Pagina 19 di 29 PrimaPrima ... 91718192021 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 288

Discussione: Steyr M95

  1. #181
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: lo steyr contro il carcano

    Citazione Originariamente Scritto da garand
    Ottima idea e bel confronto, anche se ad essere pignoli il 91/41 poco "c'azzecca" in ottica Prima GM, comunque complimenti trovare lo steyr in 8x50 non è facile.
    Hai ragione ma mi ero portato quello oltre al 91 e mica lo potevo fare tacere, La munizione però è coeva delle altre due. Il problema con lo steyr sono le munizioni, in 8x50 cominciano a scarseggiare
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  2. #182
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    206

    Re: lo steyr contro il carcano

    Bene, interessante discussione; io credo che per comprendere a fondo il nostro 91 e poi metterlo a confronto con altre armi bisogna partire dall'inizio, ovvero dalle motivazioni, anzi leggi necessità*, che portarono alla sua progettazione: all'epoca, come tutti sanno, i francesi misero in linea il modello 1886 detto lebel che con la sua cartuccia di piccolo calibro a polvere infume fece improvvisamnte diventare vecchie tutte le armi a polvere nera in dotazione ai principali eserciti europei. Per rimediare e non rimanere praticamente "disarmati", i paesi che confinavano con la Francia, tra i quali l'Italia, iniziarono in fretta e furia gli studi per l'adozione di un fucile di piccolo calibro a polvere infume: vi riuscirono per primi i tedeschi con il bellissimo modello 1888 calibro 8x57, poi poco dopo arrivò il nostro 91, snello, leggero, robusto, che costava relativamente poco, con un manubrio otturatore semplice e robusto ed intercambiabile con altre armi, con una cartuccia di piccolo calibro modernissima per l'epoca e dal tiro tesissimo, facile da usare anche dal soldato più rozzo e ignorante. E gli altri hanno saputo fare meglio in così poco tempo? io dico di no ! a parte i francesi che si sono cullati sugli allori e si son tenuti il Lebel anche nelle guerre coloniali e fino alla seconda GM, i tedeschi si sono presi il tempo per la progettazione del mitico modello 1898 (ben 7 anni dopo il nostro) modernizzando la munizione 8x57 con la palla spitzer ed accantonando l'88. Gli austriaci invece hanno fatto una cazzata tremenda introducendo il fucile 1895 (dopo 4 anni dall'adozione del nostro) che pur bellissimo non era affatto adeguato ad un conflitto perchè con un manubrio otturatore difficilissimo da smontare per la pulizia (indispensabile nella vita di trincea) difficile da estrarre (se si sgancia la testina sono cazzi rimetterla a posto magari con mani sudate e nervose) con una munizione già* obsoleta alla nascita perchè flangiata, balisticamente inferiore al 91 e che obbligava all'uso di una lastrina - che poteva contenere solo 5 cartucce invece che sei come per il nostro 91 -tutta storta che doveva essere inserita obbligatoriamente SOLO da un lato, con tutti i problemi che comportava in combattimento. E gli inglesi, direte voi ? beh, a parte che il mitico SMLE n. 1 mk III è stato introdotto in servizio agli inizi del 1900, quindi parecchi anni dopo il nostro 91 e quindi avevano avuto tutto il tempo per progettarlo, non è che fosse il meglio, anzi era inferiore al nostro 91 perchè pesante, complicato e con un azione debole, una cartuccia vecchia (era nata a polvere nera) dalle prestazioni balistiche non eccelse; certo poteva contare su un serbatoio ben progettato che conteneva 10 cartucce ma ricordiamoci che gli inglesi avevano deciso di sostituirlo dopo pochissimo con il Pattern 13 con una munizione nuovissima e che poi non lo sostituirono per problemi di bilancio (ma lo fecero appena poterono con la versione irrobustita e semplificata N4 mk I). In sostanza, il nostro 91, almeno nel primo periodo della sua adozione, è stato il fucile militare più moderno in assoluto. Peccato che la sua munizione non si sia evoluta magari con una palla più leggera e spitzer, come è stato fatto per il Mauser svedese (leggi Carl Gustav) e che il fucile non sia stato dotato di organi di mira più adatti ad un tiro di precisione invece di privilegiare il tiro da battaglia. Comunque questa è solo una mia personale analisi tecnica. Cosa ne pensate ? Saluti a tutti

  3. #183
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: lo steyr contro il carcano

    Condivido quasi tutta la tua (ottima) analisi ma secondo me il vero problemo del '91 è la cartuccia utilizzata perchè se come dici tu per l'epoca era moderissima è altrettanto vero che aveva il grave,gravissimo difetto della scarsa attitudine al ribaltamento con la conseguente tendenza a trapassare senza cedere energia rendendola ,di conseguenza, poco efficace; probabilmente l'adozione del 7,35 (questa si una cartuccia adeguta) avrebbe determinato giudizi più lusinghieri sul '91

  4. #184
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    602

    Re: lo steyr contro il carcano

    Permettemi di dissentire, che il N.1 fosse inferiore al nostro '91 mi pare una forzatura,
    1° l'Enfield lo armi con 2 piastrine da 5 colpi, piu' uno in canna 11 puoi anche armarlo con colpi sciolti, il '91 con il pacchetto da sei o nisba, sei disarmato
    2° vero che è successivo, visto che è una modifica del papà* Lee precedente,
    3° la cartuccia del '91 6.5 mm con 700 m/s e con 257 Kgm, quella dell'enfield 7.7 mm 744 m/s con 313 Kgm,poi chissa perchè tutti hanno adottato le palle Spitz, a punta e noi no, vero che sono cartucce "brutte", ma le puoi buttare nel serbatoio senza problemi, prova con un pacchetto del '91 che ha avuto la sventura di cadere e ammaccarsi e vediamo se lo armi.
    vero che cercarono di sostituirlo con il P.14, ma mi pare che non ne abbiamo fatto niente, se poi era così male chissa perchè lo hanno prodotto anche in 7.62 Nato, ripeto il '91 era ed è figlio dei tempi, lo puoi paragonare al Ta-Pum o al Mauser 1888 o a papà* Lee, sono coevi e rimarrà* nella nostra memoria come il fucile dei nostri fanti, quindi nostalgicamente rispettato, ma non paragonabile a prodotti come il moisin (coevo 1891) o gli altri.
    www.exordinanza.net/ alla voce "armi inglesi" e "considerazioni sul '91", ripeto, un '91 prima o poi finirà* nella mia piccola collezione per motivi "romantici", il fratello di mia nonna è caduto durante la I WW imbracciandone uno, un mio nonno ha partecipato dalla guerra d'africa fino alla II WW con un '91 cavalleria, era in artiglieria.
    Un caro saluto Daniele

  5. #185
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    liguria
    Messaggi
    1,100

    Re: lo steyr contro il carcano

    Si è dimenticato di citare l'alzo del 91, accrocchio fragilissimo con la finezza veramente stupida, su un fucile peraltro spartano, del bottoncino per l'elevazione guarnito in legno e l'aggravante del peggio sistema di mira: tacca a V e mirino triangolare.

  6. #186
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Località
    Veneto
    Messaggi
    19

    info cinghia steyr m95

    Salve a tutti,spero di scrivere nel posto giusto;desidererei sapere la quotazione attuale per una cinghia per lo steyr m95 in perfette condizioni e con timbri del 1916.Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.
    L'AUSTRIA E' UN PAESE ORDINATO!

  7. #187
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    160

    Re: info cinghia steyr m95

    Non credo ti bastino ***** se bella e originale!
    Ciao

  8. #188
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    2,060

    mannlicher 95 e mosin nagant : guida per la sopravvivenza

    Buongiorno,
    dopo un piacevolissimo ritorno sulle linee di tiro dopo 2 anni di assenza, mi sono risvegliate alcune "voglie" che già* da tempo coltivavo.

    In sintesi, mi piacerebbe prendermi due ex-ordinanze, uno steyer 95 ed un mosin nagant,senza pretese da cecchino,però integro e possibilmente ante 45.

    Chi sarebbe così gentile da farmi una piccola guida "anti-stupro" per evitare le più grossolane trappole alle quali andrò incontro nell'acquisto?

    E' vero che i prezzi dei Mosin Nagant sono scesi di molto e si può trovare un pezzo decente anche aldisotto dei 200 euro come mi è stato detto? E per i Mannlicher?

    Grazie anticipatamente

    Bkg

  9. #189
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: mannlicher 95 e mosin nagant : guida per la sopravvivenza

    Diciamo che ti passo le mie esperienze in materia di moisin. Io li ho trovati belli a 190 € con le giberne ed il kit di pulizia. In genere arrivano in casse e trovarne di belli non è difficile sempre che uno non si aspetti di trovare delle meccaniche tipo mauser. Quando ho preso il mio, ero con amici, ne abbiamo ritirati 6 in vari stadi di usura che comunque andavano dall'ottimo al molto buono.
    Una volta che controlli legni e canna sei a posto, al massimo accertati che l'otturatore non sia troppo ballerino ma comunque anche se fosse ballerino non pregiudica il funzionamento ne la sicurezza. Sono fatti con tolleranze abbondanti per poter funzionare sempre. I russi e poi i sovietivi non badavano troppo all'estetica ma comunque dove erano necessarie le rifiniture c'erano ed anche fatte bene.
    Per gli Steyr la vedo più problematica in quanto il loro tempo è passato. Adesso per averlo lo devi cercare e credo che i prezzi siano abbastanza alti. Ad orecchio più del doppio di un Moisin. Se poi lo vuoi in 8x50 metti in conto la ricarica dato che le munizioni di surplus sono un ricordo. Va meglio per 8x56 dove, forse, si trovano munizioni a prezzi umani. Lo steyr poi non accetta compromessi in fatto di qualità*, qui una meccanica che balla non è ammessa. La calciatura la si può restaurare mentre sistemare una meccanica è costoso. Adesso facciamo un'altra considerazione sui due, in rapporto ai pezzi prodotti gli steyr sono stati usati molto più dei moisin. Figli di un impero sconfitto sono stati ceduti come danni di guerra, ricalibrati e quelli rimasti in patria usati fino allo sfinimento prima di venire sostituiti dai mauser, perciò trovarlo nuovo d'arsenale è poco probabile a meno di spendere una bella cifra.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  10. #190
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    78

    Re: mannlicher 95 e mosin nagant : guida per la sopravvivenza

    Aggiungo che Steyr in 8 x 50R sono rari e si pagano almeno 1.350 €, di norma 1.500 €. Di contro quelli in 8 x 56 R si trovanio trovano piuttosto facilmente e si va intorno afli 850 €. Da parte mia consiglio il calibro originale, anche se le cartucce vanno fatte in proprio e per i bossoli mi risulta si debba ricorrere necessariamente al fire forming... al limite non si spara (io che non ricarico non l'ho ancora potuto fare con mio "nuovo" Steyr, ma che bel pezzo!)
    Davide
    "La guerra non è questione di fortuna" - Federico il Grande

Pagina 19 di 29 PrimaPrima ... 91718192021 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato