Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: Transizionale...sensazionale...

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    65

    Transizionale...sensazionale...

    Ciao...
    è entrato da poco nella mia collezione...volevo chiedere 2 informazioni: il marchietto sulla falda anteriore "AEG" è del costruttore?
    Inoltre, quei due ganci saldati ai margini delle falde laterali a che servivano?
    Grazie...

    Immagine:

    177,34*KB



    Immagine:

    160,06*KB



    Immagine:

    172,6*KB

    Immagine:

    188,94*KB



    Immagine:

    176,87*KB


    Immagine:

    164,52*KB


    Immagine:

    156,63*KB



    Immagine:

    169,64*KB

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675
    Direi che si tratta di un M16 austriaco ricondizionato Wehrmacht con tutta probabilità* dopo l'Anschluss. In quel periodo gli elmetti rimasti o mai utilizzati dalla fine della Grande Guerra, venivano ritinteggiati e decallati con le insegne naziste utilizzando vecchi interni riadattati e con rivetti di tipi differenti (ecco spiegato il colore diverso dei rivetti applicati al tuo elmo), oppure (come in questo caso) montando i nuovi interni di produzione tedesca. Anche i soggoli potevano variare per tipologia, in sostanza tutto veniva riutilizzato seguendo l`ottica del riadattamento e con risultati spesso non proprio eccellenti da un punto di vista estetico. Queste considerazioni potrebbero spiegare la presenza dei ganci saldati alle falde laterali che per logica servivano a trattenere il soggolo. Io credo che il marchietto punzonato sopra la taglia appartenga al produttore ma non saprei indicartelo. [ciao2]
    Infanterie Königin aller Waffen

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Potrebbe essere la AEG che ancora oggi produce elettrodomestici? non è da escludere, dopotutto la Siemens che oggi produce apparecchiature elettriche, durante la guerra produceva i caschi SSK 90 in cuoio per la Luftwaffe.
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700
    Decisamente un elmetto insolito.
    La decal adler mi da una buona impressione, direi una ET regolamentare; il tricolore insomma, comunque direi non malaccio.
    Un po' meno convincente la colorazione esterna con sospette zone che sembrano passate con carta vetrata o paglietta e altre che sembrano essere state sottoposte a fiamma (bollicine).
    Non molto convincente il liner, a parte la pelle ingrassata e sospettamente abrasa (quarto anteriore sinistro per chi guarda la foto), come farebbe una mola sfuggita per un attimo al controllo, è un po' strano il cerchio in acciaio zincato; mi spiego, un transizionale bidecal è presumibilmente un elmetto massimo del 1939, quindi troverei più logico un cerchio in alluminio, ma comunque ci può stare.
    Sono davvero strani i gancetti elettrosaldati, non saprei quale uso potessero avere, visto che quelli del soggolo originale sono regolarmente presente e inoltre questi, per essere per un soggolo, sono anche troppo arretrati.

    Il marchietto, che potrebbe sembrare AEG, non corrisponde a nessuno dei "logo" ufficiali della suddetta Ditta, e inoltre non ho trovato alcuna indicazione della produzione di prodotti siderurgici , tanto meno elmi, da parte della stessa.
    Ho pensato potesse trattarsi di una eventuale ditta "Steg" ma non ho trovato alcun riscontro neanche in questo senso.
    Per me un mistero.

    Immagini dei "logo" officiale AEG, ditta fondata nel 1883, che si dedicò in particolar modo alla produzione di elettroutensili; già* nel 1908 produceva trapani portatili non troppo diversi da quelli che siamo abituati ad usare oggigiorno; negli anni 30 già* costruì martelli elettrici demolitori e perforatori, negli anni 40 levigatrici per carrozzieri e via dicendo; prima e durante la 2gm fu attivissima nella produzione di componentistica elettrotecnica ed elettronica per le Forze Armate, in particolare l'Aviazione e la Marina.
    La AEG fu un importante "sponsor" e finanziatore del Nazionalsocialismo.
    La rinascita postbellica, come molte altre industrie tedesche, risale alla seconda metà* degli anni 50; il resto è storia recente.




    Immagine:

    19,42*KB Immagine:

    11,28*KB

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    I gancetti supplementari saldati?Tipici del periodo transizionale, servivano unicamente a fissare l'elmetto allo zaino tramite un'apposita cinghia. Non lo dico io, lo dice il Baer...e altri autori.
    Circa il marchio AEG, esso è abbastanza simile a quello illustrato per secondo da Piesse. E' quasi certo che l'AEG non abbia mai costruito elmetti, pero' e' possibilissimo che l'AEG abbia ricevuto la commessa principale per la trasformazione di elmetti della 1^GM.Ricordiamoci che in quel periodo post-armistiziale, tutte le ditte che in precedenza avevano costruito elmetti ed armamenti, erano sotto trattato di Versailles che impediva alla Germania di riarmarsi, sicché, per aggirare il veto, furono coinvolte altre ditte che non si occupavano di cose militari. Le decals, ovviamente si riferiscono al periodo piu' tardo in cui vi fu l'ascesa ufficiale del nazismo.L'imbottitura M.31 mi pare plausibile.[8D]PaoloM

  6. #6
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Territorio Libero di Trieste
    Messaggi
    2,043
    Davvero un bel elmetto,molto particolare.[]
    Ciao,Alan.

  7. #7
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675
    Citazione Originariamente Scritto da marpo

    I gancetti supplementari saldati?Tipici del periodo transizionale, servivano unicamente a fissare l'elmetto allo zaino tramite un'apposita cinghia.Non lo dico io, lo dice il Baer...e altri autori.
    [8D]PaoloM
    Ottima ed interessante precisazione che apprendo solo ora, pur possedendo il Baer, qualcosa sfugge sempre [innocent].
    Del resto come precisato da Piesse la posizione dei ganci è decisamente arretrata per appedergli un soggolo..[:I]
    Infanterie Königin aller Waffen

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446
    parlando di ricondizionamento questo è avvenuto sicuramente post 1939, perchè il cerchio è in ferro e non in alluminio e le decal non sono la tipologia applicata agli elmi ricondizionati pre 35/39, l'elmo sembra in ordine decal comprese, per il liner non vedo problemi anche se trattato, però c'è qualcosa che a noso non mi convince molto nell'asetto generale(ma è solo una sensazione)!!!

    PS: potresti fare una bella foto frontale delle decal, ed un paio generali dell'elmo con luce naturale. grazie mille
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    65
    Grazie mille per le spiegazioni!
    Cercherò di fare qualche foto con la luce naturale...ma vi posso assicurare che non è affatto facile!!! (sarò spastico...)

  10. #10
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675
    Se fai uso di una digitale e se non ce l'hai, procurati per pochi euro un cavalletto, lo trovi nei negozi orientali. Fai le foto senza l'uso del flash e usa il macro per inquadrare le decals. Così non dovresti aver problemi.. [ciao2]
    Infanterie Königin aller Waffen

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •