Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075

    Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Non so da dove venga questa foto che ho in archivio da decenni, forse presa
    su di un 7 Anni di Guerra o su di un Cronache della Guerra.Si tratta di Bersaglieri in Russia del CSIR.
    [attachment=0:1lj5itvj]2.jpg[/attachment:1lj5itvj]
    Osservandola attentamente si nota il secondo bersagliere da destra che ha un
    retino non meglio identificato sull'M.33. Non vi pare di notare le classiche
    'olivette' di legno per il fissaggio del retino? Molto simili se non uguali a quelle
    presenti sul bisfrattato e scomodo retino marrone scuro postbellico.
    Non so con esattezza quando il retino in questione sia stato adottato sui nostri
    elmetti M.33 postbellici, ma la somiglianza mi pare impressionante.Gradivo pareri. PaoloM
    PS:guardando il database sulle foto del R. Esercito, la stessa foto era stata postata anche da Cocis qualche tempo fa', senza commento.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Incredibile! E' vero, sembra proprio una di quelle!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Bene! Dalla prossima fiera e sulle prossime aste online, le centinaia di retine postbelliche che a fatica si vendono dai 3 ai 5 euro, diventeranno "rare" retine belliche e il costo potrebbe raggiungere i 20-30 euro!

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Citazione Originariamente Scritto da ado
    ....le centinaia di retine postbelliche....

    A migliaia! Ce ne sono interi cassoni pieni in certi magazzini di surplus!
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Ma il dilemma olivette a parte è se le avessero in dotazione. L'esercito è molto conservatore nelle sue scelte ed è difficile che modifichi i materiali. Considerando che l'elmetto è stato mantenuto nel dopoguerra per logica dovrebbero aver prodotto eventuali nuove retine su un disegno già* sperimentato. Certo che la mole di tati che manca sui nostri equipaggiamenti è notevole, anche per una cosa così semplice.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Citazione Originariamente Scritto da Andrea58
    Ma il dilemma olivette a parte è se le avessero in dotazione. L'esercito è molto conservatore nelle sue scelte ed è difficile che modifichi i materiali. Considerando che l'elmetto è stato mantenuto nel dopoguerra per logica dovrebbero aver prodotto eventuali nuove retine su un disegno già* sperimentato. Certo che la mole di tati che manca sui nostri equipaggiamenti è notevole, anche per una cosa così semplice.
    Presuppongo che uno studio ci sia stato, ma questo sia avvenuto in seguito dopo aver visto le retine che gli eserciti alleati adoperavano...
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Osservandola attentamente si nota il secondo bersagliere da destra che ha un
    retino non meglio identificato sull'M.33. Non vi pare di notare le classiche
    'olivette' di legno per il fissaggio del retino? Molto simili se non uguali a quelle
    presenti sul bisfrattato e scomodo retino marrone scuro postbellico.
    Non so con esattezza quando il retino in questione sia stato adottato sui nostri
    elmetti M.33 postbellici, ma la somiglianza mi pare impressionante.
    Si condivido pienamente. Sembra proprio un fermo di quelli che conosciamo usati sulle retine postbelliche. Una considerazione: se le retine postbelliche presentano un sistema di fissaggio molto primitivo, scomodo e poco funzionale e' giocoforza ritenere che, probabilmente, le nostre retine postbelliche altro non siano che una copia di retine probabilmente gia' prodotte nel periodo bellico magari in limitate quantita' quando non vi erano ancora valide retine da prendere come riferimento. Ciao.

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,075

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Citazione Originariamente Scritto da ado
    Bene! Dalla prossima fiera e sulle prossime aste online, le centinaia di retine postbelliche che a fatica si vendono dai 3 ai 5 euro, diventeranno "rare" retine belliche e il costo potrebbe raggiungere i 20-30 euro! saluti
    Corrado
    Si Ado, tutto puo' essere, pero' nessuno di noi ha appurato che siano le stesse o che siano
    dello stesso modello.Io l'ho fatto notare per via della somiglianza sfacciata. Pero' da qui a
    dire che le reticelle sul mercato, siano le stesse...ce ne corre.La prova del 9 potremmo averla
    trovando altre foto d'epoca piu' dettagliate e piu' ravvicinate.Per il momento le reticelle postbelliche restano tali e tali valutate. PaoloM

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Difatti..servirebbe non una sola foto, ma diverse foto "nitide", scattate in momenti e zone operative diverse.
    Al momento le "olivette" rimangono qualcosa di postbellico.
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,519

    Re: Sono le 'olivette' del retino italiano ?

    Ciao, nel riesaminare la controversa foto, rilevo che questa foto postata da Marpo compare sul libro del Bosi a pag.155. Sempre il Bosi riporta altre foto che ritraggono soldati italiani con M33 ricoperti da retine a pagg.151 e 154. Sinceramente queste retine sembrano di colore molto chiaro e dissimili tra loro (alcune a maglie strette altre a maglie larghe). Alcune sembrano proprio di produzione industriale (pag.151) altre ancora sono sicuramente fatte con lo spago (pag.152). Il colore di tutte queste retine e' comunque chiaro e non ha nulla a che vedere con le postbelliche notoriamente scure. Tranne per la retina di pag.151 del libro del Bosi per le altre potrebbe trattarsi di costruzioni artigianali fatte con spago chiaro di diverso spessore dai soldati mandati magari come osservatori in avanscoperta dove maggiore era l'esigenza di mimetizzare l'elmetto, questo spiegherebbe le diverse dimensioni delle maglie e la mancanza di omogeneita' tra una maglia e l'altra. Per la retina di pag.151 potrebbe trattarsi non necessariamente di un prodotto di fabbrica ma magari di qualche retina catturata o magari di una retina ricavata da qualche pezzo di rete. Per il fermo che si vede penzolare dall'elmo del soldato della foto postata da Marpo potrebbe trattarsi di un adattamento fatto dal soldato in questione che, casualmente, sembra simile ai pendagli con fermo delle retine postbelliche che tutti conosciamo. Le retine postbelliche, pertanto, resterebbero escluse da ogni coinvolgimento bellico e resterebbero sempre postbelliche. Resta comunque un mistero il perche' in epoca postbellica sia stata adottata una retina cosi' poco funzionale e difficoltosa da adattare. Ciao.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato