Pagina 9 di 13 PrimaPrima ... 7891011 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 124

Discussione: Springfield 1903

  1. #81
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Springfield 1903 sniper

    sullo 03A4 del penultimo messaggio, difficile dire basandosi solo sulla foto, potrebbe anche trattarsi dell'onesta usura della finitura, dovuta al fatto che la sede della base del mirino ha diametro leggermente diverso dal resto della canna presso la volata...il fucile è assai sbattuto ma di primo acchito non noto incongruenze particolari (anche la M81 o M82 ci può stare, come setup postbellico, seppure non necessariamente montata durante la vita operativa dell'arma, data l'impronta, sull'ottica, di un precedente anello non compatibile con le tipologie militari).

    Sull'altro fucile, a mio avviso hai fatto benissimo a tenerti l'auto, non avere rimpianti
    Kilroy

  2. #82
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: Springfield 1903 sniper

    Notando la tua preparazione sull'argomento 1903, se parimenti preparato sul P17, ti prego di 'suggerirmi' eventuali punti di verifica, che possano mettermi in guardia da eventuali tarocchi o rifacimenti orribili. Io non l'ho visto e purtroppo non ho foto di questo, ma mi è stato appunto definito bellissimo.

    Io sono certamente più preparato sul materiale tedesco, ma dato che sto cercando di costruire questa modesta collezione di armi individuali belliche, il P17 è l'ultimo che mi manca (mitragliatori a parte) e sempre giovedì, comunque dopo la visione, sarei pronto all'acquisto.

    Un caro saluto
    Mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  3. #83
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Springfield 1903 sniper

    Ovviamente si possono scrivere pagine e pagine sui dettagli delle varie armi. Dovendo di necessità* essere un po` più succinti, però, direi quanto segue, soprattutto in riferimento agli aspetti collezionistici e senza soffermarmi su quelli tecnici sui quali ritengo avrai già* competenza (valutazione usura canna, etc etc....).

    Dunque, senza addentrarsi nei dettagli, ci sono tre produttori: Winchester, Remington, e Eddystone (stabilimento in effetti anch`esso di proprietà* Remington). Gli Eddystone sono i più comuni, seguiti da Winchester e Remington. Ovviamente, quante più parti del fucile sono conformi al produttore della culatta (le parti nei tre casi sono marcate E, W, R, incluse le calciature sul lato anteriore), tanto meglio è, anche se di per sé la cosa non è prova di originalità*, soprattutto nel caso degli Eddystone.

    In origine, si noti che gli otturatori non erano matricolati all`arma, anche se oggi perlopiù lo sono, di solito sulla manetta, con vari stili (trattasi di matricole apposte da altri eserciti, come ad esempio in Francia e Danimarca). Le canne in origine erano sempre del medesimo fabbricante della culatta (marcate anch'esse R, W, E con la solita flaming bomb), a cinque righe e con rigatura abbastanza marcata simile a quella dei P14. Gli M1917 riarsenalati negli USA nel primo dopoguerra (soprattutto nei primi anni Quaranta o subito dopo la IIGM) spesso invece montano canne HS (High Standard) o JA (Johnson Automatics) a quattro righe di profilo tipicamente statunitense.

    La finitura era un brunitura (alcuni sostengono che gli ultimissimi Eddystone fossero fosfatati). Nel caso degli Eddystone, trattasi di una brunitura nera, densa e su fondo abbastanza grezzo, quindi risulta difficile distinguerla da un possibile successivo intervento di fosfatazione al manganese o di bagno di ribrunitura. I Winchester di solito appaiono più lucidi, ma sempre scuri, perché il fondo è più levigato; i pochissimi Remington che, all'aspetto, mi sembravano conservare la loro finitura originale (tra quelli da me esaminati), invece, erano di un caratteristico color azzurro chiaro su fondo tirato a lucido. Notare che i M1903 coevi avevano culatta annerita durante la carbonizzazione, non brunita chimicamente, ma la cosa non sembra applicarsi agli M1917.

    Di solito, i migliori M1917 oggi disponibili sul mercato sono quelli ceduti dagli USA al Canada durante la guerra e da lì poi ceduti alla Danimarca negli anni Cinquanta-Sessanta. Si riconoscono dalla tipica C con "broad arrow" impressa sulla pala del calcio e dalla matricola impressa dai danesi, come erano usi fare, sotto il calcio e sull`otturatore. Spesso si tratta di fucili collezionisticamente "quasi intonsi" anche se magari un po` sbattuti. I danesi, va detto, spesso sostituivano il mirino con un tipo fatto a cilindretto invece che a lamina, ma non è un problema ritrovare il pezzo originale da sostituire. Raramente, invece, si può dire lo stesso degli M1917 ceduti a suo tempo alla Francia, Cina nazionalista, etc.

    Ci sono poi tanti altri dettagli che meriterebbe ricordare, ma questo è ciò che si apprezza ad un esame generale dell`arma. Se hai una falsa cartuccia / salvapercussore in 30-06 o che abbia fondello compatibile, magari, portalo per provare l`espulsore: quello originale è molto fragile e spesso si trova rotto. Rimpiazzarlo non è un problema, ma magari puoi fare valere l`eventuale difetto per un piccolo sconto.

    ciao e buona caccia
    Kilroy

  4. #84
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: Springfield 1903 sniper

    Hai da fare giovedì ?

    Perchè io vengo a prenderti in Toscana e ti porto con me .... nell'alto Friuli.

    Scherzi a parte, grazie per le informazioni preziose. Ho il salva percussore che uso con ll Garand e lo porterò senz'altro con me.
    Ho acquistato il fascicolo speciali armi ex-ordinanza USA, che ha qualche notizia e indicazione, pensavo di portarlo con me. Lo hai acquistato ? Trovi che ci siano grosse imprecisioni? L'ho trovato utile nel schiarirmi le idee su alcune aspetti dell armi USA che non conoscevo bene, Garand e 1911A1 a parte. Certo che quello da te indicato è difficile trovarlo in un fascicolo di questo tipo e quindi ... grazie ancora.

    Ciao
    Mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  5. #85
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Toscana
    Messaggi
    342

    Re: Springfield 1903 sniper

    magari invece di andare a lavorare potessi accompagnarmi con altri appassionati ad andar per armi in quel del Friuli! (anche una sgnappetta locale non guasterebbe).

    Non ho visto il fascicolo di cui parli, anche se ne conosco l'esistenza, quindi non ti so aiutare. Dovendo indicare delle pubblicazioni che offrano un ottimo rapporto qualità* prezzo mi sentirei di consigliare la serie "For Collectors Only" della North Cape Publications, composta da volumetti dedicati a armi diverse di varie nazionalità*. Perlomeno quelle sulle armi USA di solito sono pubblicazioni molto ben fatte (quella sui Garand per la verità* lascia assai a desiderare, ma io ne ho solo una vecchia prima edizione, magari la hanno migliorata in seguito). Si trovano con facilità* attraverso i soliti canali di vendita libraria per corrispondenza; naturalmente per giovarsene al meglio bisogna masticare un po' di inglese.

    Per il resto, consiglierei di non cedere mai alla fretta, negli acquisti, e di preferire sempre un'arma di buon livello collezionistico pur anche pagando un prezzo relativamente alto (ma sempre congruo) ad un'arma più economica ma scadente; insomma (dato che per quasi tutti noi le finanze sono limitate) comprare meno, mantenendo però uno standard di qualità* alto (originalità*, stato di conservazione). Alla lunga conviene sempre, non solo come investimento ma anche e soprattutto in termini di soddisfazione personale.

    ciao
    Kilroy

  6. #86
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: Springfield 1903 sniper

    Grazie per le indicazioni sui volumetti che cercherò e acquisterò senz'altro....

    Sul fatto della scelta qualitativa anzichè quantitativa, mi trovi pienamente daccordo. Infatti io ho pochi pezzi, ma ritengo che nel loro ambito siano di sicura qualità* e valore collezionistico. Forse a volte, per privilegiare il valore storico, nel senso di vero utilizzo, trattandosi di ex-ordinanza ho acquistato dei pezzi più vissuti lasciando in armeria i veri o presunti 'nuovi di arsenale'. Ma dato che la mia passione per questo di tipo di collezionismo, nasce dalla passione per lo studio della storia, come ho già* dichiarato altre volte, un pezzo che appare nuovo di fabbrica, non mi interessa.

    Ti saluto e ti ringrazio nuovamente e .... vado a lavorare, perchè chi non lavora non mangia e .... non compra ex-ordinanza.

    Ciao
    Mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  7. #87
    Utente registrato L'avatar di stahlelm16
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,238

    Re: Springfield 1903 sniper

    Mooolto mooolto bello Rommel, anche se preferisco gli A1, io sono un grande amante folle degli Springfield, complimenti
    Lassù pugnammo. Lassù caddero gli eroi fratelli
    per la grandezza della Patria.
    Il più vasto confine a lei consacrato,
    vigila e difendi con la fede dei forti


    Dal monumento al Vecio e al Bocia sito alla caserma Salsa di Belluno, sede del glorioso 7° Alpini

  8. #88
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: Springfield 1903 sniper

    stahlelm16: Sicuramente a prima vista è molto bello. Purtroppo l'idea che mi sono fatto, valutando altre foto e le indicazioni 'preziose' di kilroy, è al massino di un onesto 'rimontato' post-bellico, ricomposto con parti originali più o meno belliche. Temo che quindi, considerando anche il prezzo di acquisto non banale, il fucile rimarrà* dove è. Non amo il 'fai da te' che crea armi simili all'originale. Peccato, perchè lo avrei affiancato volentieri al mio 1903A1 Remington, vuol dire che aspetterò un'altra occasione e mi accontetrò del P17.

    Un caro saluto
    Mario
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  9. #89
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    112

    Re: Springfield 1903 sniper

    [center:11v25t4k]ciao e buona caccia
    _________________
    Kilroy[/center:11v25t4k]



    Missione compiuta. Come previsto, grazie alle tue indicazioni aggiunte alle mie poche conoscenze, me ne sono tornato a casa con un bellissimo P17 Remington e ho lasciato il 1903A4. Troppe incognite e/o incongruenze su secondo questo fucile .

    Grazie ancora
    Mario

    P.S.: adesso mi manca solo il revolver Colt 1917, dopo potrò dire di avere concluso la ricerca delle armi individuali, detenibili funzionanti, che hanno armato gli USA nel periodo WWI - WW2
    Dai fidi tetti del villaggio i bravi alpini son partiti mostran la forza ed il coraggio della lor salda gioventù. Son dell'Alpe i bei cadetti,nella robusta giovinezza, dai loro baldi e forti petti spira un'indomita fierezza .... E quando il sole brucia e scalda e cime e le profondità, il fiero Alpino scruta e guarda, pronto a dare il "Chi va là?"

    [center:1u3nbdkz]Oh, valore alpin...[/center:1u3nbdkz]

  10. #90
    Utente registrato L'avatar di stahlelm16
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,238

    Re: Springfield 1903 sniper

    Citazione Originariamente Scritto da rommel61TS
    lo avrei affiancato volentieri al mio 1903A1 Remington, vuol dire che aspetterò un'altra occasione e mi accontetrò del P17.

    Un caro saluto
    Mario
    Cavolo! hai un A1 sniper???? Se mettessi qualche foto mi faresti davvero molto contento!!! Grazie
    Lassù pugnammo. Lassù caddero gli eroi fratelli
    per la grandezza della Patria.
    Il più vasto confine a lei consacrato,
    vigila e difendi con la fede dei forti


    Dal monumento al Vecio e al Bocia sito alla caserma Salsa di Belluno, sede del glorioso 7° Alpini

Pagina 9 di 13 PrimaPrima ... 7891011 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato