Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: Spada del Regno delle Due Sicilie

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    98

    Spada del Regno delle Due Sicilie

    Salve ragazzi oggi al mercatino ho acquistato questa sciabola giocando sull'ignoranza del venditore che la spacciava per quelle da ornamento salone...
    una volta a casa ho eseguito una pulizia Sul pomolo è presente in rilievo la corona reale, sulla guardia il giglio, la manica ha la guancetta in madreperla
    e sulla coccia due C .lunghezza lama 87cm punta protetta da un tondino i piombo. Una sciabola simile era presente al museo San Martino appartenente al cardinale Fabrizio Ruffo 1799.
    Dagli esperti vorrei la conferma di quello che ho scritto e il significato delle due C incrociate grazie
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di Lord Acton
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    354
    Non sono convinto che sia borbonica napoletana, penso, piuttosto, che sia spagnola del periodo di Carlo IV.

    Ci sono punzoni sulla lama?

    Lord Acton
    Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    165
    Il giglio e' sicuramente borbonico e la protezione sulla punta della lama mi lascia perplesso....Luciano

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    d'accordo con Lord Acton non è uno spadino Borbonico il
    monogramma coronato (e due C incrociate) e la corona sono
    simbologie molto diverse da quelle del Regno II Sicilie
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    98
    Lord Acton nell' attesa di svitare il bottone che risulta ossidato (non vorrei provocare danni ) utilizzando il santo svitol, posto la foto del museo san Martino preso da Storia illustrata ottobre 1966 pag.495 " I BORBONI in ITALIA". Con questo non voglio affermare a ragione che sia Borbonica ma i modello a lama dritta le incisioni farebbero pensare a quella di ufficiale superiore Regno delle due Sicilie... http:/www Google.it search?q=sciabola+ufficiale+superiore+bobonico & tbn.
    rimane comunque per me mistero delle due C Carlo III o un nobile di un x casato? grazie.

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Messaggi
    98
    Lucianorosso48 La protezione di piombo deve essere stata applicata dal precedente proprietario per motivi di sicurezza...non posso pensare che sia un originale di fabbrica.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Lord Acton
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    354
    Per il tipo di paramano, roba del 1810-1840, potrebbe anche essere francese del periodo di Carlo X.

    Comunque è uno spadino civile, da membro della corte, da diplomatico o da funzionario.

    Non c'è bisogno di smontare alcun che il marchio della Real Fabbrica degli acciai (il famoso tappo di champagne) o il marchio di un fornitore privato (Labruna, Mendoza o altri) in genere è sempre ben visibile sullo zoccolo della lama, inoltre la maggior parte delle lame napoletane hanno per chiusura il famoso dado diamantato.

    Poi, come già detto da Quex, la corona sul pomo di guardia e la corona e cifra non sono tipologie in uso a Napoli.

    Infine, per la datazione di cui sopra, non potrebbe essere Napoletano, mentre, con maggiore probabilità, potrebbe essere spagnolo o francese.

    Lord Acton
    Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    72
    D'accordo con Quex e Lord Acton, non è borbonica. Il giglio, tra l'altro, non mi pare quello del Regno delle Due Sicilie.
    Col. Chabert

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Quex
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,329
    il monogramma le due C incrociate ricorda molto quello del Re Carol di Romania.

    P.S. questa tipologia di spadino è stata usata da molti paesi tra l'800 fino e gli
    inizi secolo scorso da dignitari ed ambasciatori di vari Regni.
    Occorre molto tempo affinche' una buona idea faccia il giro della testa di un coglione.
    L.F.Celine

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Lord Acton
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    354
    Citazione Originariamente Scritto da Quex Visualizza Messaggio
    il monogramma le due C incrociate ricorda molto quello del Re Carol di Romania.
    Ci avevo pensato... e, anzi, io direi DEI Re Carol di Romania, dato che entrambi hanno avuto delle C incrociate come sigla, però, poi, non mi tornava il giglio sul ramo di gaurdia, per questo ho pensato ad un Re Borbone non Napoletano.

    Lord Acton
    Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato