Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

  1. #1
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    Ciao a Tutti,
    gli esperti del settore 33 sapranno sicuramente confermare o smentire ciò che affermo nel titolo del topic;
    credo che questo semplice 33 abbia una sua storia da raccontare.

    Premesso che viene da un mercatino dell'Alessandrino, quindi non ho alcun riferimento storico certo, a mio parere potrebbe - forse - trattarsi di un ex REI o RM, poi RSI riutillizzato da un Partigiano delle formazioni Garibaldi, stante l'inequivocabile simbolo - falce e martello - tracciato alla sommità del rostro.

    La colorazione g.v. chiara base fu ripennellata con un verdone misto sabbia o altro materiale a finitura rugosa , particolarmente spessa in corrispondenza di un eventuale fregio anteriore, a somiglianza della vernice feldgrau antiriflesso tedesca, o degli M1 USA.
    Aggiungo che a me pare - ma pare proprio e forse mi autosuggestiono- di vedere una parvenza di disegno giallo arancio affiorare dalla vernice sul frontale...

    La sigla è B 265 ed ancora; la taglia B58. A lapis sulla sommità interna del coppo la data 1914 (forse la leva di uno dei suoi antichi possessori?)

    Grazie a chi vorrà dedicargli un poco del suo tempo per una disamina ed esprimere un graditissmo parere.

    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di piesse
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,700

    Re: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    E' un bell'elmetto, in buone condizioni, ed è interessante sia per il tipo di finitura, sia per il codice con numero alto, uno dei più alti che mia sia capitato di vedere, e la presenza dell'ancora.

    Il giallo-arancio che vedi frontalmente (ma che io dalle foto non vedo) potrebbe essere i resti di un fregio della Marina.

    In quanto alla falce e martello, mi pare strano che sia sotto alla verniciatura antiriflesso e in quella posizione; più che a un partigiano mi vien da pensare ad un operaio addetto alla verniciatura, di sentimenti chiaramente antifascisti, che ha voluto, prima di eseguire la verniciatura antiriflesso, lasciare la sua "firma", una sorta di muto segnale di ribelllione, ma è solo una ipotesi come tante altre.

    Puoi fare qualche foto dell'interno?

  3. #3
    Moderatore L'avatar di icarus68
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    2,549

    Re: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    Grazie Piesse per la tua interessante e sempre competente disamina.
    L'interno non l'ho fotografato, è privo di cuffia e mancante della fibbia "maschio" che si è spezzata giusto sotto all'anello; appena riesco, comunque, ne farò un paio di foto.

    Suggestiva e non improbabile l'ipotesi dell'operaio "writer" ante litteram; d'altra parte non erano sicuramente infrequenti simili atti di strisciante rivolta, specialmente dopo luglio '43...
    Tuttavia in alcuni punti mi pare che il nero del simbolo "rosso" sia sovrapposto al verdone rugoso (vertice della falce).

    Tutto può essere, tempo fa vidi a casa di amici un bel "greco" pittato tipo Woodstock negli anni '70 da un fratello ai tempi nella trribù degli "indiani metropolitani"...Ora impeccabile dirigente d'azienda!

    Quanto al fregio vero e proprio, se mai esiste, io lo intravedo giusto all'attaccatura a sx guardando la falce...ma, ripeto, è facile sia solo una mia impressione.

    Ciao!

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    Ciao, questo e' un elmetto problematico (almeno per me). Innanzitutto quella e' vernice spagnola. La falce e il martello rimandano alle forze antifasciste che si opposero ai nazionalisti di Franco. La componente comunista nelle forze che si opposero a Franco fu marcatamente presente in Spagna. L'elmo sicuramente cadde nelle mani degli antifascisti comunisti spagnoli che vi apposero la falce e il martello. Successivamente questo elmetto, com'era inevitabile, cadde nelle mani dei nazionalisti e subi' pertanto quella livrea che copri' il colore prebellico e il fregio comunista. Il problema maggiore per me creato da questo elmetto e' rappresentato dal codice alto per giunta appartenente a un lotto destinato alla regia marina (ancoretta). I problemi del codice a questo punto, visto che il teatro operativo in cui l'elmo si inserisce e' la guerra di Spagna, come devono essere risolti? Tutto diventa problematico nell'analisi dei codici. Dobbiamo ritenere che negli anni trenta il produttore B completo' la sua produzione oppure bisognera' ritenere diversa la lettura dei codici destinati alla regia marina? O dobbiamo ritenere diversa la stessa lettura dei codici? O altre ipotesi da seguire? Grazie comunque per aver postato questo interessante elmetto che, come giustamente hai detto, ne ha viste davvero tante. Ciao e complimenti.

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    Mi era sfuggito. Trovo questo elmetto molto problematico per via della falce e del martello.
    Di per sé, dalla tinta lo reputerei 'spagnolo',ed il simbolo comunista lo avvicinerebbe ai repubblicani.Cio' e' quanto penso, ma non e' detto che io non sbagli.
    Forse non e' noto, ma anche i repubblicani all'occorrenza e secondo disponibilita' usarono l'ottimo elmo M.33 italiano.Non c'è nulla di strano.L'ancora che si intravvede mi complica la vita perché e' una conferma del suo utilizzo in epoca postbellica il che non potrebbe collimare col suo utilizzo spagnolo.In tal caso il simbolo comunista pre-esistente all'ultima tinta lo potrebbe avvicinare ai partigiani garibaldini. Ipotesi...ipotesi...ipotesi.
    Gertro sa, che pur io apprezzando il suo lavoro sui codici del '33,non lo condivido,sicuramente per ignoranza mia, pero' un'ignoranza cosciente che necessita
    in ogni ambito scientifico, di documentazione inconfutabile, che al momento purtroppo si
    basa su troppe ipotesi che difficilmente a mio parere diventeranno tesi. PaoloM

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518

    Re: un 33 che ne ha viste tante (almeno credo!)

    Citazione Originariamente Scritto da marpo
    Gertro sa, che pur io apprezzando il suo lavoro sui codici del '33,non lo condivido,sicuramente per ignoranza mia, pero' un'ignoranza cosciente che necessita
    in ogni ambito scientifico, di documentazione inconfutabile, che al momento purtroppo si
    basa su troppe ipotesi che difficilmente a mio parere diventeranno tesi. PaoloM
    Grazie Paolo per l'apprezzamento. Purtroppo gli unici dati su cui basarsi sono forniti dall'osservazione con tutti i limiti e la relativita' che questa osservazione comporta. Ciao.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518
    Citazione Originariamente Scritto da marpo Visualizza Messaggio
    L'ancora che si intravvede mi complica la vita perché e' una conferma del suo utilizzo in epoca postbellica il che non potrebbe collimare col suo utilizzo spagnolo.
    Scusa Paolo a quale ancora ti riferisci? Io vedo solo l'ancora del codice. Ciao

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    298
    vecchissimo post ma interessante. si intravede quasi chiaramente l'ancora della regia marina sotto la vernice marrone. a mio avviso è un elmo rsi con riutilizzo partigiano m33ancora.jpg

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Gertro
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Italia - Puglia
    Messaggi
    3,518
    Effettivamente ci sono flebili tracce d'ancora cio' che rende tutto marina l'elmetto in questione (codice della falda e fregio) il che rende plausibile l'utilizzo partigiano.

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •