Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Un aiuto per il foglio matricolare di mio nonno, classe 1888

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    4

    Un aiuto per il foglio matricolare di mio nonno, classe 1888

    Gentili Signori,
    da qualche settimana ho recuperato il foglio matricolare di mio nonno, che ha partecipato alla I Guerra Mondiale al seguito del IV Reggimento Genio di Piacenza.
    Credo che fosse impiegato nei servizi del Genio Ferrovieri, poichè successivamente fu comandato a prestare servizio presso le Ferrovie dello Stato.
    Sono molto interessata a ricostruire gli spostamenti e le vicende belliche in cui fu coinvolto mio nonno.
    Trascrivo di seguito il contenuto del foglio matricolare, nella parte essenziale, con alcune annotazioni relative ai punti che non riesco ad interpretare correttamente.
    Vi prego di scusare le inevitabili ingenuità ed ovvietà delle mie domande, poichè sono a digiuno di militaria.
    Grazie per l'aiuto M.


    Soldato di leva 1° categoria classe 1888
    Distretto di Napoli e lasciato in congedo illimitato 20 maggio 1908

    Chiamato alle armi e giunto lì 19 ottobre 1908
    Tale nel Reggimento Cavalleggeri di Vicenza (24°) lì 1 novembre 1908

    Trattenuto alle armi fino al 15 ottobre 1910 a senso del § 679 del regolamento di disciplina militare lì 15 ottobre 1910

    COSA RECITA IL PARAGRAFO 679?

    tale nel Reggimento Cavalleggeri di Vicenza
    in Napoli mandato in congedo illimitato per fine di ferma lì 18 ottobre 1910
    concessa dichiarazione di aver tenuta buona condotta e per aver servito con fedeltà e onore

    Chiamato alle armi per istruzione e giunto il 5 agosto 1913
    Rinviato in congedo illimitato lì 3 settembre 1913

    Tale nel 4° Reggimento Genio (Circolare 64 del G. M. del 1914) lì 21 dicembre 1914

    QUALCUNO PUÒ ILLUSTRAMI IL TESTO DELLA CIRCOLARE?

    Chiamato alle armi per mobilitazione con R.D. del 22 maggio 1915 (Circolare n. 70 del G. M. e
    Giunto lì 24 maggio 1915
    Tale in territorio dichiarato in stato di guerra 15 luglio 1915

    Comandato a prestare servizio presso le Ferrovie dello Stato a sensi del Dispaccio 0629 G in data 20 giugno 1918 del Ministero della Guerra Segretariato Generale Divisione

    PERCHÉ NEL FOGLIO MATRICOLARE QUESTA ANNOTAZIONE È CANCELLATA?
    DOVE POSSO RECUPERARE IL TESTO DEL DISPACCIO CITATO?
    Esonerato fino a nuovo ordine lì 17 gennaio 1919

    Partito da territorio dichiarato in stato di guerra per il suddetto motivo 17 gennaio 1919
    Inviato in licenza illimitata a mente Circolare 690 G M in data 22 giugno 1919

    Effettuato pagamento premio concesso in £ 250
    dal Distretto di Napoli (cir. 114 “9 ottobre 917) 22 luglio 919
    Inviato in congedo ill. Cir. 424 del (???) 919 – 26 dicembre 919
    Concessa dichiarazione aver tenuto buona
    condotta e aver servito con fedeltà e onore.
    Tale nel deposito (???) genio pontieri – 16 agosto 919
    Verificato il (???)
    L’Uff.le di matricola
    (firma illeggibile)
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2

    Re: Un aiuto per il foglio matricolare di mio nonno, classe

    Mi dispiace proprio, ma non so niente in materia e non posso aiutarti
    Viva il magnifico Mauser Karabiner 98 kurtz e la mitica Maschinengewehr 42!! SIEG UM JEDEN PREIS!! MEINE EHRE HEIST TREUE

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    128

    Re: Un aiuto per il foglio matricolare di mio nonno, classe

    ciao Miriam, tuo nonno era un geniere del 4° reggimento genio ( Pontieri)
    successivamente è probabile che lo abbiano trasferito al 6° genio ferrovieri.
    la "carriera" prima della guerra è a se stante. si trattava di un soldato di leva, che fece i richiami.
    devi sapere che non sempre questo tipo di documento è attendibile al 100%,specialmente nel periodo bellico, nel senso che spesso e volentieri chi era addetto alla trascrizione ometteva di scrivere importanti informazioni, come trasferimenti, date di arrivo o partenza, addirittura ferite ecc.
    l'unica informazione utile disponibile è quanto scritto sopra. Gli hanno riconosciuto le campagne di guerra? spesso dimenticavano anche quelle!

  4. #4
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Feb 2010
    Messaggi
    77

    Re: Un aiuto per il foglio matricolare di mio nonno, classe

    Buongiorno Miriam,
    come ti ha già segnalato Nik dal foglio matricolare si possono ricostruire alcune tappe della vita di tuo nonno negli anni in cui era soggetto agli obblighi militari.
    Le prime righe si riferiscono alla visita di leva: a vent'anni (fino a pochi anni fa...) si veniva visitati da medici militari che, a seconda delle caratteristiche fisiche, attribuivano il giovane alla I categoria (nessun difetto, piena forma fisica), alla II categoria oppure alla III categoria. da allora il giovane era soldato e doveva presentarsi alla chiamata alle armi per il servizio militare, ordinariamente di anni due, dopo i quali veniva congedato e tornava alla vita civile ma doveva presentarsi a periodici richiami sotto le armi per istruzione, cioè per mantenersi addestrato ed essere quindi pronto in caso di necessità.
    A volte la parte più interessante (ovvero la guerra) è trattata molto superficialmente: di tuo nonno praticamente non si dice nulla, peccato! Se in famiglia ci sono documenti o qualche anziano che può ricordare qualcosa, può essere una via per saperne di più.
    Dovrebbero esserci, come osservato da Nik, le campagne di guerra a cui ha partecipato tuo nonno: dal pagamento del premio di congedo di lire 250 (il massimo previsto per i soldati; quelli di grado maggiore avevano di più) deduco che abbia partecipato a tutti e quattro gli anni di guerra (per il primo anno di guerra 1915 si assegnavano 100 lire, per gli altri - dal 1916 al 1918 - 50 lire all'anno).

    Novantaun

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato