Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 34

Discussione: tenente dei cavalleggeri...una storia...

  1. #21
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Piemunt
    Messaggi
    362

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    ..dirò una stupidata ma a me dà l'impressione d'essere il calza-stivali....
    Inoltre vi chiedo come mai un Tenente portava gli stelloni lisci da truppa?
    Saluti

  2. #22
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Karl:
    ..dirò una stupidata ma a me dà l'impressione d'essere il calza-stivali....
    Inoltre vi chiedo come mai un Tenente portava gli stelloni lisci da truppa?
    si, è un calzastivali appoggiato sopra la bandoliera in cuoio marrone della Glisenti 1910 il cui cordoncino è appoggiato alla giubba stessa.

    Esiste una disposizione del periodo bellico che estende agli ufficiali le uniformi della truppa...

    In questo caso l'ufficiale ha utilizzato panno non da truppa e il taglio della truppa con la licenza delle due, comode, tasche inferiori...

    Ciao

    fm
    E' la somma che fa il totale.

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Piemunt
    Messaggi
    362

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Grazie F.M. avrei pensato (senza una precisa ragione) che la possibilità dell'uso giubbe da truppa da parte degli Uff.li non si estendesse anche alle stellette. Sbagliavo.
    Saluti

  4. #24
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    e, visto che ci siamo...

    … al reggimento Monferrato successe una bella e delicata storia che ebbe protagonista il suo Stendardo…

    Il 29 ottobre 1917, durante la ritirata di Caporetto, il reggimento, per alleggerire la pressione avversaria e proteggere la ritirata nei nostri, verso le 4 del pomeriggio caricò gli austriaci nei dintorni di Pasian Schiavonesco. Alla carica, che riuscì nell’intento, partecipò anche lo Stendardo del reggimento. L’azione fu molto cruenta e costò perdite rilevanti: circa quaranta furono i morti e numerosissimi i feriti. Tra i morti anche il portastendardo, sottotenente Aristodemo Cortiglia e il sergente maggiore della scorta Bruno Calderini. Lo Stendardo fu dichiarato perso…

    Il reggimento per circa un anno combatté appiedato e in vari punti del fronte. Dopo Vittorio Veneto era a Tolmezzo e a Stazione per la Carnia dove fu raggiunto dall’armistizio.

    Il 15 dicembre 1918 da Nespoledo arrivò, al comando della 1.a brigata di Cavalleria, una cartolina postale così concepita: Sig. comandante, lo Stendardo di Monferrato trovasi presso di me. Venga a ritirarlo. Flebus Alfonso. Il comandante emozionantissimo saltò in macchina e corse a Nespoledo a ritirare il prezioso oggetto. Cosa era successo lo raccontò poi lo stesso Flebus:

    ”…quella sera sorpreso dal combattimento mi affrettavo a ritirarmi verso casa e, per evitare i proiettili che arrivavano da tutte le direzioni, mi nascosi. Dopo il combattimento carponi e piano piano continuavo ad andare verso Nespoledo. Mentre procedevo mi apparve, piantato per terra, lo Stendardo e accanto ad esso, steso per terra e ancora con la mano stretta all’asta, c’era l’alfiere morto, un sergente ucciso da una palla in fronte e altri morti insieme a tanti cavalli. (…) nascosi lo Stendardo sotto un mucchio di stoppie e qualche giorno dopo con mia moglie andai a recuperarlo. Bruciata l’asta, nascosi la lancia sotto una tegola del tetto e ficcai il drappo in una fessura del sottoscala dove rimase nascosto per ben 9 mesi, conscio, da vecchio soldato quale sono del valore del cimelio che custodivo, essendo la casa trasformata in alloggio per i tedeschi".

    Quando gli austriaci andarono via il Flebus estrasse il drappo e lo conservò … nell’unica camicetta di seta posseduta dalla sua figlia maggiore (aveva ben 9 figli) e lo consegnò al commosso generale Solari comandate la brigata di Cavalleria.
    Il patriottico gesto del signor Flebus fu, giustamente, premiato con la medaglia d’argento al valor miliare accompagnata anche da un premio in danaro.

    Un caro saluto

    fm
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    E' la somma che fa il totale.

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    141

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Mi fa' piacere il vostro interesse,grazie a tutti,Furiere Maggiore,interessante ciò che hai scritto...Cavento un saluto e spero a presto...cercherò di mettere insieme qualcosa leggendo i taccuini.Poi spiegherò il perchè e come del materiale della mia raccolta.

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    131

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    wow che tesoro meraviglioso: carico di storia e in condizioni stupende!
    Complimenti
    p.s. anch'io ti invidio molto

  7. #27
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    141

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Grazie Alpino! per rispondere a ciò che si chiedeva Vexillifer.Nell'armadio dove tenevo la mia raccolta,la totalità del materiale era assolutamente anonima,e vi confesso che questo un pò cominciò ad infastidirmi (la malattia era veramente fuori controllo),dei miei pezzi avrei voluto sapere vita,morte e miracoli... .
    Mi si presentò l'occasione di acquisire il materiale del Capitano della Gaeta,cedetti del materiale "anonimo" per materiale che rispondeva finalmente e pienamente a ciò che era il mio voler sapere.Da qui la scelta di cercare (nei limiti del possibile) materiale di cui sapere a chi appartenne,la sua storia e che "ha vissuto quei giorni".Certamente in tutto questo la fortuna riveste un ruolo non trascurabile che mi ha portato in seguito al materiale del Tenente dei Cavalleggeri e molto recentemente al materiale di un Capitano medico di cui qualcosa ho già postato e che a breve posterò per intero...Di tempo ne è passato e ritengo che sia sempre più difficile reperire "pezzi" di storia così...comunque mi accontento e spero che il futuro sia generoso.

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,275

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Citazione Originariamente Scritto da tonale66
    Grazie Alpino! per rispondere a ciò che si chiedeva Vexillifer.Nell'armadio dove tenevo la mia raccolta,la totalità del materiale era assolutamente anonima,e vi confesso che questo un pò cominciò ad infastidirmi (la malattia era veramente fuori controllo),dei miei pezzi avrei voluto sapere vita,morte e miracoli... .
    Mi si presentò l'occasione di acquisire il materiale del Capitano della Gaeta,cedetti del materiale "anonimo" per materiale che rispondeva finalmente e pienamente a ciò che era il mio voler sapere.Da qui la scelta di cercare (nei limiti del possibile) materiale di cui sapere a chi appartenne,la sua storia e che "ha vissuto quei giorni".Certamente in tutto questo la fortuna riveste un ruolo non trascurabile che mi ha portato in seguito al materiale del Tenente dei Cavalleggeri e molto recentemente al materiale di un Capitano medico di cui qualcosa ho già postato e che a breve posterò per intero...Di tempo ne è passato e ritengo che sia sempre più difficile reperire "pezzi" di storia così...comunque mi accontento e spero che il futuro sia generoso.
    Ritengo che questo ti faccia molto onore perchè si capisce che sei mosso dalla storia e non dal feticcio delle armi (cosa non rara nell'ambiente...). Peraltro grazie anche a persone come Valore Militare o altri che hanno vaste librerie sul tema è possibile risalire a un nome e a una storia o a una storia a partire da un nome o da un nastrino...
    Credo che tali utenti dovrebbero essere più attivi, nel senso che il contributo che danno nell'indentificare nomi abbinandoli a cose e dunque dandogli "un'anima", cioè la storia di chi le ha vissute, è superiore come importanza a quello che loro stessi forse pensano.

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Località
    Piemunt
    Messaggi
    362

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Condivido pienamente lo spirito collezionistico di tonale !!
    Per questo tonale ,fossi in te, non mi considererei poco fortunato d'aver aggiunto una così bella uniforme nominativa che come fai giustamente notare stà diventando sempre piu' una chimera.
    Personalmente e forse per il fatto che al mio inizio incontrai un collezionista doc ad instradarmi in tal direzione, conservo uniformi come anche qualsiasi altro oggetto quando nominativo , ed hanno un valore storico e di diffusione culturale speciale.

    Concordo anche che Valore Militare è in piu' occasioni chiamato a rispondere e con generosità non si tira mai indietro come del resto altri che hanno biblioteche di spessore.
    Saluti

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    141

    Re: tenente dei cavalleggeri...una storia...

    Grazie,concordo pienamente con quanto detto da Vexillifer e Karlfran...quanto avete detto vi fa' onore

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato