Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Trench art da diario di guerra

  1. #1
    Moderatore L'avatar di coloniale
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Ducato di Parma - Emilia Romagna -
    Messaggi
    4,858

    Trench art da diario di guerra

    ho finito oggi lo stupendo libro "la guerra del fante" di Mario Quaglia , edito dalle "edizioni mundos " di milano il 31 maggio del 1932

    é il diario di guerra di un tenente che dal primo giorno di guerra combatte per la nostra patria su vari fronti , dal carso, agli altopiani , al coni Zugna e poi in Libia .
    é scritto in un italiano arcaico e parecchio forbito ...
    in una dolina , a riposo per una ferita subita in via di guarigione , appena prima di tornare al reparto scrive sul suo diario:

    Dal momento che mi trovavo lì mi saltò il ticchio di dare una capatina improvvisa nel laboratorio degli zappatori ch'era stato impiantato in una casetta di Cesuna e , come già prevedevo , mi cadde sott'occhio il solito fante impegnato in lavori non propiamente di servizio , che al mio giungere trasalì: era tutto occupato presso una piccola fucina nel forgiare una corona di forzamento d'un proietto d'artiglieria per ricavarne un braccialetto o un tagliacarte .
    Feci le viste di nulla e lasciai correre .
    Anche questo costituiva una piccola industria , una delle più tipiche e innoque del fante : non era ancora cessato il bombardamento e già qualcuno sgusciava dalla trincea in traccia dei bossoli ancora scottanti per asportarne le corone di rame e, dopo averle ridotte con lungo e paziente lavoro di lima e di punteruolo in adornamenti , farne grazioso omaggio alla fanciulla del suo cuore.
    Talvolta , pesanti e gregge com'erano , le cedeva invece , dietro irrisorio compenso , agli automobilisti che ne facevano accanita ricerca , per farsi poi belli nelle retrovie e a casa loro col racconto dei drammatici episodi vissuti per la pericolosa conquista , sotto le micidiali raffiche del cannone nemico , di quei temibili gingilli .

    Questo é uno dei pochi brani che ho riscontrato nella memorialistica combattente , che riporta episodi di trench art sul fronte italiano....
    ciao Nicola
    "coloniale"

    SUMMA AUDACIA ET VIRTUS!

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    231

    Re: trench art da diario di guerra

    Grazie di cuore per aver postato l'estratto, come giustamente dici le fonti storiche che parlino dell'Italico trench art sono veramente poche e per gli appassioniti come noi vere e proprie chicche.
    Dal canto mio fino ad ora solamente in un'occasione avevo avuto la fortuna d'incappare su quel tipo di righe per me preziose, leggendo uno dei miei libri preferiti "Isonzo 1917" di Silvestri. Nel quale citando sempre un diario di guerra questa frase riportava:

    Nessuno in mezzo a tutti questi duri settentrionali è benvoluto come Sorrentino, l'attendente del capitano Levi: un napoletano autentico, di Gragnano, il paese della pasta: ventiquattr'anni, capelli ricciuti, denti bianchi, sorriso perpetuo: che sa far tutto, il sarto e il falegname, la barba ai compagni e le stufe agli ufficiali, abile a inalzar muretti pei ricoveri e a riparar tutti i guasti di tutti i meccanismi, famoso sopra tutto per saper ricavar con un chiodo, dalle corone dei proiettili austriaci, coltelli, braccialetti, anelli, tagliacarte e perfino un paio di perfettissimi speroni per Lele. Due cose non sa; leggere e scrivere; e adesso che un ufficiale gli sta insegnando ho paura che me lo rovinino.
    (Silvio D'Amico, La vigilia di Caporetto - Diario di guerra)
    Cerco foto, lettere, cartoline e materiale in genere della brigata Abruzzi, specie se del 58° reggimento. Il periodo di riferimento è quello dalla guerra italo-turca alla Grande Guerra.
    Sarò molto grato anche a chi mi darà informazioni e riferimenti letterari della stessa.
    Grazie.
    Giacomo

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Waffen
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    FIRENZE
    Messaggi
    3,111

    Re: trench art da diario di guerra

    Grazie per aver postato, questi testi tratti da libri che verdro' in futuro di leggere, sono informazioni da farne tesoro, specie per questa tematica e pensare che cè chi dice ancora che questi oggetti è impossibile che siano stati fatti durante la ww1.
    kappa

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato