Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 34

Discussione: Tokarev

  1. #21
    Utente registrato L'avatar di hpbt
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    93

    Re: Tokarev

    Io pensavo di avere avuto un SVT40 ma leggendo questo topic ho capito di avere avuto probabilmente un AVT40 . Comunque sparava bene perchè con me, che sono tendezialmente più pistolero, avevo realizzato un 120/150 ad una gara a Codogno tantissimi anni fa
    ......improvvisare....adattarsi.....raggiungere lo scopo.....

  2. #22
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bologna
    Messaggi
    105

    Re: Tokarev

    io con il mio ci ho sparato solo una volta,ma sono rimasto sconvolto dallo scatto!!
    lungo e grattava come ci fosse stata una manciata di sabbia!
    non sarei mai riuscito a farci una gara.
    Complimenti per il 120/su150.
    Sei per caso intervenuto sullo scatto?

    Saluti.
    Come Folgore dal cielo, come Nembo di tempesta.
    Non tremar se fischia la mitraglia, ma lotta con fiducia e con ardor.

  3. #23
    Utente registrato L'avatar di hpbt
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    93

    Re: Tokarev

    No non avevo toccato lo scatto, avevo però incollato in pezzetto di gomma dura ( volgare tacco di scarpa! ) sul grilletto per annullare il collasso di retroscatto e bloccato la presa di gas per farlo funzionare a ripetizione manuale.
    ......improvvisare....adattarsi.....raggiungere lo scopo.....

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    18

    Re: Tokarev

    Citazione Originariamente Scritto da hpbt
    No non avevo toccato lo scatto, avevo però incollato in pezzetto di gomma dura ( volgare tacco di scarpa! ) sul grilletto per annullare il collasso di retroscatto e bloccato la presa di gas per farlo funzionare a ripetizione manuale.
    Salve a tutti pure io possiedo un Tokarev e considerando le diciture credo sia un avt 40 perlomeno il calcio spara da dio, appena riesco mando qualche foto, mi chiedevo quale prodotto usare per pulire il legno del calcio da residui di unto sporco prodotti da me, a forza di usarlo. Lo scatto va bene, ho sentito di gente che sparando l'arma andava in full-auto, si vede qualcosa nel meccanismo non e' stato rivisto prima dell'importazione. Saluti matteo Personalmente amo molto le armi russe come organizzazione meccanica robustezza e affidabilita'.

  5. #25
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    45

    Re: Tokarev

    E' cosa comune trovare i calci di AVT su SVT riarsenalizzati.

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    18

    Re: Tokarev

    Citazione Originariamente Scritto da alb87
    E' cosa comune trovare i calci di AVT su SVT riarsenalizzati.
    essendo l'arma mono e il calcio marcato con la 'A' inoltre il freno di bocca e' a tre feritoie credo sia un avt a tutti gli effetti mi piacerebbe trovare la baionetta completa ma la vedo dura

  7. #27
    Moderatore
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Estero
    Messaggi
    1,275

    Re: Tokarev

    Citazione Originariamente Scritto da 183°
    Ciao Oscar!
    Chiedo venia,ma da ignorante;vorrei sapere se nell'azione dell'SVT sono presenti fresature particolari per il montaggio dell'ottica o le lavorazioni sono uguali a quelle dell'AVT.
    Inoltre, sei per caso a conoscenza anche di quanti AVT sono stati costruiti?
    Le fresature erano presenti praticamente su quasi tutti gli esemplari perchè inizialmente era previsto l'uso massiccio di armi dotate di ottica.
    Per rispondere alla seconda domanda allego una parte di un mio articolo sugli ayutomatici russi

    Le quantità* prodotte
    I dati sulla produzione dei semiautomatici russi sono rimasti per anni avvolti nel mistero. Le notizie sono contraddittorie e dobbiamo fare una digressione per affrontare il problema
    Secondo quanto scrive E.C.Ezell nel suo " Small Arms of the World " (12° edizione) vennero fabbricati 4.450.000 SVT 38 contro 1.322.085 SVT 40 di cui solo 51.000 in versione sni-per. Sono cifre poco probabili, soprattutto se esaminiamo la faccenda con i dati certi in nostro possesso e con un po` di logica.
    Nei progetti delle alte sfere militari il modello 38 doveva armare tutti i soldati della madre Russia e si prevedeva per il 1943 un totale di circa tre milioni di pezzi. Ma i progetti non avevano fatto i conti con gli inconvenienti manifestati dal fucile, che si evidenziarono durante la Guerra d`Inverno contro la Finlandia.
    La fabbricazione del SVT 38 iniziò a Izhevsk nel 1939 probabilmente verso la fine dell`anno, mentre a maggio era stata decisa la sospensione dell`AVS 36. La produzione andò avanti a pieno ritmo fino all`aprile del 1940 quando si decise di riconvertire le linee di montaggio al nuovo modello 1940.
    Abbiamo una produzione che durò 8 mesi: è realistico pensare, calcolando un numero di armi prodotte oscillante dai 6-700 esemplari dei primi mesi per arrivare fino ad un numero di 20-25000 degli ultimi, che se ne siano prodotte 150.000 unità*. Altri autori indicano, forse più rea-listicamente, una produzione di 100.000 unità*.
    Qualcosa di più sicuro si sa circa la produzione del modello SVT 40.
    Nei primi mesi della fabbricazione su larga scala (maggio, giugno, luglio), che iniziò a Tula, la produzione oscillò attorno ai 3500 esemplari.
    Ad agosto 1940 si era già* arrivati ad 8100 pezzi che divennero 10.000 a settembre e 11.000 ad ottobre. Non si hanno dati certi per novembre e dicembre, ma considerando la progressione in atto si può stimare la produzione in circa14-18.000 per un totale di 66.000 fucili prodotti nel 1940. Fra l`altro l`avere indirizzato tutte le capacità* produttive degli arsenali sull`STV 40, a scapito dei vecchi Mosin, spiega la rarità* di questi modelli recanti la data di quegli anni.
    Izhevsk iniziò la produzione del nuovo modello più tardi di Tula, probabilmente verso la fine dell`autunno del 1940, ostacolata dal fatto di dover riconvertire i macchinari (nati per fabbricare l`AVS 36) e riaddestrare le maestranze, Entrambi gli arsenali andarono avanti producendo grandi quantità* (1.000.000 di pezzi nel 1941) anche prima che la Russia venisse attaccata.
    Questo fino al 1942 quando Izhevsk ricevette l`ordine di riconvertirsi alla produzione di massa dei vecchi Mosin 91/39. Tula continuò la fabbricazione dell`SVT 40 fino al 1945, pur con i limiti imposti dal fatto che la produzione armiera era maggiormente concentrata sulla fabbri-cazione della leggendaria PPSh (Pistolet-Pulemyot-Shpagina), che era semplice da fabbricare (non aveva neppure una vite ed i pezzi erano tranciati e non lavorati), funzionava sempre e non richiedeva nessuna manutenzione.

    Qualcuno mi ha inviato delle foto da postare visto che non ci riusciva, eccole.

    [attachment=3:2zfvhj1s]30062010068 m.jpg[/attachment:2zfvhj1s]

    [attachment=2:2zfvhj1s]30062010070 m.jpg[/attachment:2zfvhj1s]

    [attachment=1:2zfvhj1s]30062010071m.jpg[/attachment:2zfvhj1s]

    [attachment=0:2zfvhj1s]30062010072 m.jpg[/attachment:2zfvhj1s]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    18

    Re: Tokarev

    Citazione Originariamente Scritto da Oscar
    Citazione Originariamente Scritto da 183°
    Ciao Oscar!
    Chiedo venia,ma da ignorante;vorrei sapere se nell'azione dell'SVT sono presenti fresature particolari per il montaggio dell'ottica o le lavorazioni sono uguali a quelle dell'AVT.
    Inoltre, sei per caso a conoscenza anche di quanti AVT sono stati costruiti?
    Le fresature erano presenti praticamente su quasi tutti gli esemplari perchè inizialmente era previsto l'uso massiccio di armi dotate di ottica.
    Per rispondere alla seconda domanda allego una parte di un mio articolo sugli ayutomatici russi

    Le quantità* prodotte
    I dati sulla produzione dei semiautomatici russi sono rimasti per anni avvolti nel mistero. Le notizie sono contraddittorie e dobbiamo fare una digressione per affrontare il problema
    Secondo quanto scrive E.C.Ezell nel suo " Small Arms of the World " (12° edizione) vennero fabbricati 4.450.000 SVT 38 contro 1.322.085 SVT 40 di cui solo 51.000 in versione sni-per. Sono cifre poco probabili, soprattutto se esaminiamo la faccenda con i dati certi in nostro possesso e con un po` di logica.
    Nei progetti delle alte sfere militari il modello 38 doveva armare tutti i soldati della madre Russia e si prevedeva per il 1943 un totale di circa tre milioni di pezzi. Ma i progetti non avevano fatto i conti con gli inconvenienti manifestati dal fucile, che si evidenziarono durante la Guerra d`Inverno contro la Finlandia.
    La fabbricazione del SVT 38 iniziò a Izhevsk nel 1939 probabilmente verso la fine dell`anno, mentre a maggio era stata decisa la sospensione dell`AVS 36. La produzione andò avanti a pieno ritmo fino all`aprile del 1940 quando si decise di riconvertire le linee di montaggio al nuovo modello 1940.
    Abbiamo una produzione che durò 8 mesi: è realistico pensare, calcolando un numero di armi prodotte oscillante dai 6-700 esemplari dei primi mesi per arrivare fino ad un numero di 20-25000 degli ultimi, che se ne siano prodotte 150.000 unità*. Altri autori indicano, forse più rea-listicamente, una produzione di 100.000 unità*.
    Qualcosa di più sicuro si sa circa la produzione del modello SVT 40.
    Nei primi mesi della fabbricazione su larga scala (maggio, giugno, luglio), che iniziò a Tula, la produzione oscillò attorno ai 3500 esemplari.
    Ad agosto 1940 si era già* arrivati ad 8100 pezzi che divennero 10.000 a settembre e 11.000 ad ottobre. Non si hanno dati certi per novembre e dicembre, ma considerando la progressione in atto si può stimare la produzione in circa14-18.000 per un totale di 66.000 fucili prodotti nel 1940. Fra l`altro l`avere indirizzato tutte le capacità* produttive degli arsenali sull`STV 40, a scapito dei vecchi Mosin, spiega la rarità* di questi modelli recanti la data di quegli anni.
    Izhevsk iniziò la produzione del nuovo modello più tardi di Tula, probabilmente verso la fine dell`autunno del 1940, ostacolata dal fatto di dover riconvertire i macchinari (nati per fabbricare l`AVS 36) e riaddestrare le maestranze, Entrambi gli arsenali andarono avanti producendo grandi quantità* (1.000.000 di pezzi nel 1941) anche prima che la Russia venisse attaccata.
    Questo fino al 1942 quando Izhevsk ricevette l`ordine di riconvertirsi alla produzione di massa dei vecchi Mosin 91/39. Tula continuò la fabbricazione dell`SVT 40 fino al 1945, pur con i limiti imposti dal fatto che la produzione armiera era maggiormente concentrata sulla fabbri-cazione della leggendaria PPSh (Pistolet-Pulemyot-Shpagina), che era semplice da fabbricare (non aveva neppure una vite ed i pezzi erano tranciati e non lavorati), funzionava sempre e non richiedeva nessuna manutenzione.

    Qualcuno mi ha inviato delle foto da postare visto che non ci riusciva, eccole.

    [attachment=3:3nd9szpf]30062010068 m.jpg[/attachment:3nd9szpf]

    [attachment=2:3nd9szpf]30062010070 m.jpg[/attachment:3nd9szpf]

    [attachment=1:3nd9szpf]30062010071m.jpg[/attachment:3nd9szpf]

    [attachment=0:3nd9szpf]30062010072 m.jpg[/attachment:3nd9szpf]
    un grazie ad oscar per avere postato le foto

  9. #29
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    255

    Re: Tokarev

    Pur non avendo armi da mostrare in foto, vorrei condividere una mia esperienza, anni fa, 1992 circa, fui testimone del ritrovamento in una vecchia casa in ristrutturazione, nell'area ai confini tra le province di Grosseto, Viterbo e Siena, di molti fucili della II^ G.M., erano tutti in pietose condizioni, tra i tanti era presente un SVT, con le parti in legno ormai marce....mi sono sempre chiesto come fosse finito li a migliaia di chilometri dalla russia e dal suo naturale teatro operativo. Ho subito eliminato il suo arrivo quale souvenir con qualche reduce dell'Armir, poi con il passare del tempo e acquisendo grazie a internet nuove informazioni, foto, filmati, libri, ho cristallizzato che l'arma sia stata portata da qualche soldato tedesco o da militari ex sovietici al servizio dei tedeschi. Grazie

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Messaggi
    9

    Re: Tokarev

    come regalo di Natale mi sono preso un SVT 40 arsenale Tula anno 1942 (armeria Tomcat Avenza (MS))
    Veramente bello sia di meccanica che di calciatura, c'erano delle zona troppo scure del legno (impugnatura e lato destro della pala), svericiato, riportato a colore naturale con acqua ossigenata 130 volumi e riverniciato a piumaccio con gommalacca macchiata noce chiaro.
    Mi hanno raccomandato cariche più basse di quanto uso sul Mosin Nagant, ho delle palle in piombo con gas chek da 158 gn, ho fatto 5 cartucce per tipo con dosi crescenti di N140 da 42 gn a 49 gn.
    Inizio ovviamente dalle più leggere, non riarma, scarrello a mano e fa slam fire, due volte.
    Sposto la valvola da 1,3 a 1,5, ancora non riarma bene neppure con carica 46 gn, apro la valvola a 1,7, adesso va bene.
    I fori sul bersaglio non mi convincono, metto quanto uso col Mosin (palla Siera match da 174 gn e 42,5 gn di N140) e finalmente ho una rosata decente.
    Tornato a casa ho fatto diverse prove con bossolo innescato ma scarico per verificare lo slam fire.
    Mettendo il bossolo (S&B con innesco CCI) direttamente in camera e lasciando di botto l'otturatore fa slam fire sistematicamente.
    Ho spessorato la molla del percussore con un tubetto di alluminio da 10 mm di lunghezza, cambia poco o niente.
    Ho spessorato con 25 mm e adesso va meglio ma l'impronta del percussore è presente sull'innesco, scarrellando più volte il solito bossolo si ha slam fire.
    Qualcuno ha avuto esperienze simili?
    Come fare per essere maggiormente tranquillo?

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato