Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 62

Discussione: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

  1. #11
    Utente registrato L'avatar di Alexderome
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    FRANCIA
    Messaggi
    468

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Nel libro di Liliana Segre Sopravvissuta ad Auschwitz: fra le ultime testimoni della Shoah ( http://www.libreriadelsanto.it/libri/97 ... shoah.html )
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    http://hongrie2gm.creer-forums-gratuit.fr/
    Eravamo 3O d'una sorte, 31 con la morte. G. d'Annunzio

  2. #12
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Citazione Originariamente Scritto da Alexderome
    Nel libro di Liliana Segre Sopravvissuta ad Auschwitz: fra le ultime testimoni della Shoah ( http://www.libreriadelsanto.it/libri/97 ... shoah.html )
    ___
    Ma la Segre si riferisce a soldati italiani internati nei lager, con la sigla IMI, per non aver voluto aderire alla Rsi, non certo a fascisti armati.
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  3. #13
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Ho trovato una nuova testimonianza sulla presenza di fascisti di scorta a treni piombati, stavolta ancor più sorprendente, il testo che segue è preso dal libro di Fortuna/Uboldi SBRINDELLATO, SCALZO IN GROPPA A UN CIUCO, MA COL CASCO D' AFRICA ANCORA IN CAPO - Mondadori, 1976, pag. 339.

    ______________

    (...) Le guardie cosacche e fasciste, rimaste in paese si rifocillano in attesa del ritorno; soltanto un ragazzo della scorta col mitra a tracolla e pistole alla cintura, si è accodato ai prigionieri spinto dalla curiosità di vedere quello che succede dentro le mura del campo. (...) Anche il giovane fascista col mitra e le pistole guarda quel macabro apparato e non può reprimere una smorfia di disgusto. Non sa che l' accesso al campo è proibito a chiunque non faccia parte del corpo di custodia, così appena oltrepassa il portone i tedeschi gli tolgono urlando le armi e lo spingono in mezzo ai prigionieri. Il ragazzo grida, protesta, si tocca la divisa, le mostrine, ma le guardiegli lanciano contro i cani, lo percuotono sui fianchi col calcio del fucile, poi lo fanno denudare nel cortile come tutti gli altri, ai quali hanno già portato via le valigie. I prigionieri lo guardano torvi, qualcuno gli dice con un sorriso maligno: <<E così sei anche tu dei nostri: chi l' avrebbe immaginato?>>. Il milite piange, si torce le mani. Qualche giorno dopo, quando i <<vecchi>> di Mauthausen vengono a sapere della tragicomica vicenda, cominciano a perseguitarlo. Si passerà dall' isolamento alle ingiurie, alle gomitate durante gli appelli, alle percosse. Schivato da tutti, malato, sull' orlo della pazzia, verso la metà di marzo quel ragazzo morirà e il suo cadavere si dissolverà dentro il forno crematorio.

    ______________
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Essendo la RSI "al servizio" della Germania nazista non poteva essere diverso. Scorte, arresi, spiate eccetera facevano parte di un triste quadro. Più che mai in territori come il Litorale, formalmente annessi al III Reich e non più italiani...

    RR
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  5. #15
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    E' appunto questo mi interessava, cioè che in entrambi i casi stiamo trattando di territori de-facto sottratti alla sovranità di Salò come l' OZAK e le isole dell' Egeo, dove le unità militari non solo erano in tutto e per tutto dipendenti dai tedeschi, ma erano addirittura totalmente integrate nell' apparato poliziesco -repressivo nazista- pur mantenendo formalmente uniformi e denominazioni italiane. Non mi risulta però che militari e polizia Rsi operassero scorte se non dai campi di raccolta in Italia, fino al confine (Brennero) anche per motivi di segretezza, anche se tutti gli esponenti di Salò - Mussolini compreso, che se ne lamentò col suo medico tedesco Dr. Zachariae - conoscessero l' esito ultimo della Shoah. Ancora nel '42 parlando con Ciano del destino degli ebrei polacchi, davanti all' ipotesi che i9 nazisti li stessero spostando ad est, il Duce rispose ironicamente al genero: "si, li fanno emigrare...ma all' altro mondo".
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Citazione Originariamente Scritto da Il Cav.
    Ho trovato una nuova testimonianza sulla presenza di fascisti di scorta a treni piombati, stavolta ancor più sorprendente, il testo che segue è preso dal libro di Fortuna/Uboldi SBRINDELLATO, SCALZO IN GROPPA A UN CIUCO, MA COL CASCO D' AFRICA ANCORA IN CAPO - Mondadori, 1976, pag. 339.

    ______________

    (...) Le guardie cosacche e fasciste, rimaste in paese si rifocillano in attesa del ritorno; soltanto un ragazzo della scorta col mitra a tracolla e pistole alla cintura, si è accodato ai prigionieri spinto dalla curiosità di vedere quello che succede dentro le mura del campo. (...) Anche il giovane fascista col mitra e le pistole guarda quel macabro apparato e non può reprimere una smorfia di disgusto. Non sa che l' accesso al campo è proibito a chiunque non faccia parte del corpo di custodia, così appena oltrepassa il portone i tedeschi gli tolgono urlando le armi e lo spingono in mezzo ai prigionieri. Il ragazzo grida, protesta, si tocca la divisa, le mostrine, ma le guardiegli lanciano contro i cani, lo percuotono sui fianchi col calcio del fucile, poi lo fanno denudare nel cortile come tutti gli altri, ai quali hanno già portato via le valigie. I prigionieri lo guardano torvi, qualcuno gli dice con un sorriso maligno: <<E così sei anche tu dei nostri: chi l' avrebbe immaginato?>>. Il milite piange, si torce le mani. Qualche giorno dopo, quando i <<vecchi>> di Mauthausen vengono a sapere della tragicomica vicenda, cominciano a perseguitarlo. Si passerà dall' isolamento alle ingiurie, alle gomitate durante gli appelli, alle percosse. Schivato da tutti, malato, sull' orlo della pazzia, verso la metà di marzo quel ragazzo morirà e il suo cadavere si dissolverà dentro il forno crematorio.

    ______________
    Ma lo avete letto bene il testo? Sfortunatamente non si capisce che ruolo avrebbe avuto esattamente il milite. Si parla di cosacchi e fascisti... ma se ci fosse stato un reparto organico il milite non sarebbe potuto scomparire così nel nulla... qualcuno lo avrebbe cercato e soprattutto gli sarebbe stato ordinato di stare al posto suo, di non entrare nel campo, visto che era proibito. Invece si capisce che si tratta di una persona isolata (quindi niente reparto organico) che SUA SPONTE impietosita dal destino dei prigionieri e incuriosita va a "sficcanasare" dove non dovrebbe, e forse proprio per questo viene praticamente assassinata.
    Se il treno era partito dall'Italia possiamo pensare a un semplice milite della GNR ferroviaria, che si è trovato lì più per caso che per servizio vero e proprio. In questo caso poi saremmo di fronte - come pare effettivamente fu - all'assenza di un reparto organico. Avrà avuto al massimo un commilitone, come di solito avviene ancora oggi con le rare ronde della polizia ferroviaria, il quale da solo avrà potuto fare ben poco per ritrovarlo una volta constatane la scomparsa. Magari avranno pure pensato a una diserzione...
    Mi pare l'ennesima conferma, più che altro, dell'estrema criminalità dei nazisti anche nei confronti dei loro "alleati".
    Mi chiedo infatti come ancora oggi pure certe persone che si dicono ispirate dai principi e dai valori del ventennio e della RSI possano avere simpatie per i nazi visto che sono stati proprio loro a rovinare il regime, se vogliamo...

  7. #17
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Dopo 3 ore e dico 3 ORE ho ritrovato un link visto anni fa sul sito il postalista.it ,MOLTO interessante, ma per worldwar e una discussione cosi' importante e ricca di studi e spunti interessanti questo e altro.....

    http://www.ilpostalista.it/pm_49.htm
    kappa

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Sì ma se fosse un italiano inquadrato in una unità Luftwaffe, non stiamo propriamente parlando di un reparto RSI, come erano ad esempio i gruppi nebbiogeni (lì già da molto tempo ben prima dell' 8 settembre) a difesa delle basi del mare del nord compresa Peenemunde.
    Le SS italiane non erano unità RSI, ma tedesche, tanto per dire; e non mancavano altri volontari inquadrati nelle FFAA tedesche, così come i lavoratori e i lavoratori militarizzati.

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Credo che ci sia poco da perdersi tra fregi e uniformi. L'Europa di allora era padroni e schiavi e gli italiani facevano parte tutti della seconda categoria.

    RR
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di Armata Sarda
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,623

    Re: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

    Che gli italiani furono tutti schiavi non lo condivido assolutamente ammesso che io abbia ben inteso il senso del tuo post.
    Le imbecillità in Italia fanno sempre rumore. (Indro Montanelli)

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato