Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: Theresa Wallach, motociclista inglese

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,095

    Theresa Wallach, motociclista inglese

    Theresa Wallach (1909 - 1999), figlia di un geologo ed esploratore britannico (autore delle prime prospezioni dei giacimenti auriferi in Sud Africa), fin da bambina dimostrò un profondo interesse per i motori. Laureatasi brillantemente in Ingegneria meccanica, fu una delle prime motocicliste professioniste di Gran Bretagna, partecipando all’ inizio degli anni ’30 a competizioni motociclistiche nazionali sino ad allora riservate esclusivamente agli uomini. Nel dicembre 1934 partì da Londra in sidecar con l’ amica del cuore, Florence Blankiron, giungendo felicemente a Città del Capo nel luglio 1935. Il raid transafricano delle due donne - che per prime traversarono in moto il Sahara algerino spingendosi poi a sud attraverso tutta l’ Africa subsahariana - ebbe vasta risonanza mondiale. Tornata in patria riprese a gareggiare e nel 1939 fu primatista di velocità su Norton 350, aggiudicandosi la prestigiosa “Stella d’ oro” del B.M.R.C. (British Motorcycle Racing Club). Allo scoppio della 2^ g.m. si arruolò volontaria nell’ A.T.S. (Auxiliary Transport Service), raggiungendovi il grado di sergente. Grazie alle sue capacità divenne presto la prima e unica donna ad essere impiegata dall’ esercito britannico come staffetta portaordini motociclista in una unità operativa (Motorcycle Dispatch Raiders). Oltre a prestare servizio ordinario, nel 1942 addestrò alla guida e manutenzione di motocicli in ambiente desertico gli agenti segreti del S.O.E. destinati a operare in nordafrica, con una speciale attenzione per le moto di preda bellica, italiane e tedesche. Nel 1944 partecipò come consulente del R.E.M.E. ad una campagna volta ad affidare alla manodopera femminile lavori di alta precisione nelle officine di assemblaggio dei motori. Ottenuto il congedo solo nel 1947, fu pilota collaudatrice per le marche BSA, Norton e Lagonda. Nel 1950 attraversò in motocicletta gli Stati Uniti da costa a costa, mantenendosi lavorando come bracciante e come meccanico. Stabilitasi definitivamente in Usa, vi aprì una concessionaria di moto, importando principalmente marche inglesi, ma anche giapponesi e italiane. In seguitò diede lezioni di motociclismo acrobatico e guida sicura. Scrisse ben due manuali di motociclismo adottati da enti pubblici statunitensi e britannici, oltre ad una autobiografia intitolata “The rugged road”. Personalità schiva e riservata quanto determinata e mascolina, non si sposò mai e - cosa inconcepibile per la mentalità americana - non guidò mai una automobile. Ma “nonna Wallach” come la chiamavano le sue amiche, continuò a cavalcare le amate motociclette sino a poche settimane dalla morte.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •