Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Tommaso Dal Molin.

  1. #1
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Tommaso Dal Molin.

    Una foto dalla mia raccolta di un grandissimo Pilota Italiano negli anni affascinanti delle "Idrocorse".
    Sarà una mia impressione ma dal volto di Dal Molin, in questa immagine, pare trasparire la forza, la determinazione e la tenacia del suo carattere, unita alla stanchezza fisica...

    E'un immagine della mia raccolta sull'Aviazione che, per me, ha un rilievo speciale.
    Un Personaggio che diede vero lustro al nostro Paese e alla sua Aviazione.
    Purtroppo in una Nazione senza più memoria storica il suo nome, oggi, viene citato esclusivamente quando ci sono contestazioni/disordini in merito all'aeroporto Vicentino a Lui dedicato.

    Mi pare giusto e appropriato, qui, ricordarlo con Voi!



    Dal sito del Museo Storico Tommaso Dal Molin:
    Il Maresciallo Pilota Tommaso Dal Molin nacque a Molino di Altissimo (Vi) il 13 gennaio 1902 da Regina Peron e Domenico: fu il primo di sei fratelli (Bruno, Giuseppe, Afra, Maria e Germana), una famiglia umile e stimata che per ragioni di vita e di lavoro dovette stabilirsi a Chiampo (Vi). In questo paese visse i primi vent'anni, trascorsi serenamente nella casa, al circolo ricreativo della parrocchia ed alle officine Pellizzari di Arzignano. Soldato di leva nel 1922, venne assegnato al III Raggruppamento Aeroplani. Conseguì il brevetto di pilota otto mesi dopo. Esperimentò vari aerei e volò instancabilmente. Dimostrò qualità eccezionali: nel volo acrobatico meritò di essere annoverato tra i migliori piloti del mondo. Dal Molin fu inviato a Zurigo nel 1928 a sostenere il difficile confronto con i più famosi aviatori stranieri nelle gare di alta acrobazia, conseguendo riconoscimenti ufficiali della sua alta classe e dei suo stile impareggiabile. Nella undicesima coppa Schneider del 7 settembre 1929 a Calshot, in Inghilterra, Dal Molin partecipò alla competizione internazionale degli uomini più veloci del mondo e con il suo Macchi M.52R si classificò al secondo posto; venne comunque proclamato quale miglior pilota della gara. La grande impresa gli valse una medaglia d'argento al Valore Aeronautico. Nel pomeriggio del 18 gennaio 1930 Dal Molin salì a bordo del bimotore Idrocorsa Siai S.65, per delle prove di collaudo. Purtroppo, per cause ignote, il suo aereo si ìnabissò nelle acque del lago di Garda, causando la prematura scomparsa del valido pilota. In sua memoria è stato dato il nome all'Aeroporto Militare vicentino ed eretto un monumento al suo interno.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: Tommaso Dal Molin.

    Grazie per aver condiviso

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato