Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 31

Discussione: Trasvolatori Atlantici

  1. #11
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ecco ora ci sono riuscito
    Il generale Ranieri Cupini la didascalia l'ho citata sopra

    Immagine:

    70,05*KB
    luciano

  2. #12
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Stupendo cimelio Rocket!
    Ora diamo qualche informazione sugli idrovolanti della crociera del decennale: si trattava del SIAI S 55 X. L'idrovolante era composto da due scafi paralleli raccordati all'ala, la coda era sorretta da semplici travi e i due motori (uno trattivo l'altro propulsivo messi in linea) erano posti su di un castello posto sul dorso alare.
    L'apertura alare era di 24 metri, i due motori erano degli Isotta Fraschini Asso 750 da 880 Hp velocità* massima 279 Km/h e quella di crocera 235 Km/h. Autonomia 15 ore e 40 minuti.
    [ciao2]

  3. #13
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ciao Peo questo è il S 55 X che non era altro che l'apparecchio S 55 TA già* impiegato nella precedente impresa Italia-Brasile del 1930-1931.
    La macchina però era stata ridisegnata, rimodernata e potenziata sempre sulla base del prototipo apparso nel 1923.
    Le novità* più importanti riguardavano ovviamente l'apparato motore, l'autonomia e il carico.
    Sì con i due motori Isotta Fraschini Asso 750 da 880 Hp a 12 cilindri a V raffreddati a liquido.
    La capacità* dei serbatoi benzina fu portata a 5.070 litri.
    Ciò consentiva un decollo con 5.000Kg. di peso e un'autonomia di 4.000Km con un carico inerte di 1.000Kg.
    La velocità* massima 270Km. di crociera 225km.
    Il consumo di carburante a velocità* ottimale era poco più di 1kg. per Km.
    Poteva raggiungere la quota di 5.000 metri.
    Una creatura dell'ing. Alessandro Marchetti.
    [ciao2]

    Immagine:

    34,33*KB
    luciano

  4. #14
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Ottimo Daniele []
    [ciao2]
    luciano

  5. #15
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Ciao Rocketscientist, non posso aiutatri per quanto riguarda i Trasvolatori Atlantici, però posso consigliarti di postare la tua bellissima bandiera in questo topic aperto qualche tempo fa, dedicato appunto alle bandiere, così nell'occasione lo riportiamo a "galla" evitando che vada (purtroppo) perso e dimenticato. Eccoti l'indirizzo:

    http://www.milistory.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=8753

    [][ciao2]
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    394
    Vi racconto la storia come me la ricordo:

    Il generale Cupini frequento' negli anni tra il 74 e l'80, ora non riesco a ricordare, l'AAA (Associazione Arma Aeronautica) di Torino. In quegli anni mio padre era comandante del presidio aeronautico e lo ricevette in alcune occasioni ufficiali. Mosso da simpatia verso mio padre, il generale gli regalo'copia autografa del libro, come ho detto, e la bandiera. Gli regalà³ anche l'elica in legno di uno di questi aerei, immagino pilotato da lui.... O qualcosa del genere.

    Mio padre dispose affinche' l'elica venisse installata nella sala del circolo ufficiali. Io non ci sono mai stato, se qualcuno potesse confermare di averla vista gli sarei molto grato.

    Una cosa che invece ricordo di avere visto per casa a quell'epoca e'stata la tuta di volo del generale. Non so se mio padre l'abbia donata all'AAA, di fatto non riesco piu'a trovarla da nessuna parte. Ricordo che aveva l'etichetta con il nome e grado, ma non sono in grado di dirvi se fosse quella degli anni trenta, oppure làºltima indossata prima di andare in pensione. In ogni caso, comunque c'e' da mangiarsi le mani per la stizza...... A meno che qualcuno testimoni di aver visto anche quella al circolo del presidio militare aeronautico di Torino.

    ciao.

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    394
    Ciao Silent Brother, hai scritto il tuo messaggio in contemporanea al mio....
    Saro'felice di postare la mia bandiera nel thread che mi hai indicato. Lo faro' nei prossimi giorni.

    ciao

  8. #18
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286
    Citazione Originariamente Scritto da rocketscientist

    Ciao Silent Brother, hai scritto il tuo messaggio in contemporanea al mio....
    Saro'felice di postare la mia bandiera nel thread che mi hai indicato. Lo faro' nei prossimi giorni.

    ciao
    Ottimo![:264]
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  9. #19
    Banned
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Venezia
    Messaggi
    5,055
    Citazione Originariamente Scritto da cocis49

    Ciao Peo questo è il S 55 X che non era altro che l'apparecchio S 55 TA già* impiegato nella precedente impresa Italia-Brasile del 1930-1931.
    La macchina però era stata ridisegnata, rimodernata e potenziata sempre sulla base del prototipo apparso nel 1923.
    Le novità* più importanti riguardavano ovviamente l'apparato motore, l'autonomia e il carico.
    Sì con i due motori Isotta Fraschini Asso 750 da 880 Hp a 12 cilindri a V raffreddati a liquido.
    La capacità* dei serbatoi benzina fu portata a 5.070 litri.
    Ciò consentiva un decollo con 5.000Kg. di peso e un'autonomia di 4.000Km con un carico inerte di 1.000Kg.
    La velocità* massima 270Km. di crociera 225km.
    Il consumo di carburante a velocità* ottimale era poco più di 1kg. per Km.
    Poteva raggiungere la quota di 5.000 metri.
    Una creatura dell'ing. Alessandro Marchetti.
    [ciao2]

    Immagine:

    34,33Â*KB
    Cocis sempre puntuali e precise le tue integrazioni![]

    La Regia Aweronautica impiegò l'S 55 per costituire i gruppi da bombardamento marittimo di La Spezia, Orbetello, Brindisi, Pola e Rodi.
    Altri esemplari furono venduti all'estero in vari paesi tra cui Russia, America, Romania e Brasile dove si trova tuttora l'unico esemplare esistente [ciao2] che credo sia in fase di restauro.

  10. #20
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611
    Grazie peo anche tu non scherzi []
    Aggiungo una nota di colore la spesa sostenuta per questa impresa fu di Lire 7.442.000 escluse le forniture dei combustibili perchè offerti gratuitamente da alcune ditte.
    [ciao2]
    luciano

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato