Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Soldbuch di un Obergefreiter che combattè in Africa ed Italia

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,014

    Soldbuch di un Obergefreiter che combattè in Africa ed Italia

    Ciao a tutti.

    Il soldbuch dell’ Obergefreiter Otto Hansen, nato il 24.03.1919, è nella mia collezione perché il soldato combattè a lungo in Africa ed in Italia.
    Soldbuch pieno di annotazioni, utilizzato per tutta la guerra, ancora nella prigionia da POW.

    IMGP7026rid.jpgIMGP7032rid.jpgIMGP7032rid2.jpgIMGP7035rid.jpg

    Il documento venne rilasciato l’ 11.12.1939 dall’ Infanterie-Ersatz-Bataillon 484.
    Dopo il periodo addestrativo nel reparto Ersatz, Hansen servì per un breve periodo allo Stab. (Comando) della 556. Infanterie-Division, per la sicurezza delle frontiere nell'Alto Reno nell'area di Bad Krotzingen – Lörrach.
    Poi venne trasferito all’ Infanterie-Regiment 80 della 34. Infanterie-Division per l’offensiva contro la Francia.

    IMGP7035rid3.jpgIMGP7038rid.jpgIMGP7040rid.jpg

    Subito dopo Hansen servì negli Infanterie-Regiment 256 e 258 della 112. Infanterie-Division.
    Successivamente Hansen, nel maggio 1941, venne inviato in Africa con la 9. Kompanie, Schützen-Regiment 155 della 90. leichte Afrika-Division e, dal luglio 1941 nello Stab. del I. Bataillon, Panzergrenadier-Regiment 155 con cui combattè in Tunisia e Libia.

    IMGP7041rid.jpgIMGP7043rid.jpgIMGP7047rid.jpg
    curioso che il soldato, nel suo servizio, ebbe assegnate ben sette carabine Mauser 98k, ovviamente una alla volta

    Dal 19 luglio al 19.08.1941 Hansen fu ricoverato presso il Kriegslazarett di Tripoli col codice 25: malattie della pelle.
    Il 19.08.1941 gli venne pagato il Wehrsold dal reparto col Feldpost 39851, il Kriegslazarett Tripolis (pag.20).
    A fine novembre 1941 Hansen venne gravemente ferito in Africa, ricoverato fino al 11.07.1942 presso il Leichtkrankenlazarett di Wula, e poi ottenne il Verwundetenabzeichen in Schwarz (VWA – distintivo per ferite inferte dal nemico, in nero) il 07.09.1942 dal Panzergrenadier-Ersatz-Regiment 50 di Kustrin ove trascorse il periodo di convalescenza.

    IMGP7051rid.jpgIMGP7053rid.jpgIMGP7056rid.jpg

    Il 06.10.1942, sempre dal Panzergrenadier-Ersatz-Regiment 50, ottenne 316 RM, disposti il 16.08.1942 quale “Afrikazulage” (indennità giornaliera di guerra per il servizio in Africa) dal reparto col Feldpost 17892, 5.-8. Kompanie, Panzergrenadier-Regiment 155 (pag. 19 del soldbuch).
    Nel maggio 1943 l’intera 90. leiche Afrika-Division venne distrutta in Tunisia, ma Hansen si salvò perché ancora convalescente in Germania fino al 20.07.1943.

    IMGP7057rid.jpgIMGP7060rid.jpgIMGP7065rid.jpg

    Hansen fu quindi trasferito al nuovo Panzergrenadier-Regiment 200 (prima allo Stab del III. Bataillon, poi alla 7. Kompanie), costituito in Italia nella nuova 90. Panzergrenadier-Division, e partecipò a tutta la successiva campagna d’Italia. Nel novembre 1943 combattè nella zona di Orsogna, sul fiume Sangro e nei pressi di Ortona, per poi andare in prima linea nel settore di Cassino. Nel dicembre 1943 - gennaio 1944 Hansen si trovò sulla Linea Gustav, nel settore tra la costa tirrenica e Castelforte (Provincia di Latina), sull'Ausente, sul Monte Natale presso Santa Maria Infante a nord di Minturno, nell'area di Capo D'Acqua e presso Formia. Nel febbraio 1944 combatté a Cassino, sul Monte Maiola e sul Monte Castellone.
    Il 14.05.1944 Hansen ebbe il Fuhrerpaket (pag.21), il pacco regalo per i soldati che tornarono in licenza a casa.

    IMGP7065rid3.jpg

    Con tutta la divisione, nel giugno 1944, Hansen passò sotto il comando del XIV. Panzerkorps della 10. Armee (Heresgruppe C) e combatté nella Valle del Liri, nella zona di Pignataro-Pontecorvo, ove prese parte alla terza battaglia di Cassino. Poi, in seguito allo sfondamento delle linea di Anzio, si ritirò verso nord passando per Frosinone e Rieti.
    Nel luglio 1944 Hansen si trovò nel Grossetano, combatté a est del Monte Amiata, a Volterra e Castelfiorentino. Raggiunse il Fiume Arno tra Castelfranco di Sotto e Fucecchio.

    IMGP7066rid.jpgIMGP7070rid.jpg

    Dal 4 al 13 luglio 1944 Hansen fu ricoverato per angina presso il H.V.Pl. (Hauptverbandplätze) di Montevettolini, Frazione di Monsummano Terme in provincia di Pistoia.
    Nell'agosto 1944 tutta la 90. PGD venne trasferita in Piemonte sulle Alpi Occidentali (Westalpen) per timore di uno sbarco nella zona di Genova.
    Il 18 e 19 settembre 1944 sul soldbuch venne apposto un timbro dall’ufficio tedesco di controllo personale viaggiante, alla Stazione Ferroviaria di Alessandria (pag.19).

    IMGP7060rid4.jpg

    Ma nel settembre Hansen andò nella zona di Rimini, settore della Operationszone Adriatisches Küstenland - (OZAK: Zona di operazioni del litorale adriatico - Heresgruppe C) a causa dello sfondamento della Linea Gotica da parte dell' 8th (British) Army e, nel novembre 1944, nella zona di Bologna agli ordini del LXXVI. Panzerkorps della 10. Armee (HG C), ove si meritò la Eiserne Kreuz 2. Klasse (Croce di Ferro di 2. Classe) per il coraggio dimostrato di fronte al nemico.

    IMGP7066rid4.jpg

    Nell'aprile 1945, allo sfondamento della linea Gotica, la 90. PGD cercò di resistere sul Fiume Po, e poi si ritirò verso il Lago di Garda. Il 02.05.1945 Hansen, con tutta la 90. PGD, si arrese alle truppe americane nei dintorni di Modena, a sud del Lago di Garda.

    90PGD-1.jpg90th_leichte_Afrika_Division_Logo_2.svg.png
    simbolo della 90. PGD e della 90. leichte Afrika-Division

    Awards:
    il 07.09.1942 VWA in Schwarz,
    il 07.09.1942 Italien – Deutschland Erinnerungs Medaille,
    il 23.12.1944 la EK.II dalla 90. PGD.
    Hansen sopravvisse alla guerra, alcune vaccinazioni sono del periodo di POW.

    IMGP7048rid2.jpg

    Alla pag. 10 la prescrizione per gli occhiali il 31.12.1945 da parte dei medici militari inglesi.

    Saluti, Giovanni

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    dove non sarei mai finito se fosse dipeso solo da me
    Messaggi
    906
    Un Soldbuch bello "carico" di veterano dei fronti del teatro mediterraneo.
    Precisazione: Rimini non era compresa nella giurisidizione dell' Operationszone Adriatische Küstenland, a meno che non s'intendano i reparti dell'esercito nel Riminese e quelli nella predetta zona operativa come facenti parte capo allo stesso comando d'armata o di gruppo d'arte.

  3. #3
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,930
    Altra piccolo appunto geografico relativo al luogo della resa della 90; intendi la città di Modena o altra località?
    Per quanto riguarda il contenuto un soldbuch veramente ricco di un veterano che ha avuto anche fortuna per essere sfuggito alla prigionia in Africa e per avere portato la pelle intatta fino alla fine della guerra. Veramente molto strano il fatto che abbia avuto ben 7 fucili diversi in dotazione; leggi anche di altre armi personali avute durante il pservizio militare?
    sven hassel
    duri a morire

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,014
    Citazione Originariamente Scritto da sven hassel Visualizza Messaggio
    Altra piccolo appunto geografico relativo al luogo della resa della 90; intendi la città di Modena o altra località?
    Per quanto riguarda il contenuto un soldbuch veramente ricco di un veterano che ha avuto anche fortuna per essere sfuggito alla prigionia in Africa e per avere portato la pelle intatta fino alla fine della guerra. Veramente molto strano il fatto che abbia avuto ben 7 fucili diversi in dotazione; leggi anche di altre armi personali avute durante il pservizio militare?
    Ciao Sven.
    Riguardo alla località della resa della 90. Panzergrenadier-Division mi sono basato su quanto riporta il seguente sito web ""02/05/1945: Si arrese alle truppe americane nei dintorni di MODENA, a sud del LAGO DI GARDA (südlich des Gardasees)."":
    90. Panzergrenadier-Division
    per altro confermato dal Lexicon der Wehrmacht ""Die Division kam südlich des Gardasees in amerikanische Gefangenschaft."":
    Lexikon der Wehrmacht
    Sui fucili Mauser 98k sembra che addirittura il soldato ne abbia avuto in dotazione ben 9 (6 annotati nella pag. 8a e 3 nella 8c).
    Le pistole invece furono 4 (3 in pag. 8a e 1 nella 8c). Tra esse l'unica di cui risulta il modello è la Luger D.W.M. Pistole Mod.1908 ( P08 ).
    Sul soldbuch non ci sono annotazioni che riportino chiaramente ad armi di proprietà personale.

  5. #5
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,930
    Per essere a sud è a sud ma siamo tra i 135 e 145 km di distanza dal Lago.
    sven hassel
    duri a morire

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,014
    Citazione Originariamente Scritto da sven hassel Visualizza Messaggio
    Per essere a sud è a sud ma siamo tra i 135 e 145 km di distanza dal Lago.
    Beh, Axis History la da per distrutta vicino a Bologna...
    https://www.axishistory.com/books/15...adier-division

  7. #7
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Pieve di Cento (BO ) Emilia Romagna
    Messaggi
    4,930
    https://www.google.com/url?sa=t&rct=...FbmEpU3Mokbzfv

    Anche qui ma vi è un altro sito dove dice che gli uomini sopravvissuti si sono arresi ai Brasiliani nella sacca di Fornovo di Taro.
    sven hassel
    duri a morire

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato