Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 57 di 57

Discussione: Tasca porta baionetta + piccozzino "italia"

  1. #51
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,225

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Ho scovato un vecchio articolo pubblicato sulla 'Classica' di Diana Armi, in cui si parla di tasca portabaionetta/attrezzo anche nella 1^GM. con tanto di prove.Appena rivisionero' l'articolo saro' piu' esauriente.Premetto pero', come acclarato in questo bel thread di essere convinto al 100% che è del 1927.A presto, PaoloM
    Si tratta di Diana Armi 'Classica' del 10/2002. A pag.170 Livio Pierallini fa' riferimento a 'baionetta con l'impugnatura d'emergenza in ottone, e picozzino riposti nella tasca multipla, in uso fin dalla guerra di Libia, come prova l'anno scritto con l'inchiostro sul retro del passante'
    (sic!) Certo, la prova non e' determinante visto che l'iscrizione sul retro del passante e' ad inchiostro, tuttavia tanto e' bastato per riflettere un po' di piu' su questo accessorio.Bisognerebbe controllare meglio sull'atlante d'Artiglieria 1907 e subito successivi
    per vedere se e' illustrato qualcosa di simile (o identico) poi ripreso e codificato nel 1927.
    PaoloM

  2. #52
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,844

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    ... ho dato un'occhiata al volume di Bartocci & Salvatici: Armamento individuale dell'esercito Piemontese e Italiano, 1814-1914, Edibase, Firenze, 1987.

    Anche qui è riportata la teschetta in questione come adottata nel 1927 ...

    A mio parere è questa la data giusta in quanto solo con l'esperienza bellica precedente e con il riordino dell'Esercito, dal 1926, entrarono in vigore norme importati dal punto di vista strutturale, di equipaggiamento e uniformologico previsti dal c.d. Ordinamento Mussolini.

    Riporto quanto scritto sul volume in questione, volume che è una pietra miliare della pubblicistica del genere, relativo alla taschetta...

    Un caro saluto

    F.M.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  3. #53
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,225

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    Ho anch'io il volume da te citato e' la classificazione del 1927 e' ineccepibile.
    Mi chiedo come mai tale accessorio abbia tratto in inganno tanti autori (me compreso),
    facendolo annoverare nella 1^GM, considerato che il G.M.U. lo riporta esattamente. PaoloM

  4. #54
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,844

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    [quote:18b15ahg]churchill ha scritto:
    ....La domanda a Marpo, invece, riguardava altri due aspetti:

    1) Non sapevo avesse pubblicato libro e, scusandomene, lo invito, se vuole e puo', a mandarmi MP per visionarlo.

    2) ho scoperto che i fregi della WW1, per Sottufficiali, erano Gialli.

    (...)
    In tutta la mia vita non ho mai visto fregi gialli per sottufficiali della 1^GM (...) in cio' Furiere M. potra' essere piu' preciso (...).
    [/quote:18b15ahg]

    ... i fregi per ufficiali e sottufficiali erano, fino all'entrata in guerra, in canuttiglia argentata o dorata a seconda delle Armi e Corpi del R.E., va da sé che quelli dei sottufficiali, soprattutto sergenti e sergenti maggiori erano "più poveri" e costavano di meno... Divennero in filo grigio verde a partire da settembre 1915 e neri qualche tempo dopo...

    La truppa, invece, con l'uniforme g.v. adottata nel 1909 ebbe dei fregi colorati: in lana turchina per la fanteria, bianca per la cavalleria, gialla per l'artiglieria, cremisi per il genio ecc. Questi fregi furono portati estesamente solo nella guerra di Libia ... infatti dal 1911 il colore fu unificato per tutte le Armi e Corpi in "lana nera" ... naturalmente quelle colorati furono portati "a consumazione" e non è escluso, visto che dettero fondo a tutti i magazzini, che qualche berretto ne era provvisto anche all'inizio della guerra e comunque non per i corpi mobilitati... ma per gli addetti nei Distretti, comandi, uffici ecc. lontani "dalla fronte"...

    saluti

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  5. #55
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,844

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    Mi chiedo come mai tale accessorio abbia tratto in inganno tanti autori (me compreso),
    facendolo annoverare nella 1^GM, considerato che il G.M.U. lo riporta esattamente. PaoloM
    ... beh, questo non lo so ma ipotizzo che non avendo consultato il GM si è pensato a qualcosa di bellico... Le librette prebelliche su questi attrezzi dicono che si portavano inseriti nel cinturino e fu sicuramente l'esperienza bellica a mettere in evidenza la difficoltà* di averli addosso in combattimento... Cosa che fu superata negli anni successivi. D'altronde di foto della Grande Guerra ne abbiamo esaminte qualche decina e non ne abbiamo visto una con questo aggeggio.

    Ciao

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  6. #56
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    85

    Re: TASCA PORTA BAIONETTA + PICCOZZINO "ITALIA"

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Accidenti! Sara' una replica pero' e' ben fatta! Come si distingue dagli originali, se lo sai?
    PaoloM
    [attachment=0:26t5ytro]scansione0030.jpg[/attachment:26t5ytro]
    Ciao Paolo,
    la replica illustrata nelle foto viene prodotta tutt'ora da un noto fabbricante e si distingue facilmente dagli originali poichè questi (come tutto l'equipaggiamento G/V dell'epoca) venivano prodotti con pellame intero conciato al cromo in grigioverde.
    I pezzi ritagliati in queste pelli intere hanno sempre il taglio "pulito", mentre la replica in questione è stata tagliata in cuoio marrone e solo successivamente verniciata a smalto, coprendo così di vernice anche il taglio del cuoio, i rivetti, la fibbia (che nell'originale sono neri) e tutto il resto.
    Anche questo è un motivo per cui la vernice, screpolandosi, si distacca dal cuoio.
    saluti
    Tinta del sangue dei vinti ogni spada è innocente

  7. #57
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    17,225
    Una bella tavola di Viotti del 1986 gia' pubblicata sul web Pinterest. PaoloM
    Granatiere di Savoia.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato