Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 30 di 30

Discussione: Solferino e Custoza

  1. #21
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Solferino e Custoza

    E noi aspettiamo! ^^

    Quando c'è da imparare siamo sempre in prima linea e sicuramente in queste occasioni l'interesse è molto maggiore di quello che avevamo ai tempi della scuola!

    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  2. #22
    Moderatore L'avatar di squalone1976
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    GENOVA
    Messaggi
    5,796

    Re: Solferino e Custoza

    Voglio fare una bella cosa e farvi innamorare di questo argomento, quanto già ne sono io!!!!!!!
    Virgo fidelis Usi ubbidir tacendo e tacendo morir

    Non nobis domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: Solferino e Custoza

    E' un argomento affascinante e trascurato, o meglio rovinato da tanta inutile e gretta retorica. Anch'io (che ufficialmente seguo la grande guerra) non trascuro mai il periodo risorgimentale, importante per la costruzione di nuovi confini che provocheranno nuove guerre eccetera.

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Trento
    Messaggi
    53

    Re: Solferino e Custoza

    Citazione Originariamente Scritto da squalone1976
    I soldati che hanno combattuto a Custoza nel 1866 sono degli eroi poche migliaia di uomini hanno tenuto testa per l'intera giornata a l'intero esercito austriaco.............ed anche il Principe Umberto (futuro Umberto I) combattè valorosamente respingendo con il suo quadrato più cariche di cavalleria austriaca (i temibilissimi Ulani)..........tenete conto che il grosso del nostro Esercito non entrò mai in combattimento e un'altra buona parte di truppe erano ancora parecchio indietro con Cialdini, inoltre la cavalleria di Bixio non fu praticamente usata nè per esplorazione pre marcia nè durante i combattimenti ed essendo nella zona di Villafranca potevamo prendere gli Austriaci alle spalle e potrei continuare all'infinito ma non voglio annoiarvi, se vi farà piacere aprirò un topic apposito.............ditemi via pm o qui se lo desiderate............
    salve, è interessante senz'altro, sull'argomento 1866 c'è un ottimo lavoro del professor Riccardo Gasperi, due volumi dal titolo " per Trento e Trieste l'amara prova del 1866" edito da Arti Grafiche Saturnia-Trento, 1968 ( quasi introvabile)
    li ho letti un paio di volte, ma è difficile tenere a mente nomi date e fatti...
    Autie of Monroe
    Aquensem Legionem Time

  5. #25
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Solferino e Custoza

    Citazione Originariamente Scritto da Rawa Ruska
    E' un argomento affascinante e trascurato, o meglio rovinato da tanta inutile e gretta retorica. Anch'io (che ufficialmente seguo la grande guerra) non trascuro mai il periodo risorgimentale, importante per la costruzione di nuovi confini che provocheranno nuove guerre eccetera.

    Rawa Ruska
    Sottoscrivo in pieno, soprattutto per quanto riguarda l'inutile retorica. E aggiungo che se c'è un aspetto che andrebbe considerato di questo periodo, è proprio quello della militaria, questa sconosciuta. Tanto che di interi eserciti degli Stati Preunitari si è persa quasi completamente ogni nozione di come fossero le uniformi e gli equipaggiamenti, neanche parlassimo di antiche remotissime civiltà, vedi per esempio il Granducato di Toscana. Ma anche per gli altri il materiale di studio è molto scarso.

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: Solferino e Custoza

    Un lavoro molto importante per la conoscenza di molte problematiche del periodo é

    Alberto Costantini, I soldati dell'Imperatore i lombardo veneti dell'Esercito Austriaco 1814-1866. Lo si trova ancora su su Tuttostoria.

    Un punto di vista poco noto e tutto da approfondire, una storia che in qualche modo confluisce in quella degli italiani d'Austria coinvolti nel primo conflitto mondiale.

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  7. #27
    Utente registrato L'avatar di Festungsartillerie
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Veneto - Verona
    Messaggi
    990

    Re: Solferino e Custoza

    "I soldati dell'Imperatore" è un testo di straordinario valore, che mi sono procurato appena uscito, e che non posso che consigliare a chiunque sia minimamente interessato alla storia militare risorgimentale. E' un'opera dall'approccio più unico che raro, per il periodo che affronta: ci porta dal punto di vista del singolo militare, ci spiega efficacemente come avvenivano le pratiche di arruolamento e la vita quotidiana successiva, lasciando in secondo piano la storia delle guerre raccontata nel modo più classico (e noioso), con i soliti ordini di battaglia, movimento di reggimenti ecc. Bellissima la parte degli estratti dal diario di un soldato veneto che racconta la partecipazione alla campagna nel fronte nord contro la Prussia nel 1866.

    E' un approccio che per la Grande Guerra ormai è dato per scontato e diffusissimo, ma come dicevo per l'800 è un caso unico finora. Unici difetti del libro sono una scarsità di materiale fotografico, che almeno per gli anni 1850-60 cominciava a essere abbondante e quindi si poteva utilizzare, e il fatto che non è un testo specifico sulla militaria austriaca.

    Altro testo meritevole uscito di recente, e di cui prima o poi troverò il tempo per scrivere una piccola recensione per il forum, è "La Spada di Radetzky" di Massimo Zoppi, sul periodo 1836-1849.

    Quello che sorprende negativamente, però, è il disinteresse da parte austriaca verso questo periodo. Negli ultimi anni sono usciti libri austriaci fantastici sulla militaria asburgica della G.G. 14-18, nulla invece sull'800.

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Messaggi
    1,127

    Re: Solferino e Custoza

    Devo darti ragione. Ma in fondo sono pochi - veramente pochi anni - che in Austria si è risveglato l'interesse per la prima guerra mondiale. Diamogli tempo...

    Rawa Ruska
    Tutto considerato, un militare non è altro che un uomo rubato alla sua abitazione. (Il buon soldato Sc'vèik)

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088

    Re: Solferino e Custoza

    Fino a pochi anni fa l'interesse in Austria era concentrato su birra, formaggio e speck.

    Avendo avuto i Russi in casa fino al 1955, di guerre non volevano assolutamente sentir parlare.
    Infatti Schaumann era considerato un "eccentrico"...

    Invece oggi qualcosa si muove...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  10. #30
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Solferino e Custoza

    Citazione Originariamente Scritto da Festungsartillerie
    "I soldati dell'Imperatore" è un testo di straordinario valore, che mi sono procurato appena uscito, e che non posso che consigliare a chiunque sia minimamente interessato alla storia militare risorgimentale.
    Grazie della segnalazione, vedrò di metterlo in biblioteca

    Citazione Originariamente Scritto da Festungsartillerie
    . Unici difetti del libro sono una scarsità di materiale fotografico, che almeno per gli anni 1850-60 cominciava a essere abbondante e quindi si poteva utilizzare.......
    Questo purtroppo è un male di cui soffrono molti testi risorgimentali. La fotografia è molto spesso snobbata e si preferiscono disegni e stampe

    Ciao,
    Arturo
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato