Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Tarli maledetti!

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Tarli maledetti!

    Durante le ferie ho finalmente avuto modo di riguardare un po' di roba.
    Con somma sorpresa ho notato che le impugnature di due pugnali, uno
    austriaco e uno italiano da ardito, ospitano dei tarli, che lentamente si
    stanno pappando tutto. Chiedo consiglio a chi conosce l'argomento.
    Come bisogna procedere? Ho sentito parlare di iniezioni di petrolio, stucco,ecc
    E' corretto? Se c'è qualche altro metodo, fatemelo sapere perché non
    vorrei arrivare troppo tardi. Grazie! PaoloM
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: Tarli maledetti!

    1° esempio
    La tecnica è piuttosto complicata perchè richiede molta pazienza - Dovresti armarti di una siringa e un pò di petrolio da iniettare nei buchi creati dai tarli - Dopo di ciò avvolgi il paravento nella plastica e lascialo per circa una settimana - I tarli moriranno e così anche le eventuali tarme timaste - Ottura i buchi con dello stucco (lo vendono anche in bastoncini x comodità*), leviga con polvere di pomice e lucida con un batuffolo imbevuto di olio di lino - Occorrono molte passate, devi "massaggiare" fino a completo assorbimento più volte fino alla lucentezza desiderata. Il lavoro richiede tempo e pazienza ma il successo è garantito !

    2° esempio
    Prodotto antitarlo (lo compri in un colorificio, si applica con un pennello). Dai il prodotto con un pennello su legno asciutto per almeno due volte intervallate da circa un'ora, poi avvolgi il paravento nel cellophane (puoi usare i teli per coprire i mobili quando si dipingono i muri) in modo che sia ben sigillato e non passi aria. Lo lasci così per 10/15 giorni. Il prodotto poi non rovina assolutamente il legno. I tarli alla fine sono eliminati...
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068

    Re: Tarli maledetti!

    Gigi, grazie!!Provvedero' in tempi rapidi! Ciao, PaoloM

  4. #4
    Moderatore L'avatar di serpico
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    2,648

    Re: Tarli maledetti!

    In commercio esistono degli antitarlo gia pronti in cofezione bomboletta spary,con apposito beccuccio per entrare nella tana della bestia malefica.
    Cone detto da Viper,dopo il trattamento tieni l'impugnatura in un sacchetto per qualche giorno.
    Attenzione anche al resto della collezione(mobili compresi) e al primo segno di polverina agisci immediatamente.
    VEDO TUTTO, OSSERVO MOLTO, DISSIMULO POCO!

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: Tarli maledetti!

    Personalmente ho provato con il metodo del petrolio su di un mobile; mi hanno detto che con pezzi piccoli come i tuoi si possono gasare i tarli mettendo i pezzi in un sacchetto di nylon e collegandolo ad una bomboletta di gas ...
    Sul primo metodo garantisco sul secondo

  6. #6
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055

    Re: Tarli maledetti!

    Oscar non so se il gas riesca ad eliminare anche le uova... il petrolio è un buon rimedio ma poi si sente il tipico odore per diverso tempo; i prodotti specifici antitarlo sono molto efficaci, hanno una buona bagnabilità* e assorbibilità* e non lasciano odori.
    In questo caso, un oggetto relativamente piccolo, lo immergerei direttamente per qualche secondo nell'antitarlo in modo che lo assorba in profondità*.
    Sarebbe bene fare subito un trattamento, per poi riprenderlo in primavera prima che si schiudano le uova del "simpatico" animaletto.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: Tarli maledetti!

    Dopo quello che ho letto, caro Peo, direi di no e direi anche che alla prima esperienza, pur usando metodi rudimentali, sonon stato fortunato; leggete qui

    I danni maggiori sono provocati dalle larve del Tarlo le quali, durante tutta la loro lunga vita, che va dai 6 mesi agli 11 anni a seconda della specie, nutrendosi di lignina, cellulosa ed emicellulosa, scavano gallerie dentro il legno del nostro mobile, del pavimento, delle travi ecc. rimanendo sempre all`interno e invisibili fino a diventare "finalmente" Tarli adulti pronti per uscire all`aria, accoppiarsi, dopodichè le femmine ritornano verso il legno per deporvi le uova, infatti i Tarli sono molto proliferi e sono solo le larve che si nutrono del legno.

    CICLO RIPRODUTTIVO
    Le femmine e i maschi adulti del Tarlo escono dalle gallerie per accoppiarsi e la femmina torna sulla superficie legnosa per deporre le uova in qualche piccola fessura o all`imbocco delle gallerie e, mentre le nuove larve appena nate si inoltrano nelle gallerie, i Tarli adulti hanno breve vita.


    Se poi non siete ancora svenuti pensando ai vostri poveri "legni" andate qui

    http://www.cinziaricci.it/amenita-geppe ... rventi.htm

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di btgak47
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    Puglia
    Messaggi
    683

    Re: Tarli maledetti!

    Viene usato su oggetti di grandi dimensioni (travi, mobili, etc.) con appositi macchinari ma non garantisco su piccoli oggetti:

    MICROONDE:

    I tempi di trattamento sono in funzione della tipologia di legno, dello spessore, dell`umidità* e della temperatura del manufatto da trattare.

    La possibilità* di poter usare diverse potenze elettromagnetiche consente di dosare il trattamento sulla scorta dell`infestazione in atto, delle dimensioni e della tipologia dell`oggetto da trattare.

    L`effetto che si persegue è il riscaldamento del materiale a temperature tali da non danneggiare il manufatto ma comunque sufficienti ad eliminare gli insetti xilofagi infestanti (riscaldamento selettivo).

    La temperatura massima che viene raggiunta è di 70-75°C mentre il limite di infiammabilità* del legno è di circa 200°C.
    Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi. (James Dean)

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Tarli maledetti!

    Citazione Originariamente Scritto da btgak47
    Viene usato su oggetti di grandi dimensioni (travi, mobili, etc.) con appositi macchinari ma non garantisco su piccoli oggetti:

    MICROONDE:

    I tempi di trattamento sono in funzione della tipologia di legno, dello spessore, dell`umidità* e della temperatura del manufatto da trattare.

    La possibilità* di poter usare diverse potenze elettromagnetiche consente di dosare il trattamento sulla scorta dell`infestazione in atto, delle dimensioni e della tipologia dell`oggetto da trattare.

    L`effetto che si persegue è il riscaldamento del materiale a temperature tali da non danneggiare il manufatto ma comunque sufficienti ad eliminare gli insetti xilofagi infestanti (riscaldamento selettivo).

    La temperatura massima che viene raggiunta è di 70-75°C mentre il limite di infiammabilità* del legno è di circa 200°C.
    E' un metodo che conoscevo anche io però nel nostro caso ci sono parti metalliche che sconsigliano il fai da te casalingo.

    Ciao
    Andrea
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato