Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Una foto e una storia

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Una foto e una storia

    L'altro giorno sul noto sito d'aste mi sono aggiudicato la foto che vedete di seguito.
    Ammetto che avevo fatto un offerta più per evitare rimpianti che per vero interesse alla foto. Scarso interesse dovuto soprattutto ad una mia fissa per le foto con il soggetto ripreso per intero.

    Ricevuta la cdv, raffigurante un ufficiale del corpo di stato maggiore, però ho avuto la prima sorpresa, al bavero c'erano le stellette a sei punte (delle quali si stà* dibattendo in un altro topic) che contraddistingueva gli ufficiali d'ordinanza del re e dei reali principi.
    Sul retro un nome scritto a mano "Conte Taverna - Milano" e l'indicazione dello studio fotografico Ernst Milster - 13 Unter den Linden - Berlin

    Stimolato dalla curiosità* di scoprire cosa ci facesse un nostro militare a Berlino ho provato a fare qualche ricerca su internet e questo è quello che ho scoperto
    [attachment=0:22mrbb8a]Conte Taverna.jpg[/attachment:22mrbb8a]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Una foto e una storia

    Ho trovato il catalogo di una mostra tenutasi a Roma nel 2002 initolata "Il costume è di rigore: 8 Febbraio 1875 - Un ballo a palazzo Cateani" dalla quale ho tratto le seguenti informazioni.

    Il conte Taverna proveniva da una famiglia milanese, nobile e liberale; egli fin dal 1849 emigrò in Piemonte por arruolarsi nell'esercito italiano. Dopo le campagne del 1860 in Umbria, Marche e nel Napoletano, fu incorporato nello Stato maggiore. Nella guerra del 1866 si distìnse, accanto al principe Umberto, nella battaglia dì Custoza. A Roma nel 1870 fu segretario particolare di La Marmora e luogotenente del re. Con il generale Morrà* fu accanto al principe nel comando del I corpo di Stato Maggiore. Addetto militare all'ambasciata d'Italia a Berlino tra il 1873 e il 1874 fu poi eletto alla Camera dei Deputati nel collegio di Milano. Nel 1875 partecippò ad un ballo in casa Caetani che fu probabilmente una delle rime occasioni di incontro con donna Lavinia Boncompagni Ludovisi Che diverrà* sua moglie tre anni dopo. Sarà* più tardi senatore del regno e presidente della Croce Rossa italiana.


    Il Conte Rinaldo Taverna in costume da Archibugere di Emanuele Filiberto nella serata dell'8 Febbraio 1875
    [attachment=1:2pr58pjg]Conte taverna3.JPG[/attachment:2pr58pjg]

    Una foto della stessa serata con al centro il principe Umberto di Savoia. Il Taverna è il primo a sinistra
    [attachment=0:2pr58pjg]Conte taverna2.JPG[/attachment:2pr58pjg]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Una foto e una storia

    E questo è tutto quello che fin'ora ho trovato.

    Però non mi torna una sola cosa: se il Taverna era stato addetto militare a Berlino tra il '73 e il '74 perchè aveva ancora indosso la vecchia divisa?

    Un saluto,
    Arturo
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Una foto e una storia

    Il conte Rinaldo Taverna (Milano 1939-Roma 1913) dopo la campagna del `59 fu promosso sottotenente e poi tenente nei granatieri coi i quali prese parte alla campagna del 1860/61.
    Promosso capitano nello Stato maggiore nel marzo del 1862 fu nominato, nel 1863, aiutante di campo onorario del re.
    Nel 1866 era nello stato maggiore della divisione Umberto a Villafranca e si portò molto onorevolmente. Continuò nello stato maggiore fino alla promozione a colonnello avvenuta nel 1881. Nel 1882 passò nella riserva. MG nel 1895 e TG nel 1904.
    Deputato e senatore dal 1890 fu a lungo presidente della C.R.I. ...
    Era decorato di due medaglie d`argento al v.m. (1860 e 1866), una di bronzo (1860) e di quella d`oro per i benemeriti della salute pubblica...

    Pertanto le stellette ci stanno bene...

    Ciao

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  5. #5
    Utente registrato L'avatar di Andrea58
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    10,266

    Re: Una foto e una storia

    Non hai trovato poco, ed il personaggio è interessante. Ma quando sono in costume per che occasione è?
    Homo homini lupus. Draco dormiens nunquam titillandus
    lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita infocata dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra, così che questa infame impresa ammorberà la terra col puzzo delle carogne umane gementi per la sepoltura.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Una foto e una storia

    CARNEVALE !

    Ciao

    F.M.
    E' la somma che fa il totale.

  7. #7
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Una foto e una storia

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    Pertanto le stellette ci stanno bene...
    Il mio dubbio non era dato dalle stellette ma dalla foggia della divisa che mi sembra quella che era in uso negli anni '60 mentre, essendo la foto fatta a Berlino penso tra il '73 e il '74, mi aspettavo di trovare la divisa adottata dopo la riforma Ricotti.

    A meno che non si fosse portato dietro una lastra di una foto precedente che ha fatto ristampare lì.....

    Ciao,
    Arturo

    P.S. prima o poi prometto di prendermi i volumi del Cenni, però l'ultima edizione uscita non mi convince molto perchè la carta usata e la qualità* dell'immagine non permette una lettura ottimale delle tavole
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Furiere Maggiore
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    3,848

    Re: Una foto e una storia

    ... mah, adesso mi sfuggono alcune date ma di sicuro lo Stato Maggiore non mutò le uniformi nell'anno 1871 in quanto i rr.dd. (ho sott'occhio le date) furono questi:

    - 2 aprile 1871 per fanteria
    - 5 agosto bersaglieri
    - 5 agosto artiglieria e genio
    - 2 settembre cavalleria
    - 15 ottobre generali.

    Se non è menzionato lo SM è probabile che per essi si aspettò qualche tempo ad adottare la nuova.
    Naturalmente il cambio andò per le lunghe, ad esempio la c. 24/872 prorogò l'uso dell'antica divisa per gli ufficiali fino al 1.8.72.

    Dovresti dare un'occhiata ai volumoni di Cantelli... per me è un po' macchinoso (devo fare 2 piani di scale )

    Poi è sicuro che a Berlino andò nel 73/74 e non prima ?


    Ciao

    F.M. :P
    E' la somma che fa il totale.

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Arturo A.
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    826

    Re: Una foto e una storia

    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    Poi è sicuro che a Berlino andò nel 73/74 e non prima ?

    Mah, sicurissimo no.. l'unica fonte che ho trovato è il libro che ho citato prima, ho provato a fare altre ricerche ma non ho trovato niente....


    Citazione Originariamente Scritto da Furiere Maggiore
    Dovresti dare un'occhiata ai volumoni di Cantelli...
    Alla fine ce l'ho fatta a controllare!
    Per gli ufficiali di stato maggiore vale il r.decreto del 5 agosto 1871, che regolamenta anche le divise di bersaglieri, artiglieria e genio.

    Un salutone,
    Arturo
    "Distruggere un album fotografico, disperdendo le fotografie nei quattro angoli della Terra, può essere paragonato ad un moderno incendio della Biblioteca di Alessandria."

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato