Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Strano copricapo non militare

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Desio ( Mi )
    Messaggi
    153

    Strano copricapo non militare

    Recentissimo acquisto da un mercatino del milanese : il venditore mi ha detto che suo figlio ingegnere , sempre in giro per il mondo , gli porta a casa dell'oggettistica da vendere al mercatino : questi copricapo li ha portati dalla Croazia , insieme a delle monete . Io non ho motivo di dubitare della provenienza ( tra l'altro mi è costato solo 5 euro , quindi nessuna speculazione ) , ma non ho mai visto nulla del genere . E' realizzato in un unico pezzo di feltro di lana sagomato e fermato con due bottoni , con un disegno stampato sulla parte frontale . Ho pensato a qualcosa di religioso e nel caso l'assenza di simboli cristiani potrebbe indicare una provenienza islamica , ma non ne ho idea . Il fatto che ne avesse più d'uno e la fattura accurata fa propendere per una produzione di serie , quindi uniformata .
    Io la butto li , ci provo , chissà se qualcuno di Voi ha mai visto nulla del genere ...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Saluti a tutti .

    Non si scoprirebbe mai niente se ci si considerasse soddisfatti di quello che si è scoperto.

    Lucio Anneo Seneca

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Desio ( Mi )
    Messaggi
    153
    Oltre trecento visite ma nessuno lo ha mai visto prima . Pensate che ho chiesto anche ad una famosa collezionista americana , Stacey Miller , che ha una notevolissima collezione di copricapo da tutto il mondo ed organizza molte mostre negli Usa , è stata gentilissima , ma anche lei è rimasta molto perplessa sulla provenienza e , per curiosità "professionale", mi ha detto che continuerà anch'essa le ricerche . da parte mia dopo tante ore al pc non ho cavato un ragno dal buco : unica cosa ho notato qualche somiglianza del disegno frontale con alcuni disegni presenti su copricapo del Kirghisistan , Kazachistan o regioni ( o etnie ) limitrofe , ma ancora nulla di definitivo .
    Se scopro qualcosa , giusto per curiosità , ve lo farò sapere .
    Saluti a tutti .

    Non si scoprirebbe mai niente se ci si considerasse soddisfatti di quello che si è scoperto.

    Lucio Anneo Seneca

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,893
    Citazione Originariamente Scritto da boss Visualizza Messaggio
    Oltre trecento visite ma nessuno lo ha mai visto prima . Pensate che ho chiesto anche ad una famosa collezionista americana , Stacey Miller , che ha una notevolissima collezione di copricapo da tutto il mondo ed organizza molte mostre negli Usa , è stata gentilissima , ma anche lei è rimasta molto perplessa sulla provenienza e , per curiosità "professionale", mi ha detto che continuerà anch'essa le ricerche . da parte mia dopo tante ore al pc non ho cavato un ragno dal buco : unica cosa ho notato qualche somiglianza del disegno frontale con alcuni disegni presenti su copricapo del Kirghisistan , Kazachistan o regioni ( o etnie ) limitrofe , ma ancora nulla di definitivo .
    Se scopro qualcosa , giusto per curiosità , ve lo farò sapere .
    Ottimo! io non saprei nemmeno da dove iniziare

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di PanzerKorps
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Udine, UD
    Messaggi
    123
    mongolhatEreen1.jpg
    La forma ricorda molto il tradizionale berretto mongolo qui in foto. Io darei quasi per certa una provenienza centro asiatica, etnia turca o mongola.

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Località
    Desio ( Mi )
    Messaggi
    153
    Dopo svariati mesi di ricerche infruttuose ho provato a scrivere ad un'altra nota collezionista di copricapo etnici del mondo, la Dottoressa Beverly Chico , dal Colorado , che ha addirittura scritto un libro che è un'enciclopedia sull'argomento ( Hats and Headwear around the world ) e Lei, gentilissima , mi ha risposto così ( scusate la traduzione ) :
    << In risposta alla sua mail con fotografie che mostrano un cappello "misterioso", mentre io non posso darle una risposta di identificazione precisa, ecco alcune possibilità interpretative.
    Prima di tutto, il copricapo etnico delle donne croate differisce da regione a regione, se bassopiani, montagne o costa adriatica. I copricapo sono di solito complessi e possono essere ghirlande elaborate, corone di nozze o foulard ricamati fatti di materiali multipli. Il copricapo etnico dei maschi è solitamente in feltro a "papalina" ( pill-box ) frequentemente con decorazioni a spirale ricamati sulla sommità e una coda o treccia fissata alla cima.
    Apparentemente, il costume etnico maschile cominciò a scomparire dal tardo 19 secolo e virtualmente scomparve , mentre i costumi femminili furono mantenuti per usi cerimoniali sino ad oggi.
    Io mi chiedo se il Suo copricapo può essere un articolo turistico e moderno ( souvenir ) .
    Il disegno a spirale è tipico di articoli etnici dell'Adriatico ma di solito sono ricamati, mentre il suo sembra stampato direttamente sul feltro.
    Io ho nella mia raccolta tre versioni del berrettino squadrato indossato da uomini dall'Asia Centrale alla Cina Occidentale e Uzbekistan. Uno è prodotto manualmente e ricamato a mano; un altro ha lo stesso disegno ma è cucito a macchina; e l'ultimo è una versione più recente con lo stesso modello e disegno ma realizzato in inchiostro o vernice bianco.
    Il Suo cappello mi ricorda questo ultimo processo di fabbricazione in serie e realizzato per la distribuzione di massa. La forma del Suo cappello è insolita ma una volta slacciati i bottoni sarebbe facile da immagazzinare e/o trasportare. I bottoni in plastica danno del resto l'idea di un prodotto economico.
    Io spero che questa riflessione possa essere utile nella Sua ricerca per identificare l'origine e la funzione del copricapo.>>

    La ricerca continua....
    Saluti a tutti .

    Non si scoprirebbe mai niente se ci si considerasse soddisfatti di quello che si è scoperto.

    Lucio Anneo Seneca

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •