Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 45

Discussione: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

  1. #31
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    veneto
    Messaggi
    148

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere l'enigma ww1

    concordo con te Stefano, non ha senso piegare la placca in ferro e rompero il calcio in legno per sparare le granate con il fucile.
    forse il pezzo che ho trovato io non è collegato a quelli trovati da te; forse il mio era piegato per l'esplosione della camera di scoppio o per gli effetti della caduta dalla parete, o per chissà quali altri motivi.
    Fatto sta che la placca era piegata ma avvitata al legno che a sua volta era spezzato come si vede dalla crepa. Su questo non ci piove!
    Altro non posso aggiungere. Ciao

  2. #32
    Utente registrato L'avatar di stefano c
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    613

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere l'enigma ww1

    be' qualcosa "cavento" puoi aggiungere: era piegato a 90° perfettamente (o quasi) come quelli che vedi postati?

    una caduta non piega cosi' un fondello, un colpo di granata idem e cmq lascia segni ben precisi e taglienti, il tuo pare non averne, e piegare un fondello cosi' non e' cosa semplice senza lasciar segni e senza apposita attrezzatura (anche solo una morsa) come l'hai raddrizzato cosi' bene?

    guarda che forse potrebbe anche essere l'utilizzo particolare e' solo che a noi sfugge il perche'

    e infine ti ringrazio per la segnalazione

    ps. ora che ci penso anche l'ultimo fondello trovato ha vite ancora in sito sulla parte bassa del calcio a significare che quella parte era avvitata

  3. #33
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    veneto
    Messaggi
    148

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere l'enigma ww1

    ciao Stefano, ti rispondo in ordine:
    aveva una piega molto accentuata ma non era ad angolo retto, sarà stata fra i 70-80°, l'ho raddrizzata svitandola dal legno e usando una morsa, a freddo.
    Probabilmente è un utilizzo particolare come dici ma escluderei l'uso per lo sparo delle granate da fucile, secondo me il fucile con il calcio così ridotto non sopporterebbe il rinculo dopo lo sparo.
    Grazie a te per la determinazione con la quale porti aventi questo interessante quesito. Speriamo in nuove notizie.

    Ciao
    Cavento

  4. #34
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    323

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    posso dire la mia?
    alloa, fucile in postazione con appoggio anteriore, soldato infagottato e limitato nei movimenti, calciolo svitato, piegato e rimointato sul calcio AL ROVESCIO, in modo che la parte lunga della L appoggiasse sulla spalla del tiratore, tipo impugnatura che si usa al poligono nel tiro in appoggio, con la mano debole appoggiata sul calcio e non sul sottocanna,
    insomma spero di essermi spiegato, adessi i miei neuroni stanno litigando tra di looro per aver dovuto interrompere la loro partita a briscola per permettermi questa mia ipotesi del cavolo
    buon fine settimana a tutti....

    p.s. in fin dei conti fucili di preda bellica erano materiale spendibile con simili modifiche e non mi pare che come tiro di precdisione il buon '91 fosse proprio da buttare... o no?

  5. #35
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    91

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    Ciao a tutti.
    Visto che la questione si preenta alquanto ardua non sarebbe il caso di interpellare qualche reduce della prima che possa dare lumi???
    Io comunque protendo sempre per il calciolo adattato quale ausilio al tiro.
    Ciao
    Nino
    Mancò la Fortuna, non il Valore. (Ai Soldati con la S maiuscola caduti ad El Alamein)

  6. #36
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    497

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    Citazione Originariamente Scritto da iwottopq2
    Ciao a tutti.
    Visto che la questione si preenta alquanto ardua non sarebbe il caso di interpellare qualche reduce della prima che possa dare lumi???
    Io comunque protendo sempre per il calciolo adattato quale ausilio al tiro.
    Ciao
    Nino
    se riesci a contattarne uno in una seduta spiritica chiamami!!!!!!!non ce ne sono più di reduci.........................

  7. #37
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Messaggi
    91

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    Ciao a tutti.
    Oh cacchio...hai ragione....
    Ho preso un abbaglio...
    Ciao
    Nino
    Mancò la Fortuna, non il Valore. (Ai Soldati con la S maiuscola caduti ad El Alamein)

  8. #38
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Varese
    Messaggi
    497

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    tra............ho chiesto ai miei reduci della seconda...........e usavano lo stesso fucile..........non hanno mai visto questa cosa............anzi se danneggiavano il loro fucile erano grossi guai...............

  9. #39
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    934

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    [attachment=0:1nrvddnw]zzzzzzzzzzzzzzzzzzxxxxxx.jpg[/attachment:1nrvddnw]contribuisco alla discussione,
    e aggiungo un mio pezzo recente, provenienza da zona altipiani....anche questo mostra un intervento simile ai precedenti già postati,,,solo che ha un particolare ferretto aggiuntivo (indicato dalla freccia)
    la vite sembra sia stata piegata
    il mistero continua,,,,,,,,,,,,, [attachment=1:1nrvddnw]zzzzzzzzzzzzzzzzzzssss.jpg[/attachment:1nrvddnw][attachment=2:1nrvddnw]zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz.jpg[/attachment:1nrvddnw]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  10. #40
    Utente registrato L'avatar di stefano c
    Data Registrazione
    Dec 2011
    Messaggi
    613

    Re: UN VERO ROMPICAPO aiuto a risolvere enigma ww1

    ...... gia' il mistero continua ma almeno piano piano scopriamo che non e' un caso cosi' isolato!

    pero' il mistero continua e s'infittisce, anche questo ad esempio e' austriaco come gli ultimi postati, questo pero' presenta la vite sulla parte smussata e opposta a quello da me ultimo postato con vite trovato da un amico, il che' farebbe supporre (posto che si tratti del medesimo utilizzo) che il pezzo piegato veniva utilizzato con entrambe le viti, curioso e forse cosa importante che sia anche questo spezzato, forse la vite si e' piegata proprio per lo sforzo che doveva essere notevole per spezzare il robusto pezzo.

    anche questo e' piegato poco oltre la meta' lasciando quella piu' lunga con terminale smussato ... GFD puoi' confermare se l'hai trovato in zona austriaca? in tal caso almeno qualche punto fermo l'avremo, trattasi sicuramente di una pratica austriaca e non italiana.

    io propenderei per la mia ipotesi iniziale e cioe' non una modifica all'arma (fucile) ma l'utilizzo del componente specifico per riparare velocemente un componente che si rompeva, 1° perche' se fosse una modifica all'arma ad esempio per meglio imbracciare in inverno con cappotti o forse per puntare il calcio a terra per il tiro della bomba (e sono ipotesi plausibili) avremmo sicuramente memorialistica armaiola tramandata o evidenza pratica su pezzi museali, 2° perche' poi si spezzava? (e questo e' il secondo fondello rotto! )

    se invece e' una modifica, o meglio riparazione campale, su di un componente che si rompeva (es. perforatrici, teleferiche, artiglieria leggera da montagna ecc.) e' piu' difficile riscontrare oggi tal pratica su oggetti superstiti, inoltre era per loro facile reperire questo componente, adatto all'uso, su armi rovinate o rotte o meglio ancora di preda bellica probabilmente anche queste danneggiate.

    l'ipotesi del tiro di bombe da fucile e' plausibile come pure le altre ma sono piu' che sicuro che si sarebbe tramandata la pratica a livello armaiolo o meglio ancora apportata modifica su pezzi seriali, magari limitati, inoltre non ha poi tanto senso trovarli dispersi nel terreno, al contrario invece se un componente cosi' "preparato" come ricambio e' piu' facile venisse poi gettato e di nuovo sostituito perche' rottosi per fatica


    mah ... non so che dire, continuiamo a pensarci e magari aggiungere casi, prima o poi capiremo ... grazie ragazzi, grazie per non aver archiviato nel dimenticatoio

    GDF l'hai trovato proprio di recente? su posizioni austriache? strano quel pezzetto metallico aggiunto, purtroppo il tuo essendo molto corroso non offre un analisi dettagliata pero' e' chiaro sia stato piegato anche questo a 90° nello stesso verso-lato

    stefano

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 2345 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato