Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Soldatini Atlantic: Royal Fusiliers 1:32

  1. #1
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    349

    Soldatini Atlantic: Royal Fusiliers 1:32

    Vi presento questa volta i Royal Fusiliers dell'Atlantic, n. 93 della serie 90 in scala 1:32 sugli eserciti della seconda guerra mondiale, del 1975. Le pose dei soldatini sono in tutto 11: manca solo una mitragliatrice con trepiede, in dotazione ad uno dei soldatini stesi in terra. Si tratta, a mio avviso, di una delle migliori realizzazioni nell'ambito della serie 90, con una buona qualità degli stampi, una certa varietà di pose ed una discreta plausibilità a livello uniformologico, tenuto conto che non si tratta di soldatini da collezione ma di giocattoli. Lascio ora spazio alle foto ed alle osservazioni di altri "ex ragazzi" degli anni '70.

    atl1.jpg

    atl2.jpg

    atl3.jpg

    atl4.jpg

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    235
    Complimenti 32°fanteria per l'ennesima serie della Atlantic.
    Permettimi di correggerti una piccola imprecisione in quanto non ti manca una mitragliatrice su treppiede bensì il fucile mitragliatore Bren con il bipiede aperto.
    Sinceramente la serie Royal Fusiliers non mi ha esaltato (come del resto quella U.S. Marines e 2^ D.E.M.).
    Di sicuro ho molto più apprezzato D.A.K. e Indiane Brigade per gli innovativi copricapi sostituibili e le armi inseribili nonchè l'Armata Rossa, i Panzer Grenadierens e la Fanteria Giapponese Sendai.
    Comunque, nell'insieme hanno rappresentato una vivace fonte di giochi a cui neppure io mi sono sottratto (anche se, quando sono stati commercializzati, ero ormai alla fine dell'età di questi giochi) e tuttora conservo la serie ben felice di possederla.

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    349
    Grazie della precisazione: il fucile mitragliatore e' mancante da almeno tre decenni e il suo ricordo piuttosto vago. I soldatini DAK sono stati sicuramente i più validi della serie 90: peccato soltanto che siano stati gli ultimi e non vi sia stato più un seguito, che si preannunciava interessante per le nuove soluzioni sperimentate.
    L'Indian Brigade mi manca. Se hai modo, puoi postarla ? Con l'Armata Rossa invece il feeling non scatto': pose poco accattivanti e, a mio parere, figure troppo sottili e poco proporzionate.

  4. #4
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,407
    Amch'io non ho mai visto l'indian brigade.
    sven hassel
    duri a morire

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    235
    Bah ... buone proporzioni e discreta scultura dei soggetti. Le pose sono abbastanza accattivanti. La ditta di Treviglio, per l'Indiane Brigade (che forse è la penultima realizzazione degli eserciti della II GM appena prima il DAK) realizzò la possibilità di inserire nei soggetti le armi (che, se non vado errato, sono costituite da kriss e scimitarre) come avveniva in taluni swoppet, nei Nardoni e nei Garibaldini Co.Ma.
    Appena trovo il tempo vedrò di concludere la carrellata con l'Indiane Brigade, con l'U.S. Marines e con l'Armata Rossa.

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    349
    L'Indian Brigade è il numero 96 della serie 90, che si conclude con il DAK, n. 98. La penultima uscita degli eserciti della seconda guerra mondiale, n. 97, furono i francesi Soldats de la 2em D.B.. Si trattava, in realtà, di una riedizione della seconda uscita (n. 92, U.S. Marine Corps): stesse figure e pose, ma realizzate in diverso colore (mi pare in plastica blu, anzichè verde come i Marines). Ricordo che stavo per acquistarla, ma quando aprii la scatola per ammirare i nuovi soldatini la delusione fu grande e ripiegai su una delle uscite dedicate al vecchio West (Stampede).

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    235
    Citazione Originariamente Scritto da 32°Fanteria Visualizza Messaggio
    L'Indian Brigade è il numero 96 della serie 90, che si conclude con il DAK, n. 98. La penultima uscita degli eserciti della seconda guerra mondiale, n. 97, furono i francesi Soldats de la 2em D.B.. Si trattava, in realtà, di una riedizione della seconda uscita (n. 92, U.S. Marine Corps): stesse figure e pose, ma realizzate in diverso colore (mi pare in plastica blu,....
    Si, la 2^ D.E.M. è rappresentata dagli stessi soldatini U.S.Marines ma realizzati in plastica blue.
    Per me, questa serie non ha rilevanza e, in effetti, quando osservavo la pubblicità sulle pagine di Topolino che reclamizzavano la serie speciale con l'Arco di Trionfo, mi chiedevo il senso della cosa non riuscendo a capire la differenza dato che i soldatini blue li consideravo a tutti gli effetti statunitensi (si erano già verificati cambi sostanziali di plastica nelle stesse serie, talvolta solo sfumature tal altra proprio di tonalità: alpini verdi, grigi e bianchi; parà marrone e verdi; marinai blue e grigi; polizia e carabinieri marroni, neri e blue; etc.).
    Negli anni a venire ho pensato sia stato un vero peccato (intendo ovviamente per noi dato che, all'epoca, la ditta chissà quali problemi di bilancio poteva avere) che non abbiano messo a frutto la propria fantasia come nelle altre serie realizzando dei bei figurini con abbigliamento militare e armi miste statunitense/britannico corollate da qualche oggetto francese con cornice di abiti tradizionali tipici nordafricani.

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Erano giocattoli...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2013
    Messaggi
    235
    Citazione Originariamente Scritto da kleiner pal Visualizza Messaggio
    Erano giocattoli...
    E' vero, erano giocattoli !
    Esistevano produzioni che non si distinguevano i particolari del viso e le armi erano malamente sbozzate se non addirittura la scala aveva differenza tra i soggetti della stessa serie.
    Atlantic e Airfix, Dulcop e Marx, Co.Ma. e Canè, Starlux e Britain, Cherilea e Matchbox ci avevano abituato a standard su cui ora andiamo a cercare le differenze con l'originale.
    Ad esempio, in tema di Dulcop, ho sempre provato amarezza quando notavo che (come altre ditte) sudisti e nordisti avevano le stesse pose e differivano solo per la plastica di diverso colore (la Dulcop ne realizzò anche in un orriplescente verde chiaro).
    Per cui, come non trovare qualche cosa da dire nel rilevare che la nostrana Atlantic presentò una serie uguale alla precedente che distingueva solo per il colore della plastica ?

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di 32°Fanteria
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    349
    Concordo con Reghena. Visti poi il disegno sulla scatola (foto dal web) e l'ufficiale in primo piano, direi che la delusione ci stava tutta :-)

    image.jpg

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •