Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12

Discussione: Un 33 postbellico ma non troppo

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Un 33 postbellico ma non troppo

    Classico 33 bellico ricondizionato nell'immediato dopoguerra, un paio di elementi rendono, a mio avviso, questo 33 non raro ma nemmeno molto comune: il primo è il fatto che non è stato riverniciato di verde mentre in genere i 33 kaki dei CC sono tutti, o quasi, riverniciati di verde, mentre il secondo elemento riguarda il fregio verniciato all'interno della bomba molto probabilmente per coprire le cifre reali.
    E' facile che sotto questo strato di vernice ci sia qualcosa ma me ne guardo bene dal toccarlo, anche perchè ho visto più 33 dei CCRR neri che un 33 kaki così.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Come ti ho già* detto in altro topic, è un elmo molto bello e interessante!
    Hanno verniciato kaki anche il soggolo!
    Quanto al fregio, non toccarlo.
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  3. #3
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    In effetti nella seconda foto sembra che sotto ci sia qualcosa. L'eterno dilemma, grattare o non grattare? Comunque concordo con te, lascialo così come CC probabile Reali CC.
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Ecco il mio ricondizionato (o assemblato con parti belliche e post), con vernice kaki e fregio fatto con mascherina postbellica.
    Taglia 61!

    [attachment=1:bhzwb0ea]Elmo CC 1.jpg[/attachment:bhzwb0ea]
    [attachment=0:bhzwb0ea]Elmo CC 2.jpg[/attachment:bhzwb0ea]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  5. #5
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,036

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    L'elmetto M.33 dei CC ad inizio thread e' bellico per fattura ma ricondizionato subito dopo
    la guerra.Si riconosce (a parte per il fregio con cifre reali 'oscurate') per la colorazione kaki
    con dominante vagamente rossiccia,molto differente dal colore successivo che si vede sul secondo elmetto illustrato.
    Da lasciare cosi'.Non è che se ne trovino a migliaia... PaoloM

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Immaginavo che il ricondizionamento del mio fosse avvenuto poco dopo la guerra, presumo fine anni '40 al massimo primi anni'50, ma lo avevo desunto solo dal fregio, questa cosa della vernice non la sapevo grazie marpo .
    Silent il tuo elmetto è molto bello e mi piace molto infatti se mai mi dovesse capitare uno simile non lo lascerei certo lì, quando si può datare, secondo voi, il ricondizionamento?metà* anni'50? fine anni '50?

  7. #7
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Grazie Garand!
    A me, piacerebbe trovarne uno come il tuo! :P

    Quanto alla datazione del ricondizionamento, ti riferisci al tuo elmetto?
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  8. #8
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    713

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Citazione Originariamente Scritto da silent brother
    Grazie Garand!
    A me, piacerebbe trovarne uno come il tuo! :P

    Quanto alla datazione del ricondizionamento, ti riferisci al tuo elmetto?
    Il problema è che se ce li scambiamo non risolviamo niente , la prima ipotesi si riferisce al mio la seconda al tuo

  9. #9
    Utente registrato L'avatar di silent brother
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Emilia Romagna - Modena
    Messaggi
    5,286

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Citazione Originariamente Scritto da garand

    Il problema è che se ce li scambiamo non risolviamo niente , la prima ipotesi si riferisce al mio la seconda al tuo


    Si, in caso di scambio, non rimarrebbe contento nessuno....

    In riferimento al mio elmo, non saprei di preciso. Anche perchè potrebbe essere un assemblaggio con parti "miste" dei due periodi, invece che un ricondizionamento vero e proprio di un elmo già* prodotto nel periodo bellico....
    Difficile dirlo, dipende dalle quantità* delle scorte di surplus bellico che c'erano nei magazzini. A mio parere potrebbe anche essere stato prodotto dopo gli anni '50....
    DANIELE
    "Ad unum pro civibus vigilantes"

  10. #10
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: Un 33 postbellico ma non troppo

    Garand in effetti, come anticipato e ben descritto da Marpo, tipologie di questo tipo non se ne vedono molte (da lasciare assolutamente così).. molto ben fatto il ricondizionato di Daniele..
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato