Buondì, rispondo per punti:
STEFANO: le calzature sono sempre comunque cuoio, con suole chiodate, come allora...nulla di tecnologico; unico avvertimento sempre utile e consigliato all'epoca come adesso è l'ingrassatura della calzatura che la rende impermeabile, non calda ma impermeabile...
Il caldo è dato da due paia di calzettoni di lana (nulla di tecnico) e dal movimento....se si sta fermi nella neve per un certo tempo non ci son scarpe o altro che tengano....il piede si raffredda!
A me è successo....niente di nuovo dunque!!! le mollettiere è 13 anni che le porto...se messe bene fanno il loro dovere, non cadono! Certo è capitato che durante dimostrazioni di assalto, ove si deva strisciare, sbalzare, rotolarsi a terra a qualcuno si sono sfilate...anche qui..niente di nuovo..accadeva ed accade!
PEO: si si caldeggio la tua visita al villaggio o più in generale in quei posti magici...si bei tempi quelli della GIORNATA IN GRIGIOVERDE, ci ho buttato parecchie energie!!!! Ma ora al Lagazuoi non si fa più nulla....si è spostato al Monte Palon ( massiccio del Grappa...tutti i Settembre) e forse attrono al Forte TRAISAS...qualcosa si sta muovendo:-)))) vedremo!!
Un salutone a tutti
Remo
Sentinelle del Lagazuoi