Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 56 di 56

Discussione: Un panzer nel Po

  1. #51
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Klaus, l'ironicita' della tua risposta per me e' eloquente e non ci penso neanche a ribattere. Comunque informati bene prima di scrivere.PaoloM

  2. #52
    Moderatore L'avatar di Nitro90
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Mantova
    Messaggi
    3,886
    Eccola come promesso!
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  3. #53
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Citazione Originariamente Scritto da Hetzer Visualizza Messaggio
    Confermo quanto riferito da michy...noi nei vari pellegrinaggi lungo le sponde mantovane del Po abbiamo trovato un pò di tutto: gusci di elmetti, pezzi di armi e di veicoli, bossoli e colpi a non finire, stielgranate nel fango, colpi inesplosi nel pietrisco, addirittura 12 bombe da spezzonamento, una mandibola umana......
    ma mai e poi mai abbiamo visto il famoso o i famosi carri sepolti nel Po...neanche quando due o tre anni fa il Po era talmente basso che si poteva attraversare a piedi...so che ci sono molte storie sulle famose torrette che emergerebbero dalle acque...tutti le hanno viste, ma mai nessuno ha fatto mai uno straccio di foto..strano nevvero??....
    Alcuni anni fa salvai questo articolo pubblicato sulla Gazzetta di Mantova...

    SUZZARA/BAGNOLO/GONZAGA/PEGOGNAGA/SAN BENEDETTO
    domenica 5 maggio 2002, S. Pellegrino

    BORGOFORTE
    Il panzer affondato sulla via del fronte
    I testimoni ricordano: probabilmente il pilota è ancora imprigionato

    m.p.

    BORGOFORTE.Continua ad affascinare a più di 50 anni di distanza
    dall'ultimo conflitto mondiale, la vicenda del panzer tedesco,
    inghiottito dalle acque del Po nei pressi del pennello, sulla strada
    per Scorzarolo, di fronte al «Fondo America» e che si è arricchita
    di nuovi particolari, grazie alla testimonianza diretta di un
    pescatore.
    Innanzitutto pare che il cingolato tedesco non sia precipitato nel
    fiume durante la ritirata dei nazisti poco dopo la fine della
    guerra, nell'aprile del'45, ma che il fatto sia accaduto proprio
    mentre il Terzo Reich stava inviando rinforzi nell'Italia centrale
    per impedire l'avanzata degli Americani, dopo lo sbarco ad Anzio del
    22 gennaio 1944 che culminerà* il 15 febbraio dello stesso anno
    quando l'aviazione Usa, credendo erroneamente che all'interno del
    monastero si nascondessero truppe tedesche ha raso al suolo
    l'Abbazia di Montecassino. All'interno del blindato potrebbero
    ancora esserci i poveri resti del giovane pilota annegato, rimasto
    imprigionato nell'angusto abitacolo. Dante Cortesi, classe 1927,
    residente a Borgoforte, ricorda, anche se non precisa la data
    esatta, essendo passati molti anni, la circostanza secondo la quale
    un carro armato tedesco, probabilmente un «Tigre» si è inabissato
    nelle acque del Po, con a bordo il pilota, mentre veniva traghettato
    dalle SS tedesche da Borgoforte verso l'altra sponda, nel tratto di
    territorio denominato «Le Modrone», in località* Torricella di
    Motteggiana. Tutti i ponti erano stati bombardati dall'aviazione
    anglo - americana e per trasportare mezzi, armi, munizioni e viveri,
    i tedeschi avevano costruito una «testa di traghetto» con lo scopo
    di passare il fiume ed inviare così tutto il materiale logistico -
    militare nella zona di Montecassino per contrastare l'avanzata degli
    Alleati. «Da quanto ho potuto sapere, anche perchè non ero presente,
    essendo anch'io sotto le armi - ha detto Cortesi - il carro armato
    tedesco è tutt'ora nella zona del pennello, di fronte al Fondo
    America. Poco più avanti c'era la casa del guardiano della chiavica
    che noi chiamavamo «Ciavgun», un certo Scarmagnani che aveva due
    figlie. Una di queste, credo si chiamasse Giuliana, è diventata la
    moglie del palombaro che ha tentato varie volte di aggangiare il
    panzer tedesco. Purtroppo i ganci costruiti in quel tempo, non erano
    così robusti come quelli fabbricati oggi, per cui i tentativi di
    recuperarlo andarano tutti a vuoto. Ho paura, che con la recente
    costruzione del pennello per deviare il corso delle acque, il carro
    tedesco possa essere stato sommerso dalla sabbia». Un primo,
    presunto, avvistamento della torretta, era avvenuto negli anni'70.


    Anni fa spuntò dalle sabbie nella golena di Gualtieri una motobarca affondata nel 1944/45 che destò notevole interesse da parte di appassionati e semplici curiosi...ma dei famosi panzer che affiorano nelle notti di plenilunio...manco una traccia rugginosa!!

    Un saluto dalla golena

    Acciderba!
    E che fa uno quando trova una mandibola umana?

  4. #54
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324
    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Marzetti Visualizza Messaggio
    Klaus, l'ironicita' della tua risposta per me e' eloquente e non ci penso neanche a ribattere. Comunque informati bene prima di scrivere.PaoloM

    Mi dispiace averti letto solo ora... io non ero ironico.
    Mi dispiace solo che tu ti sia risentito, ma permettimi di non ritenermi responsabile di questo effetto non voluto del mio intervento.

  5. #55
    Moderatore L'avatar di Paolo Marzetti
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Italia-New Zealand
    Messaggi
    19,068
    Ero troppo piccolo per fare le foto. Non e' come ora che gia' dai 6 anni in poi tutti hanno un foto cellulare. Dico magari all'epoca lo avessi avuto.
    Pero' e' la pura e semplice verita'. Di carri nel Po ve ne sono piu' di uno. Senza contare quelli inghiottiti nelle zone sconosciute. PaoloM

  6. #56
    Utente registrato L'avatar di Hetzer
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Bassa reggiana
    Messaggi
    1,810
    Klaus la mandibola la lasciammo dove la trovammo, in mezzo alle pietre!!!....come lasciammo i panzerfaust, i razzi del panzersckrek, le bombe inesplose.......ma raccogliemmo tanto altro materiale interessante.
    Nel corso degli anni, al Po e dalla golena è saltato fuori n sacco di materiale interessante, molto del quale finito nel Museo del Po di Felonica.......
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Io non ho girato il mondo ma il mondo ha girato intorno a me.

Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •