Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 52

Discussione: Una storia italiana...

  1. #11
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    72
    Anche io so di essere fuori dal coro, ma vorrei fare una precisazione.
    Mentre le bottiglie di vetro sono state fatte per metterci i liquidi, i coltelli da cucina per appunto cucinare, o tagliare generi alimentari, ed i distributori di benzina a vendere la stessa per far andare le auto e le pentole etc. etc., non dimentichiamo che le baionette furono prodotte col fine ultimo di essere usate per ammazzare. Gli altri possono essere utilizzate "anche" per far del male (tipo un martello od un attizzatoio), le baionette hanno un solo uso.
    Lo so che siamo collezionisti ed appassionati di storia, ma non è facile spiegare a chi non lo è il perché uno tiene in casa un oggetto simile.
    Col. Chabert

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    1,079
    Credo comunque che il contributo storico indiscusso del
    recuperante in questione che per 40 anni ha raccolto anche
    ordigni costituisca anche 40 anni di violazione di legge
    e di rischi per sè e per l'altrui persona.
    Non mi pare cosa da poco.
    Cerco tutto ciò che riguarda il 157^LIGURIA

  3. #13
    Banned
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Veneto
    Messaggi
    490
    beh, indubbiamente è così. del resto non sono un recuperante e non detengo nessuna arma nella mia collezione. solo che da collezionista e soprattutto da amante appassionato della storia, mi sento un pò solidale nei confronti del signore di Vicenza che si potrà* certo incolpare di "ignoranza" o di "superficialità*", ma non certo di detenere quel materiale al fine di utilizzarlo per gli scopi a cui esso era, un secolo fa, destinato.
    fabio

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    ciao Marco, non sono d'accordo con te, secondo me non hai inquadrato bene il fuclro del discorso.
    Il problema non è "il Carabiniere ti ha beccato con le bombe o i fucili o le baionette in macchina" e io voglio difendere il personaggio, ci mancherebbe, la legge è legge e va rispettata, da tutti. su questo non si discute.
    il discorso è, tanto per fare un esempio:
    è possibile che una signora settantenne venga condannata a 7 mesi perchè a casa le trovano 1 pacchetto del 91 e quattro colpi della glisenti? iddio solo lo sa come ci sono arrivate, magari le ha portate a casa andano a funghi o chissà* cosa altro. gliese sequestrino, le diano una multa, quello che vuoi, ma un processo penale per 3 marce cartucce di scavo, permettemi, è un controsenso. mi pare almeno, almeno, eccessivo.

    Marco, non so se hai mai avuto il piacere di girare per i monti di Asiago o del Grappa, residuati di vario tipo ce ne sono ancora, molti, ed è giusto segnalarlo a chi di competenza.
    Mi pare però almeno "discutibile" la tua affermazione "o resti del suddetto". se per ogni scheggia che si trova devo chiamare la Polizia, non sarebbero sufficenti 10 mila anni solo per ripulire Asiago.

    Altro punto: dopo esserci passato pure io per questi dannati problemi causa gusci inerti etc, mi sono informato per denunciare tutti i pezzi della mia collezione. ebbene, ciò non è possibile, la motivazione è questa
    -essendo inerti, non necessitano di alcuna autorizzazione per la detenzione-
    quindi, anche su richiesta, non viene rilasciato nessun certificato di autorizzazione.
    quando poi ti vengono i Carabinieri a casa (e vengano pure, non ho nulla da nascondere), vaglielo a spiegare che sono inerti. una marea di casini e 4200 euro (quattromiladuecento) per 80 pagine di perizia (del PM) con 115 foto con scritto inerte (foto) inerte (foto), 80 pagine.

    Marco, se ogni residuato bellico che gira nel veneto o in friuli (dal guscio di bomba a mano, al bossolo, al rottame di baionetta) dovesse essere denunciato, il collezionista lo farebbe, ma di sicuro il nonno che usa il bossolo per portaombrelli o la zia che una una 91 accorciata per raccogliere la verdura nell'orto non lo farebbero mai.
    cosa facciamo? gli arrestiamo tutti?
    forse sarebbe ora di un po' di chiarezza e di uso del buon senso, come derubricare le baionette (possibile che ad un Carabiniere -esperienza personale- non capisca che una 91 di scavo con la lama spezzata due dita sopra il manico non la posso usare per ammazzare uno?)

    o che il diaframma delle granate shrapnell non è "parte di arma da guerra"?

    Col-Chabert, non importa la destinazione di nascita di un oggetto, l'importante sono le sue condizioni di conservazione e il "contesto".

    una bomba senza spoletta, polvere e detonatore è un pezzo di ferro punto e stop, come un cacciavite lo posso usare sulla bicicletta o piantarlo in pancia a uno. che fosse un cacciavite non importa a nessuno, la cosa importante è che ho ammazzato una persona.

    saluti
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    118
    Anche io mi sento in totale disaccordo sia con Marco che con Col Chaberton.E' vero,baionette e simili sono state create con un solo scopo ma di tutti i reati commessi con armi da taglio o armi improprie(vedi coltello da cucina ecc)quanti sono stati commessi con una baionetta???????Avete mai visto un tossico che rapina i passanti con una '91 pieghevole?????Ma daiiii!!!!!
    Bombe a mano ecc possono essere ricaricati con la polvere pirica dei petardi ed usati come bombe.E' un ipotesi tirata per i capelli al massimo visto che un normale tubo da 1 pollice di diametro serve allo scopo tanto quanto uno spezzone a mano della prima.Allora io che faccio l'idraulico dovrei avere delle noie perche' in magazzino ho degli scarti di detto tubo e potrei anche utilizzarli come bombe!!!!
    Mia moglie potrebbe costruirsi delle "spazzole"con delle scatole del the, dispone di parecchi pezzi visto che è una grandissima appassionata!!![][][]

    Altro discorso per le forze dell'ordine.
    Qui a Trieste non è infrequente il ritrovamento di ordigni,molti miei clienti ne trovano.All'inizio mi è stato detto che chiamavano gli artificeri ma che questi venivano solo se la bomba era grossa!!!!!!

    Dovremmo metterci in testa tutti che sono ben altri i problemi di questa italietta,si risolvono solo i problemi che problemi non sono.

    Ciao a tutti(e naturalmente senza nessun rancore con nessuno![])
    Teo

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821
    Bah..è un discorso alquanto complesso. Da un amico che lavora in questura mi era stato consigliato, qual'ora avessi portato a casa qualcosa di particolare di fare una semplice denuncia di possesso.
    Poche parole dove sottoscrivevo che ero in possesso di determinati pezzi, logicamenti inerti, per un normale scopo di studio storico e successiva catalogazione del pezzo al fine di puro collezionismo. Stop.
    per la cronaca non ho portato a casa nulla...

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    118
    Per stare tranquilli la denuncia si puo' fare,se uno ha delle conoscene.Ma se uno non ne ha?Si va a svegliare il cane che dorme?
    Pero' non vedo perche' denunciare qualche cosa di inerte se è inerte!!!!!(in linea di principio)
    Tra qualche anno cosa faremo,denunceremo anche quante mutande abbiamo in armadio[}][}]

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    continuo col discorso di cui sopra che non ho potuto concludere causa "passaggio del 30 minuti"

    è da notare inoltre, come ha scritto anche nembo, che non si ricorda reato commesso con una baionetta.

    sul fatto della "poca legalità*" dei recuperanti purtroppo è un dato di fatto, ma posso assicurare che se non fosse stato per loro, il compianto Aldo Busato di Passarella (vedi libri di Marcuzzo) in primis, non avremmo neppure un decimo delle conoscenze in materia "artiglieria e affini 1gm" di quelle che abbiamo adesso. purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista), si tratta di una "specie in via di estinzione", visto che si tratta di persone ormai ottantenni che HANNO RISCHIATO LA VITA A RACCOGLIER FERRI PER SFAMARE MOGLIE E FIGLI FINO AGLI ANNI '60, piuttosto che emigrare.
    ho avuto il piacere di conoscerne uno, beh, tutto quel che volete, ma delinquente no.

    resta comunque il fatto che le varie forze di pubblica sicurezza prima di far evaquare mezzo paese per due sipe e un bossolo vanno a chieder lumi ai recuperanti.
    ripeto, non mi sento di definirli delinquenti.

    saluti

    ps
    è inutile qualsiasi denuncia, se il pezzo è inerte è inerte, ma vaglielo a spiegare durante una perquisizione a certi zucconi!
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Campania
    Messaggi
    72
    Come al solito non mi sono spiegato.
    Io sono, come voi, un collezionista e capisco perfettamente il "sapore" che ha una baionetta usata a Calatafimi o a Waterloo.
    Semplicemente dicevo che per la stragrande maggioranza degli italiani, che non colleziona, è difficile capire il perché uno conservi questi oggetti.
    Tutto qua.
    Col. Chabert

  10. #20
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    504
    mah... osservazione discutibile...
    il problema non è che deve capirlo la gente perchè e per cosa mi tengo gli elmi e le baionette a casa, ma un Carabiniere o un Polizziotto DEVE conoscere un MINIMO di legislazione in materia di armi, non agire sull'onda dell'emozione del tipo "eh l'ho beccato che ha 200 bombe!! lo arresto lo arresto! bombarolo terrorista!"
    altrimenti che si informi da qualcuno più competente di lui prima di far ARRESTARE e sbattere sul giornale come delinquenti persone oneste.

    se uno è un delinquente è una storia, se uno è un collezionista un altra.
    D'avere il "barilotto"
    l'austriaco si vanta
    ma il bombardier d'Italia
    ha la "duecenquaranta"
    Bombardier, bombardier!

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato