Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 22

Discussione: Uso mimetizzazione ww2.

  1. #11
    Moderatore
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Gustav Line
    Messaggi
    1,596

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Citazione Originariamente Scritto da KampfgruppeHansen
    è fuori discussione che i maestri del mimetismo sono stati comunque i tedeschi
    Beh. non a caso oggi gli schemi di alcuni principali eserciti richiamano in chiave moderna molto il motivo "a pallini" inventato dal Dr. Otto Shinck per le prime tenute Waffen SS (all'inizio molto derise dai commilitoni della WH, ma posso immaginare che all'epoca vedere un soldato con una Tarnjacke a pallini equivaleva a scoprore una gallina con le piume tigrate). Anche il famoso "effetto pixel" americano richiama molto questa tenuta, mentre la Bundeswehr (che perde il pelo, ma non il vizio...vedasi i loro carri che oggi come allora si chiamano con nomi di felini) ha semplicemente rispoverato il motivo originario, realizzandone anche una versione "Trop" per i combattimenti in zone desertiche.
    Ritengo tuttavia che l'avvento dei sensori a calore abbia leggermente ridimensionato l'importanza della mimetizzazione..nel senso che tutto ciò che ha sangue caldo o un motore è visibile, quindi "colpibile".
    Tornando alla 2ª GM, il fatto che i tedeschi ne abbiano fatto largo uso e gli altri meno è a mio avviso solo un discorso di "averci creduto", tanto che ancora negli anni '70 in vietnam gli americani combattevano con tenute semplicemente verdi (a parte le "Tiger stripes" in uso nei reparti speciali), mentre gli inglesi ad esempio sono andati avanti con i loro "Battledress" a lungo, fornendone anche a noi, al Belgio, all'India e ad altri per un lungo periodo nel dopoguerra.
    Marco
    Passo il tempo cercando gocce di storia, fili di verità e tracce di me stesso.

  2. #12
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    643

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Io ho fatto il militare nel 1977 nei paracadutisti aviorifornimenti,in quel periodo a parte le truppe speciali tutti gli eserciti usavano una tenuta verde di varie tonalità* ma sempre verde ,mi ricordo i francesi,i tedeschi,gli usa ,anche noi italiani avevamo una tuta verde ,i paracadutisti,il sanMarco e vari corpi speciali avevano la mimetica in più ancora mimetizazzione mod 29,passato questo periodo di verde allora quasi tutti hanno usato la classica mimetica tipo americano woodland che a me non piace per niente.Nel periodo verde della NATO il patto di Varsavia aveva i vari modelli a pioggia tipo NVA a parte truppe speciali ,anche in Afganistan i sovietici usavano una tenuta monocolore caki.Ora si tende a distinguersi con varie mimetiche che sono quasi una bandiera per nazione ,quella italiana vegetata è bella ma come al solito fatta male e con materiale scadente ,ci dobbiamo sempre distinguere .Saluti Gabriele.
    Non pensate mai che la guerra, per quanto necessaria o giustificata, non sia un crimine."

  3. #13
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    72

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Avio in linea di massima non hai tutti i torti ma le cose comunque non stanno esattamente come dici almeno per il discorso mezzi , durante la mia "carriera" modellistica dedicata principalmente a far mezzi americani WWII ho recuperato parecchia documentazione e ti posso assicurare che schemi mimetici furono utilizzati praticamente su ogni fronte, il problema è che spesso le foto in bianco e nero dell`epoca non fanno giustizia e fanno sembrare spesso gli schemi come "sporco", in Italia "centrale" ad esempio fu utilizzato uno schema molto particolare dove lo scafo e la torretta erano mimetizzati con grosse onde in earth red su base Olive drab e tutte le parti basse o solo alcune ( metà* inferiore della canna, le sospensioni e il "muso") secondo il gusto dell`equipaggio erano verniciate in bianco per creare quello che chiamavano effetto "Shadows" , nel sud dell`Italia lo schema era sempre con onde ma di color sand, ad Anzio i primi prototipi di M18 Hellcat consegnati per i test definitivi sul campo erano "zebrati" ovvero strisce ondulate nere sempre su base OD. Nel Nord Europa dalla Normandia fino alla fine della guerra furono usate principalmente tre varianti allo schema usato nel Sud Italia dove al posto del sand furono usati il Nero, il earth brown e il bianco, inoltre come già* detto fu usato anche il fango ... poi nel pacifico i Marines provarono praticamente di tutto.
    Ok nulla a che fare con le fantasiose e svariate mimetiche Tedesche largamente usate ma ritenere che i mezzi americani fossero solo OD è una grande ingiustizia, il solito luogo comune, quindi ecco qualche sito dove si possono trovare notizie in merito
    http://www.lonesentry.com/camouflage_manual/index.html
    http://www.afvnews.ca/camouflage/uschip.html
    http://www.ipmslondon.ca/old%20site/ipm ... /id50.html
    QUANDO RITORNI IN PATRIA PARLA A NOME NOSTRO E RICORDA CHE ABBIAMO DATO IL NOSTRO OGGI PER IL VOSTRO DOMANI
    (scritto da un anonimo all'ingresso del cimitero provvisorio dei Marines sull'isola di Iwo Jima)

  4. #14
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,087

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Ciao, in merito alla mancata mimetizzazione almeno dei mezzi aggiungerei un'altra considerazione: avete mai visto le tabelle stilate dagli americani circa la presumibile durata dei veicoli in combattimento? Non riesco più a ritrovarle ma ricordo che mi aveva colpito il fatto che per lo Sherman fosse previsto un uso di soli cinque giorni prima della distruzione. E per una durata così breve forse non valeva la spesa impegnarsi a studiare schemi mimetici.
    Aggiungiamo che in Normandia era stato anche constatato che ci volevano cinque carri americani per distruggere un Tigre: mentre quattro lo tenevano impegnato facendosi distruggere il quinto lo aggirava e lo colpiva sul retro, dove era più vulnerabile. Anche in questo caso mimetizzare i quattro da sacrificare non aveva ragione d'essere. Però non so cosa pensassero gli equipaggi di questi quattro!
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  5. #15
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    72

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Ciao, in merito alla mancata mimetizzazione almeno dei mezzi...
    ... presunta mancanza kanister
    comunque
    TROVATOOOOOOOOO !!!
    http://www.ww2incolor.com/gallery/album ... .sized.jpg
    Ecco ciò di cui parlavo questa foto a colori scattata in Italia mostra due cose :
    1. che purtroppo se inganna una foto a colori figuriamoci quelle in bianco e nero ... sembra solo "sporco" ma se guardate attentamente si vedono i due colori dello schema mimetico l`OD di base e il marrone
    2. l`effetto "Shadow" ... se guardate attentamente le sospensioni noterete che sono bianche ... non è un effetto ottico perchè se guardate la ruota motrice si vede che quella è rimasta in OD

    http://mailer.fsu.edu/~akirk/tanks/Unit ... lloway.jpg
    ... qui in africa e si vede lo schema in Od e sand usato poi in Sicilia e non solo

    http://americanhistory.si.edu/militaryh ... 1256_l.jpg
    ... Classico schema invernale

    E questo solo in un minuto di ricerca grossolana in rete .... Sono d`accordo gli americani non ne avranno fatto largo uso ma perché insistere con questo luogo comune che era tutto e solo OD
    QUANDO RITORNI IN PATRIA PARLA A NOME NOSTRO E RICORDA CHE ABBIAMO DATO IL NOSTRO OGGI PER IL VOSTRO DOMANI
    (scritto da un anonimo all'ingresso del cimitero provvisorio dei Marines sull'isola di Iwo Jima)

  6. #16
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,087

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Ciao Top Kick, se vai a rileggerti dall'inizio quanto scritto vedrai che non sono certo io a sostenere che gli americani non abbiano assolutamente utilizzato mimetismi vari. Certo che se consideri che su circa 50.000 sherman prodotti quelli mimetizzati erano una minima parte ti rendi conto come il problema non si sia posto per niente. Probabilmente qualche comandante sul campo non ha trovato niente da ridire se un sottoposto aveva copiato i tedeschi.
    Tutti i manuali USA che ho trovato e che suggeriscono schemi mimetici utilizzano silouettes di mezzi postbellici, secondo te cosa vuol dire?
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

  7. #17
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    72

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Kanister era solo un appunto tanto per introdurre il mio intervento , ho ben letto le tue precedenti righe , comunque mi fai incavolare (in senso buono) quando dici
    Tutti i manuali USA che ho trovato e che suggeriscono schemi mimetici utilizzano silouettes di mezzi postbellici, secondo te cosa vuol dire?
    e io questo link cosa l'ho messo a fare ... http://www.lonesentry.com/camouflage_manual/index.html
    visto che sono bravo ti mando già* alla pagina giusta ... http://www.lonesentry.com/camouflage_ma ... nting.html
    Comunque sono io il primo a dire che gli americani non ne fecero largo uso ma non trovo corretto sostenere che addirittura (non è il tuo caso) che non facero uso di mimetiche .
    Ciao
    Top KicK
    QUANDO RITORNI IN PATRIA PARLA A NOME NOSTRO E RICORDA CHE ABBIAMO DATO IL NOSTRO OGGI PER IL VOSTRO DOMANI
    (scritto da un anonimo all'ingresso del cimitero provvisorio dei Marines sull'isola di Iwo Jima)

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    72

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Per rispondere un pò a tutti qui ci sono altri manuali tra cui uno che parla di mimetismo delle uniformi così da rientrare nell`argomento.
    http://funsite.unc.edu/hyperwar/USA/ref/FM/index.html
    andate alla sezione Engineer Field Manuals: e guardatevi praticamente i FM 5-20 ... 20A ... 20B...20C...
    Ribadisco sono il primo a dire che gli americani non erano maestri in questo campo e che i tedeschi erano sicuramente i più fantasiosi ma ... concedetemi il solito "ma" in quanto i manuali dell`epoca dimostrano che l`argomento è stato trattato, studiato anche se effettivamente poco applicato sul campo ... che comunque non vuol dire per nulla ...
    Probabilmente qualche comandante sul campo non ha trovato niente da ridire se un sottoposto aveva copiato i tedeschi.

    Please !!!!
    Gli schemi ondulati da me descritti e l`uso del fango sono previsti da manuale e la loro applicazione non era fatta come erroneamente si pensa su isolati carri così a casaccio in base all`estro o vena artistica del capocarro ma lo stesso schema era applicato generalmente su tutti i carri che operavno in un determinato settore sotto lo stesso comando
    QUANDO RITORNI IN PATRIA PARLA A NOME NOSTRO E RICORDA CHE ABBIAMO DATO IL NOSTRO OGGI PER IL VOSTRO DOMANI
    (scritto da un anonimo all'ingresso del cimitero provvisorio dei Marines sull'isola di Iwo Jima)

  9. #19
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,461

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Top Kick, ho trovato molto interessante a titolo personale (Potrebbe capitare a tutti di crearsi una postazione mimetizzata, dopotutto, no? ) tant'è che me lo son letto tutto d'un fiato e ho notato che gli Americani le cose se le studiavano approfonditamente, con coscienza e riguardo per i particolari, l'unico problema penso che questo manuale non fosse molto diffuso tra le truppe, che altrimenti ci avrebbero pensato su e avrebbero detto "Ehi, magari se seguo quello che dice riesco a tornare da Mama entro Natale e non in una bara!".
    In particolare è stato molto interessante il passo in cui suggeriva di scurire anche l'equipaggiamento, con utilizzo di terra, vernici e prodotto apposta, simile credo, al Blanco britannico, anche se, sinceramente, a parte qualche foto di Pathfinders e membri della FSSF, non ne ho mai visto questa procedura.
    Per quanto riguarda i veicoli volevo riproporre un topic WW di modellismo in cui si presentava uno Sherman modificato nel Pacifico che mostra schemi e trucchi di mimetismo e difesa strabilianti:
    viewtopic.php?f=87&t=11000
    Infine pubblico due rare fotografie d'epoca ritraenti nuovi prototipi di mimetiche in studio:
    [attachment=1:2h7tnlzd]New Army Camouflage 1.jpg[/attachment:2h7tnlzd]
    [attachment=0:2h7tnlzd]New Army Camouflage 2.jpg[/attachment:2h7tnlzd]
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    Pvt Guy P Rossi

  10. #20
    Utente registrato L'avatar di kanister
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Savona
    Messaggi
    5,087

    Re: Uso mimetizzazione ww2.

    Ciao, queste due foto sono state pubblicate tempo fa su una rivista francese nell'ambito di una serie di articoli sulle mimetizzazioni sperimentate dall'esercito americano, che portarono all'adozione di quell'unica tenuta che vediamo quasi unicamente indossata dai marines ed in qualche foto del fronte normanno. E con questo il cerchio si richiude, siamo tornati all'inizio.
    Non vediamo la storia per come è ma per come siamo.

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •