Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 28

Discussione: SOFT CAP

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: SOFT CAP

    Ti ringrazio delle conferme e delle spiegazioni, Lucas!!!
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    910

    Re: SOFT CAP

    Mi sono accorto solamente adesso di queste meraviglie, e come di consueto non posso che complimentarmi con Lucas. Bellissimo il soft cap e pure la pinza tagliafili modello lungo. Presenta dei marchi? Io possiedo il modello piccolo ed è identica nella meccanica con il marchio Charles H. Puch di Birmingham.
    Posso inoltre chiederti riguardo i timbri del soft cosa significano la lettera P e il 234 rispettivamente sotto e sopra la arrow del War Department?
    Ho invidia della buffetteria completa che esponi sul manichino. Sai darmi una "dritta" di dove recuperarne un set per il mio manichino? Ancora grazie di tutto e stupiscici ancora.
    Nec recisa recedit

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,071

    Re: SOFT CAP

    La pinza ha i marchi e devo verificare cosa c'è scritto, appena la ho sottomano faccio le foto.
    Per quanto riguarda il marchio del berretto War --> Department io penso che il numero
    identifichi l'ispettore addetto all'accettzione ed al controllo, P la città* od il deposito.
    Timbro analogo è presente sulla giubba. (dovrebbe essere tipo i WaA per i tedeschi)
    Per quanto riguarda l'equipaggiamento....è scaduto un set di giberne con cinturone ieri sera su
    eBay.gb....se periodicamente cerchi vedrai che su eBay le trovi....Ma preparati a sborsare
    una bella cifra sono oggetti molto costosi. (Se vai al Militalia quando è presente lo puoi chiedere
    anche a Philippe Vernimmen, il ragazzo belga che ha il materiale alleto, lui spesso ne ha di questi
    equpaggiamenti).
    Ciao, Luca.
    MEMENTO AUDERE SEMPER

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    991

    Re: SOFT CAP

    Accidenti Lucas, complimenti
    Per molto tempo ho inseguito il sogno di realizzare lo stesso figurino ma, causa gli alti costi e la rarità* del materiale occorrente, pian piano ci ho rinunciato. Mi è rimasto solo un bell'elmo.
    La giacca vedo che ha le giuste pence e la buffetteria è davvero super.
    Ma dove sei riuscito a recuperare il tutto?

    Grazie per averla condivisa.
    dimonios

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,071

    Re: SOFT CAP

    La giacca la presi una quindicina di anni fa al Militalia, c'era un tizio francese che ne aveva tre,
    l'elmo lo acquistai al Milimarche, l'equipaggiamento....lo presi in Francia...alla fine degli anni ottanta
    Hollywood mise all'asta moltissimi costumi, equipaggiamenti, berretti...materiale da scena, una ditta francese
    acquistò a peso l'equipaggiamento....e in mezzo cosa c'era? Di tutto equpaggiamento tedesco della grande
    Guerra, dei Marines, questi set inglesi della grande guerra, pagato tutto due lire!
    La pinza tagliafili la ho pagata 5 euro ad un mercatino di antiquariato qui vicino casa.
    Ciao, Luca
    MEMENTO AUDERE SEMPER

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,071

    Re: SOFT CAP

    Questo è il marchio presente sulla pinza tagliafili.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    MEMENTO AUDERE SEMPER

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,071

    Re: SOFT CAP

    Riprendiamo il discorso delle giubbe inglesi.
    Quando si valuta l'acquisto di una giacca inglese della grande guerra
    bisogna prestare molta attenzione, perchè si possono prendere delle
    belle fregature.
    Dopo la grande guerra gli inglesi hanno continuato ad utilizzare questo
    modello di giacca ma costruttivamente erano diverse.
    Non è difficile che vi venga proposta una giacca postbellica come della
    grande guerra.
    Come si riconoscono? la prima cosa che salta subito all'occhio sono le
    piccole pence, sotto al colletto le giacche della prima ne devono avere 2.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    MEMENTO AUDERE SEMPER

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: SOFT CAP

    Veramente eccezionale, Lucas. Ho una domanda: già* nella WWI i bottoni delle giubbe riportavano ognuno il simbolo dell' Arma di appartenenza come nella WWII?
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: SOFT CAP

    Un manichino spettacolare, tutto il materiale è in condizioni eccezionali. Complimenti Lucas

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Umbria
    Messaggi
    1,071

    Re: SOFT CAP

    La seconda cosa è il taglio che nelle giubbe postbelliche è molto più
    preciso ed accurato, anche il panno è leggermente diverso più marrone,
    quello della prima era leggermente più olivastro.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    MEMENTO AUDERE SEMPER

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •