Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Un fucile inglese contro i topi

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Un fucile inglese contro i topi

    Parlando di armi strane, leggete questo brano tratto dal libro di Vero Roberti “Con la pelle appesa a un chiodo” Mursia, 1966.
    __________________________________________________ _______________________________
    Ras Alì, settembre 1941 (…)
    Da due settimane mi trovo qui, nel fondo del Golfo della Sirte (…)
    L’ arma più importante, decisiva, di questa posizione del fronte a mare è un fucile inglese a cui è stata tolta la rigatura per poter sparare a pallini contro i topi cosiddetti delle piramidi. La loro carne è squisita, soprattutto se cotta allo spiedo. Con le schidionate di topi ci illudiamo di vivere da signori. (…)
    __________________________________________________ ________________________________
    Ovviamente per topi delle piramidi non si intendono i soldati inglesi in genere ma i noti roditori dalla lunga coda che infestano il deserto e - incidentalmente - funsero da simbolo tattico ad almeno un paio di divisioni dell’ VIII^ Armata Britannica. Il fucile inglese era probabilmente un Enfield. Quanto poi agli spiedini di topo non mi pronuncio, essendo il ratto piatto tipico di molti paesi dell’ Africa subsahariana, del latinoamerica e non solo. Da noi si proponeva tempo addietro di permettere la caccia a fini alimentari delle nutrie infestanti…

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078
    Anch'io non mi intendo di carne di sorcio, comunque mi resta difficile immaginare che ad un Lee Enfield, come lo
    si conosce, sia facile togliere la rigatura. Qui ci vorrebbe il parere di un armaiolo. In pratica che cartucce a pallini,
    di che calibro intendo,sarebbero poi state usate?PaoloM

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Non confondiamoci, il topo è topo, la nutria è un parente del coniglio e del castoro, ottimo da mangiare...
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078
    Si parlava di topi...non di nutrie. PaoloM

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    É probabile che possa essere questo:
    .410 Indian Musket / MUNICION.ORG
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  6. #6
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Monfalcone
    Messaggi
    5,088
    Infatti i topi, che sono Muridi, non si mangiano, le nutrie, che sono Myocasteri, invece si, e i topi del deserto, che sono Miomorfi, evidentemente anche.
    Comincio un sacco di cose e non ne finisco nes

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,078
    Citazione Originariamente Scritto da stecol Visualizza Messaggio
    É probabile che possa essere questo:
    .410 Indian Musket / MUNICION.ORG
    Stecol, quindi con queste cartucce non c'era bisogno di rigature? PaoloM

  8. #8
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    No, si usavano degli Enfield con canna alesata a 10,4 mm e sistema di alimentazione eliminato. Era disponibile munizionamento a palla e spezzato.
    Il bossolo era ricavato da un adattamento del 303 Br.
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

  9. #9
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,591
    Non penso che la cartuccia fosse questa nello specifico, ma la .410 shotgun che venne utilizzata, nei Lee-Metford e Lee-Enfield, nelle colonie per sopprimere le rivolte. Non sempre venivano eliminate le rigature (anche perchè sparando a pallini le rigature sono inutili) ma è possibile, specialmente nei vecchi Lee-Metford che tale pratica venisse adottata.
    Come correttamente dice stecol c'erano diverse modifiche meccaniche da fare se non venivano riciclati i bossoli del .303
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  10. #10
    Utente registrato L'avatar di stecol
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,554
    Gli Enfield in 410 indian musket hanno sicuramente la canna liscia e non digeriscono assolutamente le 36/410 commerciali (neanche quelle antiche), si incastrano a metà camera cartuccia e richiedono molti sforzi e altrettante imprecazioni per essere estratti di nuovo (se vuoi ti mando la lista delle imprecazioni ... ).

    Gli unici che sono in grado di digerirle sono quelli destinati al mercato civile nord-americano, appositamente modificati nella camera di scoppio negli anni '70.
    É difficile volare con le aquile quando hai a che fare con i tacchini ....

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per questa discussione

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato