Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 62

Discussione: Soldati Rsi scortarono ebrei fino ad Auschwitz ???

  1. #51
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    Citazione Originariamente Scritto da Tookins Visualizza Messaggio
    ho letto questo articolo in modo attento. ho anche visitare questo link che è davvero pieno di contenuti. Penso che questo è davvero molto efficace se vogliamo usarlo. Ho progetto solari che è molto successo.
    Tookins che ne diresti di passare per la stanza delle PRESENTAZIONI ?
    Feel free to use english langage, if You need ...

    stecol
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  2. #52
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127
    Ricerca, è quello che ci vuole. La RSI, totalmente asservita alla Germania come dimostrano (per fare un esempio) i documenti bilingui, e spesso c'è prima il tedesco, non credo potesse in alcun modo, se non con la "resistenza" di pochi opporsi all'andamento generale. Il che NON è una scusa. In ogni modo, ripteo, solo la ricerca darà le giuste risposte. FAre ricerca non significa però trovare ciò che si desidera, ma la verità. Taccio invece su frasi assurde come questa, degne della peggior retorica di ritorno: Mussolini e il fascismo non erano assolutamente antisemiti.

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  3. #53
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275
    Citazione Originariamente Scritto da Rawa Ruska Visualizza Messaggio
    Ricerca, è quello che ci vuole. La RSI, totalmente asservita alla Germania come dimostrano (per fare un esempio) i documenti bilingui, e spesso c'è prima il tedesco, non credo potesse in alcun modo, se non con la "resistenza" di pochi opporsi all'andamento generale. Il che NON è una scusa. In ogni modo, ripteo, solo la ricerca darà le giuste risposte. FAre ricerca non significa però trovare ciò che si desidera, ma la verità. Taccio invece su frasi assurde come questa, degne della peggior retorica di ritorno: Mussolini e il fascismo non erano assolutamente antisemiti.

    Rawa Ruska
    Scusami, non voglio fare polemiche, ma anche nelle tue affermazioni vedo molta retorica stile vulgata resistenziale (che è un fatto molto lontano dalla ricerca storica, come affermò il buon De Felice), anche perchè se vogliamo dirla tutta sotto molti aspetti, come ad esempio la moneta d'occupazione (AM lire), il regno del sud era molto più asservito della RSI verso i suoi di "tutori".

  4. #54
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858
    Buoni!!!!
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  5. #55
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Citazione Originariamente Scritto da coloniale Visualizza Messaggio
    Buoni!!!!
    State buoni, se potete...
    "Chissà a quale di questi alberi ci impiccheranno..."

  6. #56
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127
    E' Natale... sono buonissimo! Mi becco la retorica resistenziale (della quale c'è nuovamente bisogno) e non contetsoo l'asservimento del sud, FFAA comprese. Nei racconti di mio padre aviatore c'erano infinite baruffe specie con gli aviatori inglesi. Raccontava di come facessero corna con la mollica del pane per poi gettarla sui tavoli degli alletai. Migliori ricordi per gli americani. Anche lui aveva dei cocumenti bilgi. Ma non scortava treni....

    RR
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  7. #57
    Utente registrato L'avatar di Lev
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Messaggi
    834
    Citazione Originariamente Scritto da Rawa Ruska Visualizza Messaggio
    Ricerca, è quello che ci vuole. La RSI, totalmente asservita alla Germania come dimostrano (per fare un esempio) i documenti bilingui, e spesso c'è prima il tedesco, non credo potesse in alcun modo, se non con la "resistenza" di pochi opporsi all'andamento generale. Il che NON è una scusa. In ogni modo, ripteo, solo la ricerca darà le giuste risposte. FAre ricerca non significa però trovare ciò che si desidera, ma la verità. Taccio invece su frasi assurde come questa, degne della peggior retorica di ritorno: Mussolini e il fascismo non erano assolutamente antisemiti.

    Rawa Ruska
    Ricerca e' quello che ci vuole....!! ma tu sei sicuro di aver fatto Ricerca? sei sicuro di sapere di cosa stiamo parlando?

    Una mattina della primavera del 44 alcuni uomini della Xmas e alcuni tedeschi,forse della polizei,si presentarono a casa dei miei nonni e arrestarono mio nonno e mia nonna,li spedirono in germania e di loro non si seppe piu' nulla.
    Mio nonno era per meta' ebreo,solo sua madre era ebrea,cioe' la mia bisnonna,ma non fu questo il solo motivo del loro arresto,essi avevano 2 figli nella resistenza e uno di questi era stato ucciso in combattimento il giorno prima.
    Solo mia mamma,9 anni nel 44,si salvo' perche' un nostro vicino di casa e amico,sotufficiale della brigata nera,aveva la sera prima avvertito i miei nonni che il giorno dopo sarebbero venuti a prenderli,e li aveva invitati a scappare,i miei nonni si rifiutarono probabilmente non valutando di essere in serio pericolo,ma per sicurezza affidarono al brigatista nero la loro bambina di 9 anni,mia madre,egli fece passare mia madre per una parente figlia di sfollati e la accudi assieme ai suoi figli sino alla fine della guerra.
    Il brigatista nero che aiuto' mia madre fu arrestato dai partigiani nell aprile del 45 e sottoposto a processo,molte persone si presentarono al processo testimoniando in suo favore,tra' queste persone c'era anche mia madre di 10 anni e suo fratello Giorgio ex partigiano e unico sopravvissuto della famiglia di mia madre,cosi' egli ebbe salva la vita,ma qualcuno non era dello stesso parere.

    Una notte del dicembre 45 3 individui si presentarono alla porta del brigatista nero bussando insistentemente con il calcio dei moschetti,per fortuna mio zio,loro vicino di casa, era sveglio e capito subito che aria tirava si vesti' in un lampo e afferro' le sue pistole,una per mano,eusci' a vedere cosa stava succedendo.
    Mio zio Gioorgio,brandendo minacciosamente le sue pistole si fece immediatamente riconoscere come ex partigiano appartenente alla brigata garibaldi facendo pure il nome del suo comandante.....i 3 individui rimasero sorpresi e non dettero delle spiegaioni esaurienti sul loro passato nella resistenza o di chi li avesse incaricati di arrestare il brigatista,al che' mio zio li invito' di sparire immediatamente e non farsi piu' vedere da quelle parti,essi se ne andarono e di loro non si seppe piu' nulla.
    Presumibilmente essi erano dei partigiani dell'ultima ora,dei semplici rapinatori assassini che volevano far fuori un fascista e rapinare la sua casa,a chi mai avrebbe importato di un fascista morto,uno piu' o uno meno!

    Mio zio Giorgio nel 45 e oggi

    post-20089-13440401831523.jpg



    Al centro della foto mio zio Luciano caduto nel marzo del 44 combattendo contro la Xmas e forse anche un reparto della mai Morti,ai lati 2 suoi amici anche'essi partigiani entrambi caduti in differenti occasioni,uno si uccise per non cader prigioniero,l'altro fu catturato e impiccato



    I mesi,gli anni succesivi al 25 aprile del 45 non furono facili e tantomeno sicuri,si poteva venire uccisi per sbaglio,per un antico rancore,per vendetta o per rapina,poco prima di smobilitare mio zio si porto' a casa 2 pistole,anche a seguito del consiglio del suo comandante e anche perche' aveva iniziato a vedere come sarebbero andate le cose dopo il 25 aprile.
    Subito dopo il 25 aprile rimanevano in circolazione una grande quantita' di armi,il vuoto di potere lasciato dalla RSI,la confusione,la totale mancanza di forze dell'ordine che consentissero una certa sicurezza,una gran quantita' di individui che giravano armati consigliavano di fare altrettanto.

    Queste sono le pistole che mio zio si porto' a casa e che servirono a salvare la vita al brigatista nero suo vicino di casa.
    La P38 fu catturata a un tedesco morto,l'altra e' una Enfield 38 paracadutata dagli alleati,entrambi le armi sono regolarmente dennunciate e in possesso di mio zio.


    Uno degli episodi che mio zio ricorda con molta chiarezza e amarezza avvenne a guerra finita : ero in centro citta' e le grida di alcune donne attirarono la mia attenzione,inveivano contro un giovane vestito da partigiano con il fazzoletto rosso al collo....lo accusavano di essere un fascista travestito da partigiano,si raccolse una piccola folla che si schiero' all'istante con le donne al che' il giovane penso' bene di cambiare aria e cerco' di scappare,ma le grida delle donne avevano fatto accorrere anche alcuni paritgiani facente parte della polizia incaricata dell'ordine pubblico,che visto il giovane correre e sentito le donne gridare "fermate quel fascista" non ci pensarono su 2 volte e sparano uccidento il giovane che stava correndo.
    Solo piu' tardi si scopri' che il povero giovane era realmente un partigiano e non un fascista,si moriva anche cosi' nell'italia del dopoguerra.

    Il caso del brigatista nero che avviso' i miei nonni e che salvo' mia madre dalla deportazione non fu un caso isolato,in seguito venni a sapere che molti appartenenti alla RSI avevano rischiato la vita per salvare quella di altri ebrei o avevano aiutato gli ebrei a scappare avvisandoli in tempo.

    Al contrario del nazismo,il fascismo non nasce antisemita,molti ebrei aderirono al fascismo prima del 1938,alcuni di essi ricoprirono anche gradi importanti.
    Mussolini aveva un medico o dentista che era ebreo,non credo che Hitler avrebbe mai permesso ad un medico ebreo di toccarlo tantomeno curarlo!
    Le leggi sulla razza del 1938 sono una vergogna,ma furono solo un regalo che Mussolini fu costretto a fare a Hitler,nonostante cio' a guerra inoltrata gli ebrei residenti nella Francia occupata dagli italiani,o in altri paesi sotto controllo italiano non furono mai consegnati ai tedeschi,nonostante che questi ne fecero insistente richiesta,solo dopo l'8 settembre i tedeschi ebbero mano libera con gli ebrei sotto controllo delle autorita' militari italiane.
    E' chiaro che Mussolini era al corrente di tutto cio' e che sarebbe bastato un suo ordine per far consegnare tutti gli ebrei ai tedeschi,ma non lo fece!

    Non si tratta di "peggior retorica di ritorno" o di "revisionismo",del resto il mio background dovrebbe averti chiarito che non sono certo la persona che mai spenderebbe una parola a favore del fascismo o nazismo......e' un dato di fatto incontrovertibile che l'80% degli ebrei italiani fu salvato dagli italiani,fascisti e non,e che il fascismo non fu fondamentalmente antisemita,lo divenne solo in seguito nei suoi ultimi anni di vita, e la sua trasformazione fu solo dovuta all'influenza che Hitler aveva avuto su Mussolini,e anche all'isolazionismo che la societa' delle nazioni aveva costretto l'italia dopo il 1936.

    Con cio' ribadisco:

    non si puo' escludere che un esiguo numero di italiani,militari e civili,sia stato coinvolto direttamente o indirettamente nell'Olocausto,il che' deve considerarsi fisiologicamente accettabile in un contesto di un conflitto mondiale cosi' vasto e tragico.




    Link rimosso. Da regolamento è vietato inserire collegamenti a siti che violano la legge sul copyright e il diritto d'autore


    post-20089-13215827740876.jpg

  8. #58
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275
    Lev, credo che tu abbia dato una lezione a tutti noi...

  9. #59
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127
    Troppo personale per replicare. Grazie per la storia.

    RR
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  10. #60
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111
    Poco da dire molto bella la storia di LeV anche se molto tragica e fa molto riflettere, una cosa la devo dire questa è la Storia con la S maiuscola.

    Davvero bella quella P38 me ne sono innamorato e se volezzi postarla nel settore armi ne sarei davvero contento.

    Semmai un giorno ne prendero' una la voglio proprio byf 44.
    kappa

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato