Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 22

Discussione: ultimo arrivo (M.35)

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    131

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Anche a me dispiace molto che l'abbiano rovinato...
    sono tentato di provare a restaurarlo e restituirgli una livrea dignitosa.
    Cosa ne pensate?
    Come mi consigliate di muovermi?
    Al mio posto cosa fareste?

  2. #12
    Utente registrato L'avatar di Franz56
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Trieste ("Uciolandia")
    Messaggi
    2,976

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Hmmmmm...
    Non saprei che dire, le linee di pensiero sono due, c'è chi lo terrebbe così com'è e chi lo restaurerebbe...
    Io personalmente lo terrei così com'è...
    Poi, sentiamo altri consigli e pareri da collezionisti più "navigati"...
    La vita è un temporale... prenderlo nel .... è un lampo...!!!
    El vento, el ... e i siori i gà sempre fato quel che i gà voludo lori...

    "Se un bischero dice 'azzate vorti'osamente può apri' un varco spazio temporale, in cui può incontrassi po'i se'ondi prima, generando 'osì un'infinita e crescente marea di 'azzate"... Margherita Hack

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    131

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    ... ho preso la decisione di tenerlo così, per non pregiudicarne l'originalità - già in parte deturpata da mano incosciente.
    Almeno so che il pezzo è originale!
    ... che - secondo me - è ciò che conta!

    Grazie per i pareri
    Andrea

  4. #14
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Ciao Andrea, io sono sempre per lasciare gli elmi come trovati, senza alterare il loro stato o senza manometterli. Però in questo caso farei un'eccezione, dato che l'elmo è solo un guscio per giunta senza vernice. A livello collezionistico non vale niente, un eventuale restauro non cambierebbe nulla al suo valore, ma esteticamente lo potrebbe salvare. Se fai un restauro oculato e "didattico", con la consapevolezza che poi avrai un elmo che assomiglia molto ad un pezzo da rievocatore, secondo me non fai male.
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  5. #15
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,041

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Credo che Franz abbia ragione! Avendo le mani felici, facendo attenzione ai consigli per le
    vernici, penso potresti ottenere un pezzo piu' che presentabile.
    Io prenderei ispirazione da questo restauro:
    viewtopic.php?f=30&t=28966
    e visto lo stato di conservazione del tuo pezzo, credo dovresti aver successo.
    PaoloM

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    131

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    [quote="franzroma"]Ciao Andrea, io sono sempre per lasciare gli elmi come trovati, senza alterare il loro stato o senza manometterli. Però in questo caso farei un'eccezione, dato che l'elmo è solo un guscio per giunta senza vernice. A livello collezionistico non vale niente

    Ciao Francesco,
    ti ringrazio per aver espresso la tua opinione;
    anch'io sono del parere che i pezzi non vadano toccati... al massimo una pulitina e interventi conservativi neutri (vedi: olio di vaselina o nivea per ammorbidire il cuoio e/o la pelle secca, ecc).
    Secondo me, il guscio che ho recuperato ha un minimo di valore collezionistico per via del timbro di accettazione interna, che è ben visibile dal vivo e affatto manomesso dal precedente possessore; per di più, un altro amico del forum mi ha scritto che questi timbri non erano apposti su tutti gli elmetti, ma solamente su una ridotta percentuale... di conseguenza, ho preso la decisione di non "restaurare" il pezzo, ma lasciarlo così... dopotutto, è il mio primo elmetto tedesco e spero che non sarà nemmeno l'ultimo
    p.s. chiedo solamente per curiosità e per appurare di non aver toppato: secondo voi, quanto l'ho pagato?

  7. #17
    Utente registrato L'avatar di franzroma
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Marche
    Messaggi
    2,446

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Ciao Andrea, non l'ho specificato direttamente nel mio precedente messaggio, ma per restauro oculato intendevo anche la conservazione di quel poco di vernice più timbro (accettazione e controllo) che è rimasto. Puoi intervenire sull'esterno salvaguardando l'interno, o salvando solo le parti appena citate dato che è sverniciato anche per metà interno. Il timbro cupolare non è una rarità, ma non è nemmeno cosi semplice trovarlo dato che, come hai detto, non veniva apposto su tutti i pezzi prodotti. Sinceramente solo questa caratteristica, a mio giudizio, non rende un guscio sverniciato a metallo vivo di grande interesse collezionistico, anzi se fosse stato tutto verniciato ma senza timbro sarebbe stato decisamente più appetibile. Chiaramente non parlo di interesse storico, monetario, affettivo, ecc.... Per questi motivi penso che se intervenissi sul pezzo non sarebbe, esteticamente, una cattiva idea.
    francesco / nachtjager44 / franzroma

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    4,675

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Ciao, se ti impegni a restaurare un guscio così ridotto ti assicuro che potrai avere delle soddisfazioni!
    viewtopic.php?f=87&t=13965
    Infanterie Königin aller Waffen

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    60

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    Ciao,
    se cambi idea e decidi di riverniciarlo ti auguro un sincero in bocca al lupo perchè io per trovare una vernice adeguata sia
    Heer che Luftwaffe per i miei M40 e M42 sto impazzendo.

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    131

    Re: ultimo arrivo (M.35)

    ok, potrei provare a restaurarlo esternamente, conservando intatto ciò che rimane dell'interno... ma ho bisogno di suggerimenti e consigli per muovermi in modo corretto: dove reperire la vernice giusta? è necessario applicare anche la decalcomania? se devo anche invecchiarlo (un pezzo vissuto è più scenico di uno nuovo fiammante)... allora rinuncio da subito, dal momento che non ne sarei per nulla capace e non saprei nemmeno come fare.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato