Pagina 17 di 29 PrimaPrima ... 7151617181927 ... UltimaUltima
Risultati da 161 a 170 di 288

Discussione: Steyr M95

  1. #161
    Utente registrato L'avatar di 5thDragoons
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Nebraska, USA
    Messaggi
    66

    AOI M.95 Budapest

    Signori,

    Ho appena ricevuto la mia AOI M.95 Budapest con il marchio AOI. Dipinto su stock è la lettera C, con quello che sembra essere un rack numero. Su un altro sito web, mi è stato detto che sono state trasmesse da italiano in India, l'Africa orientale dopo essere stato catturato dagli inglesi nella seconda guerra mondiale.

    Tuttavia, non appaiono ovunque inglese segna il fucile. Ora mi chiedo se il C è un cirillico lettera e significherebbe 'Serbia'. (La mia seconda lingua è il russo, lo so l'alfabeto cirillico)

    La tabella mostra anche la mia baionetta Vetterli montato su uno M.95 E 'arsenale da Brescia e si inserisce solo la M.95 - non su un Vetterli. Avete esperti sapere se Italia modificate queste baionette per l'uso su come M.95 fucili ricevuto risarcimenti mondo dopo la guerra uno?

    La ringrazio molto per la ricerca!

    Steve


    Gentlemen, I have just received my AOI M.95 Budapest with the AOI mark. Painted onto the stock is the letter C with what seems to be a rack number.

    On another web site, I was told these were sent from Italian East Africa to India after being captured by the English in world war two. However, no English marks appear anywhere on the rifle.

    Now I wonder if the C is a Cyrillic letter and would mean 'Serbia'. ( My second language is Russian, so I know the Cyrillic alphabet)

    Also shown is my Vetterli bayonet mounted on an M.95 It is from the Brescia arsenal and only fits the M.95 - not on a Vetterli.

    Do you experts know if Italy altered these bayonets for use on the M.95 rifles received as reparations after world war one?

    Thank you very much for looking!

    Steve
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Union Pacific

  2. #162
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046

    Re: AOI M.95 Budapest

    ...bello e ben strano questo tuo m95, evidentemente di preda bellica, perchè non completi l'opera e ci invii particolari del fucile e della baionetta.
    Questi ritrovamenti di AOI incominciano ad essere alquanto frequenti in America, Furiere Maggiore, è pane per i tuoi denti, intervieni e saziaci di storia. Ciao Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  3. #163
    Utente registrato L'avatar di 5thDragoons
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Nebraska, USA
    Messaggi
    66

    Re: AOI M.95 Budapest

    Sal,

    a causa mia povera lingua italiana, le competenze, non so che cosa mi potrebbe fornire i dettagli del fucile e baionetta. La baionetta è da Brescia arsenale. Quando ho comprato, ho cercato su un Vetterli per essere sicuri che il fermo lavorato. Essa non ha forma! E 'anche non andare bene su un Carcano, così per caso, ho cercato su un M.95 e si adatta perfettamente.

    Il Budapest è un enigma per me. Il ricevitore numero di serie è stato nuovamente timbrato in modo che corrisponda al numero del barile. Oltre la camera era una piccola stella timbrato il marchio austriaco. N. data appare a tutti e questo non è normale per un M.95 La freccia è stato reblued molto tempo fa. Eventualmente, quando gli italiani hanno preso possesso di esso. Come ho già* detto non ci sono inglesi possesso marcature marchi e non di un importatore americano.

    Eventualmente, un soldato ha portato a casa da Africa. L'unico altro italiano ho fucile che ha tanto cosmolene e ha un numero di dipinti su rack lo stock è uno M91-24 da Albania. Posso immaginare che questo not uno proveniva da Albania e Grecia

    Best regards,

    Steve


    Sal,

    Due to my poor Italian language skills, I am not sure what details I could provide of the rifle and bayonet. The bayonet is from the Brescia arsenal. When I bought it, I tried it on a Vetterli to be sure the latch worked. It did not fit! It also did not fit on a Carcano, so by chance, I tried it on an M.95 and it fit perfectly.

    The Budapest is an enigma to me. The receiver serial number was re-stamped to match the number of the barrel. Over the chamber a tiny star was stamped over the Austrian marking. No date appears at all and this is not normal for an M.95

    The bolt has been reblued long ago. Possibly when Italians took possession of it. As I mentioned there are no British possession markings and no marks of an American importer. Possibly a soldier brought it home from Africa.

    The only other Italian rifle I have that has so much cosmolene and has a rack number painted onto the stock is an M91-24 from Albania. I can not imagine that this one came from Albania or Greece.

    I will be glad to reply with any other information needed for this topic!

    Best regards,

    Steve
    Union Pacific

  4. #164
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: AOI M.95 Budapest

    E' possibile che sia stato portato in Italia da qualche soldato o catturato ai ribelli abissini. Le truppe del negus Ailè Selassiè erano armate anche con M 95
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  5. #165
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: AOI M.95 Budapest

    per Sal:

    ... mah,

    se il proprietario insiste sul fatto che si tratta di un pezzo proveniente dai Balcani possiamo ipotizzare tante cose tra le quali non è detto che sia arrivato in Europa durante il periodo bellico... Non dimentichiamo i traffici marittimi avvenuti nel corso degli anni e che avvengono tuttora. Pertanto potrebbe benissimo essere stato portato, da cargo che attraversavano il canale... negli anni '40, '50 ecc, in un'area dove era ancora possibile un suo uso... stante ancora gli avanzi dei magazzini dell'ex monarchia asburgica... e da qui finito nelle mani ecc. ecc.

    Questo spiegherebbe la mancanza di marchi inglesi, riscontrati sui nostri '91, ovvero di grossi importatori americani che poi commercializzano sulle pagine delle riviste ...

    ... ho detto la mia ...

    Ciao

    F.M. :P
    E' la somma che fa il totale.

  6. #166
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    italia
    Messaggi
    2,046

    Re: AOI M.95 Budapest

    ....Grazie FM altra ipotesi anche questa. Io ipotizzerei anche magazzini di prede belliche del 1° conflitto destinate ad una seconda linea e poi date alle truppe africane o albanesi schierate con noi nel 2° conflitto, la baionetta vetterli fa pensare anche ad un ripiego dei fondi di magazzino, senza contare che dalle baionette vetterli ci hanno fatto di tutto, come siano finiti in america è un'altra storia ma so per certo che gli stessi amvano il souvenir italiano e magari ci lasciavano mitragliatrici pesanti e carri armati. Ciao Sal
    QUANTO MAIOR ERIS, TANTO MODERATOR ESTO

  7. #167
    Utente registrato L'avatar di cipolletti vincenzo
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    1,862

    lo steyr contro il carcano

    il fucile d'ordinanza austriaco 1895 della 1 guerra mondiale
    detto ta-pum, evocava fino a qualche decennio addietro
    grandi paure e sommesso rispetto,il nostro carcano, il 91,
    era stato sempre denigrato.ora che sono a nostra disposizione
    ne possiamo fare un pacato e imparziale confronto.

  8. #168
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Trentino - Alto Adige
    Messaggi
    529

    Re: lo steyr contro il carcano

    Sicuramente il 91 italiano aveva dei pregi maggiori rispetto al m95 austriaco per alcune cose, spiccava il fatto appunto della facilità* di caricamento data dal lastrino italiano che si poteva infilare sia da una parte che dall'altra, cosa che con il mannlicher M95 non si poteva e in casi di fretta poteva essere letale non riuscire a caricare in tempo l'arma. Un altro pregio era anche il numero di cartucce che il 91 poteva incamerare; una in più rispetto alla contro parte austriaca ma anche tedesca e di altri fucili gallonati delle altre potenze mondiali.
    Altri dicono che sia meglio un otturatore girevole scorrevole rispetto ad uno scorrevole soltanto. Tutto starebbe nel provarli.

    P.S. belli gli esemplari postati, anch'io ho un m95 corto da soffitta più due da scavo ed un m91/38 peccato non abbia un 91 della Grande Guerra ma tutto si può trovare.
    Giane

    Morti a parte questo è il più bel lavoro che ha creato nostro Signore. Parti e non sai mai cosa troverai. (Renzo Stefani, recuperante)

  9. #169
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: lo steyr contro il carcano

    Bei fucili, questo tipo di prove mi sono sempre piaciute.

  10. #170
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: lo steyr contro il carcano

    Due bei signori!

Pagina 17 di 29 PrimaPrima ... 7151617181927 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato