuante che il fatto è sfuggito anche agli ingegneri ZASTAVA, che evidentemente hanno - anche - sottovalutato l’italica imbecille ingegnosità.


    Cosa fare adesso
    1. Come da titolo stare calmi; non correte in questura dai CC con la Zastava in mano per chiedere lumi; sembra che NON TUTTI gli Zastava siano nella lista di sequestro e state tranquilli che se vi cercano vi trovano loro; tenete semmai pronto il fucile con il caricatore originale (da cinque colpi) che non siete obbligati a consegnare (il caricatore è un accessorio non utile a verificare il funzionamento).
    2.Evitare di spargere ancora di più il terrore divulgando sciocchezze o peggio proponendo stratosferiche minchiate (tipo fare causa alla Zastava, fare causa al magistrato, fare una class action a chi non si sa); non basta saper l’italiano per applicare la legge e improvvisando (meno male che usualmente chi parla molto non fa mai nulla) si peggiorano solo le cose. Ricordate che in questa faccenda ci sono tre indagati INNOCENTI; sono innocenti perché lo dice la Costituzione (che sono tali fio a condanna definitiva) ma SOPRATTUTTO perché è impensabile che abbiano importato VOLUTAMENTE un fucile difettoso per darlo agli appassionati italiani e non esiste il reato di importazione colposa di armi da guerra. Ciò che è successo quindi allo stato degli atti NON INTERESSA IL DIRITTO PENALE (che usualmente persegue delitti dolosi e colposi solo quando previsto dalla legge) ma quello AMMINISTRATIVO nel senso che in un paese normale il Ministero dell’Interno - d’accordo con gli importatori - avrebbe fatto richiamare le armi (prendendo i dati dalla Banca Dati) senza sequestri da prima pagina (che in prima pagina non ci vanno più, semmai vanno in ultima perché persino i giornalisti sanno ormai che finiscono in bolle di sapone). D’altronde anche un ignorante totale comprende che se la Fiat fabbrica una serie di auto più potenti del lecito mica indagano l’amministratore delegato per attentato alla sicurezza dei trasporti, semplicemente richiamano le auto insieme al Ministero dei Trasporti.
    Ciò che pare evidente nelle auto non lo è nelle armi.

    3. Il vero problema, ma un problema degli importatori, è che a oggi non si è stati capaci di fare una vera associazione che rappresenti il settore. Quelle che ci sono, con volumi finanziari ben maggiori dei quelli di FISAT o fanno finta di non sapere, o fanno gli interessi della bottega.
    Il risultato è che i tre importatori colpiti probabilmente andranno in battaglia separati, con tre avvocati e tre periti, ognuno dei quali rischia di dire cose diverse, ognuna delle quali può essere sfruttata ad arte dalla pubblica accusa in cerca di sensazionalismo.
    Come tutti sanno quando si va in battaglia separati si prendono regolarmente delle legnate.

    4. Fare causa agli importatori: è tecnicamente possibile ma non lo consigliamo. Primo perché abbiamo praticamente la certezza che fossero in PERFETTA BUONAFEDE, quindi sono vittime come tutti noi, poi perché fargli causa prima della fine del processo penale non ha alcun senso (cosa accadrebbe se viene tutto archiviato, intendo ... chi ha creato il danno?) e poi perché solo la prima udienza civile costa più del valore del fucile (avete mai fatto una causa civile anche al Giudice di Pace?).
    I proprietari delle armi sequestrate leggano i punti 5 e 6 successivi, che possono interessarli.

    5. Fisat sta seguendo la questione mentre lo Studio Legale Gentile sta tutelando uno dei tre importatori, ragione per cui avremo a presto notizie fresche (nei limiti della riservatezza del legale). Abbiamo grande speranza che ancora una vota si concluderà tutto in un bolla di sapone (ricordate l’affare dei NORINCO clandestini solo perché i cinesi non avevano messo un marchio?). Purtroppo al momento non è possibile far nulla in quanto la fase delle indagini preliminari è letteralmente dominata dalla pubblica accusa. Ci muoveremo non appena ne avremo la possibilità.
    6.Nel caso si venga raggiunti da un decreto di sequestro si consegni immediatamente l’arma; non è obbligatoria la consegna del caricatore (che nel decreto non richiesto). Se la polizia giudiziaria insiste bovinamente consegnare l’originale a 5 colpi.
    Se il caricatore lo avete già consegnato dovrete attendere il dissequestro perché non esiste che riaprano il reperto per il caricatore.

    I proprietari di armi possono contattare lo Studio Legale GENTILE o la FISAT per chiedere di essere inseriti nel registro dei proprietari ed essere informati gratuitamente delle eventuali novità (ovviamente con l’autorizzazione dell’importatore che ha delegato lo Studio).
    E’ anche ovvio che per essere inseriti tali dovranno trasmettere via email copia del decreto di sequestro dell’arma in modo che sia possibile distinguerli dagli usuali curiosi con troppo tempo libero.

    Concludendo, vogliamo esprimere la nostra concreta solidarietà a tutti i proprietari delle armi ed agli importatori.
    Passeremo anche sotto questa tempesta, l’importante è non fermarsi e far sì che la sventura di oggi possa costituire la base del progresso di domani.
    Molto è stato fatto in questi anni, moltissimo rimane ancora da fare e cercheremo di farlo.
    Il Presidente Simone CIUCCHI

  6. #56
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576
    Già, in effetti è curioso...
    Non mi pareva assaltassero i furgoni blindati con gli Zastava...
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  7. #57
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,563
    Grazie per l'integrazione Oscar!
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  8. #58
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Bei pezzi, bel lavoro, bella carrellata, bella disamina... bravo e grazie!

  9. #59
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112
    Una domanda per Oscar, così preparato sulle armi dell'est: che possibilità ci sono che il problema che ha portato al sequestro del Zastava sia presente anche sull'SVD Russo?
    Grazie

  10. #60
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275
    Per quel che mi consta no; il pacchetto di scatto è diverso

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato