Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 35

Discussione: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

  1. #11
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Figurati: non c'è problema.
    Non mi pronuncio sull'articolo che riguarda, a spanne, surplus molto vecchio ed è stato scritto da autore che non conosco e di cui nulla so.
    Di certo OGGI in nessun paese del mondo si producono oggetti contenenti Radio. Possono capitare oggetti "vintage" sul mercato che ne contengano e i collezionisti di militaria sono tra le persone esposte al rischio.
    Rischio che va conosciuto BENE e non su considerazioni "spannometriche".
    Non me la sentirei, proprio per questo, di continuare a sostenere che sono potenzialmente pericolosi gli apparecchi occidentali "costruiti fino ai primi anni '50" perchè non è così.
    La realtà è un pochino diversa e si può riassumerte in questo modo:
    1) effettivamente gli apparecchi di bordo degli aerei sono tra gli oggetti più radioattivi che ho misurato, ma il primato è detenuto da un orologio costruito nei primi anni '60 in Europa. Seguono, a breve distanza, alcuno orologi costruiti oltreoceano. Come già detto, il più recente esempio di orologio con Radio è del 1969.
    2) Esistono apparecchiature di volo ed orologi, risalenti anche agli anni '40, che non sono affatto radioattive, perchè rese luminescenti con altre tecnologie.
    3) Si può dire che gli orologi "dei Mig" sono piuttosto tranquilli, ma anche qui non generalizzarei, visto che sia i Mig che la tipologia di orologi sovietici che essi montano sono stati costruiti nell'arco di almeno 60/70 anni e dunque va visto caso per caso. Non sono orologi rari, ma quelli più risalenti nel tempo lo sono e ben difficilmente saranno a "portata di bancarella"...

    Sul celeberrimo caso delle Radium girls si è detto tutto e il contrario di tutto...

  2. #12
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Anche stavolta ho trovato qualcosa da imparare!

    Mi piacciono queste discussioni, critiche ma ben ragionate e moderate!
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

  3. #13
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Se ben ricordo, le ottiche di puntamento del Dragunov, anche nella versione rumena, dovrebbero avere il reticolo illuminato con delle lampadine, a batteria, con una tecnologia già usata dalla Wehrmacht. Comunque la Romania, al pari della ex Germania Est, è un paese comunitario.
    Il che, molto semplicemente, garantisce uniformità di normative tecniche..ciò, oltre al fatto che il trasporto e il commercio di materiali pericolosi e strategici è disciplinato con normative ONU dovrebbe farci stare tranquilli per le merci di recente costruzione...

  4. #14
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    68

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Chiedo scusa, è un po' che non vengo in questa sezione, ma ho alcune curiosità residue in merito a questa discussione:

    Citazione Originariamente Scritto da Klaus
    Esistono apparecchiature di volo ed orologi, risalenti anche agli anni '40, che non sono affatto radioattive, perchè rese luminescenti con altre tecnologie.

    [...]

    Sul celeberrimo caso delle Radium girls si è detto tutto e il contrario di tutto...
    A) chiedo venia per l'ignoranza, ma quali sarebbero queste "altre tecnologie"?
    B) caso delle "Radium girls": come sarebbe a dire "tutto e il contrario di tutto"? Negli USA ha avuto luogo addirittura un processo, le operaie non hanno mica sofferto di malattie immaginarie...
    C) giusto per curiosità, che strumenti utilizzi per fare le rilevazioni?

    Ringrazio in anticipo per le risposte.

  5. #15
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Ti ringrazio per avermi fatto delle domande che mi consentono di chiarire:
    A) è presto detto: oltre alla fosforescenza si è fatto ricorso, per esempio, alla fluorescenza, utilizzando vernici non radioattive che, illuminate da luce "nera" (lampade di Wood) emettevano con chiarezza della luminescenza. Un'ulteriore tecnologia è quella che abbiamo avuto per decenni nelle automobili: le lampadine interne. Semplici, economiche ed efficaci.
    B) Sul caso delle Radium Girls si è detto tutto, nel senso che è un caso giudiziario notissimo e iperstudiato, del quale si possono trovare facilmente moltissimi dettagli e atti processuali. Non solo: sugli ultimi superstiti (non erano solo ragazze) si sono effettuati studi molto noti che sono alla base della moderna radioprotezione. Quindi il caso è noto a livello legale, di a livello di medicina legale, di fisica e di radioprotezione. Si è detto il contrario di tutto perchè tanta gente ne ha parlato senza cognizione di causa, senza documentarsi, solo per sentito dire ed ho letto su di loro sfondoni incredibili, il più comune dei quali fa confusione tra Radio e Trizio. Purtroppo molta gente scrive più di quanto abbia letto e questo è un malcostume molto pericoloso quando si tratta di radioattività.
    C) Per effettuare le mie misurazioni (ormai su oltre 400 apparecchi luminescenti costruiti dalla fine dell'800 fino ad oggi, in ogni continente, appartenenti alle collezioni mia e di alcuni amici) utilizzo i miei cinque contatori Geiger e relative sonde, oltre a diversi dosimetri. I contatori sono degli Eberline, Bicron e Ludlum, di uso professionale e di laboratorio, di recente calibrazione. Si tratta di apparecchi usati negli USA in miniere, centrali nucleari e da servizi di protezione civile e di cura dell'ambiente. Non giocattoli, insomma.

  6. #16
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    68

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Ciao Klaus,
    ti ringrazio per le risposte, e condivido in pieno il tuo parere circa coloro che parlano senza cognizione di causa pretendendo di fare i professoroni senza documentarsi. Infatti quando ho steso il testo che ho postato qui ho messo bene le mani avanti dicendo che non sono un esperto di radioprotezione e che ogni contributo di persone con più esperienza è il benvenuto (la materia è complessa e non bastano 10 minuti, ma forse nemmeno 10 mesi, per farla propria), a tal proposito ti ringrazio per avere apportato nuovi elementi e corretto cose che magari avevo capito male.

    Quanto alla attrezzatura complimenti, Eberline, Bicron e Ludlum per quel poco che ne so sono il meglio disponibile sul mercato (peccato che importare strumenti delicati dagli USA sia così costoso, tra trasporto e dogana... sennò un bel Ludlum 3 con sonda a scintillazione me lo farei volentieri anche io).

    Ciao, un caro saluto

  7. #17
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Guarda, sei stato sempre molto corretto.
    Il discorso, come ti sei reso conto, è estremamente complesso.
    La radioattività è un fenomeno fisico che presenta diverse variabili: tipo di emissione, quantità, intensità, energia, dose equivalente...
    E ogni fenomeno legato alla radioattività ha le sue grandezze di misura.
    Come se non bastasse, sono state misurate con grandezze di diversa denominazione a seconda dei periodi e del sistema metrico o imperiale.
    Altro fattore che complica le cose è che spesso la radioattività viene misurata con apparecchi, più o meno economici, che sono, in realtà, dei giocattoli o con apparecchi militari, molto poco sensibili e dunque sordi come campane.

    Ne consegue che, nel settore che ci interessa spessissimo si sente dire che le apparecchiature in questione NON siano radioattive o che lo siano molto poco e dunque siano innocue.
    Questo orientamento è sbagliato e superficiale. Ma lo è anche l'orientamento opposto, altrettanto diffuso, che provoca allarmismi e che potrebbe portare i collezionisti a disfarsi in modo non proprio adeguato dei pezzi in loro possesso.
    La verità sta nell’esatto mezzo: niente panico, ma neanche leggerezza: sono oggetti non del tutto innocui.
    Sinceramente sono stato molto arrabbiata vittima del superficialismo del primo tipo, perchè, per anni, ho studiato e lavorato a stretto contatto con la vetrinetta nella quale esponevo i miei orologi di bordo.
    Resomi conto che avevano torto, ho voluto fare da me (chi fa da sè...)
    Ho allora cercato informazioni, mi sono procurato un vecchio numero di "Elettronica per tutti" del 1986 (anno di Cernobyl) e mi sono fatto prestare da un collega, ingegnere ambientale, la cui moglie è biologa, un contatore che lei usava in laboratorio. I risultati furono tali da indurmi ad acquistare il mio primo contatore, che, visto che parliamo con cognizione di causa, era un Eberline 120. Pagato pochissimo, peraltro.
    Sotto la guida e l'aiuto del mio vecchio dirigente, ingegnere nucleare, di seguito sono arrivati, a completare la serie: Ludlum mod. 2, Eberline ESP2, in versione da laboratorio, Bicron Fisk-tech e, dulcis in fundo… Eberline ASP1, con sonde pancake HP 260 e Ludlum 44-9.
    Il tutto è cresciuto un pochino per volta, nell'arco di anni, ovviamente.
    Mancano ancora una sonda per radiazioni alfa e un analizzatore, ma i costi sono quelli che sono e non trovo giusto spendere anche solo 100 euro per quello che è solo un hobby, quando hai un pargoletto nato da poco...

  8. #18
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    68

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    wow! Bella apparecchiatura! Già l'E-120 da solo, se connesso ad una buona sonda (ma vedo che di buone sonde GM ne hai due) sarebbe stato più che convincente;
    quanto alla rilevazione dei raggi alfa... beh la HP-260 e la 44-9 sono già molto sensibili (in effetti credo che tra le sonde GM normalmente in circolazione siano il riferimento nella categoria), poi per rilevare la radioattività di orologi e vecchi strumenti credo che siano più che sufficienti. Certo però una bella sonda a scintillazione sarebbe un ulteriore salto di qualità, ti permetterebbe di analizzare le variazioni infinitesimali di fondo, i residui di gas Radon, ecc... però giustamente costa un occhio (non vorrei sparare cifre errate, ma credo che contando anche dogana e trasporto via corriere partono facilmente non meno di 300 Euro!).

    ciao

  9. #19
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    L'Eberline 120 veniva con una sonda end windows anonima, col il quale era stato fornito in origine.
    Se si fosse trattato di un 520, non avrei avuto bisogno di altri apparecchi.
    Purtroppo nacque la necessità di misurare delle rare apparecchiature, circa l'uno per cento, che sono realmente e sensibilmente 'hot' e che finiscono a fondo scala con il 120 e con il Ludlum mod. 2....
    I Panerai Radiomir vintage, per es.
    Se avessi acquistato da subito le sonde pancake e l'Eberline asp1 sarebbero state le apparecchiature definitive.
    Sono fantastici. I miei preferiti, insieme al Bicron. Sempre misurazioni stabili, ripetibili, chiare.
    La alfa che vorrei è, appunto, una scintillatrice NaI.... E costa quel prezzo usata, se si ha fortuna..
    Per l'utilizzo amatoriale che faccio, però, sarebbe un lusso superfluo....
    Dopo Fukushima i prezzi sono molto più alti...
    In fondo le mie pancake sono le migliori all around della loro categoria... Sei volte più sensibili della militare più sensibile... Sono loro che portano al limite E 120 e Lud. 2...

  10. #20
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Lazio
    Messaggi
    1,324

    Re: Vecchi strumenti di aerei militari: possibile pericolo

    Citazione Originariamente Scritto da banshee
    Chiedo scusa, è un po' che non vengo in questa sezione, ma ho alcune curiosità residue in merito a questa discussione:

    Citazione Originariamente Scritto da Klaus
    Esistono apparecchiature di volo ed orologi, risalenti anche agli anni '40, che non sono affatto radioattive, perchè rese luminescenti con altre tecnologie.

    [...]

    Sul celeberrimo caso delle Radium girls si è detto tutto e il contrario di tutto...
    A) chiedo venia per l'ignoranza, ma quali sarebbero queste "altre tecnologie"?
    B) caso delle "Radium girls": come sarebbe a dire "tutto e il contrario di tutto"? Negli USA ha avuto luogo addirittura un processo, le operaie non hanno mica sofferto di malattie immaginarie...
    C) giusto per curiosità, che strumenti utilizzi per fare le rilevazioni?

    Ringrazio in anticipo per le risposte.
    A mero titolo di esempio, gli orologi che compaiono in queste due foto, ordinanza USAF, USN, RAF della seconda guerra mondiale nella prima, Orologio da plancia della HMS Intrepid nella seconda, sono tutte apparecchiature fluorescenti e non fosforescenti e NON contengono alcunchè di radioattivo.
    Va esaminato il singolo caso, dunque, con l'accortezza di sapere che:
    1) la maggior parte delle apparecchiature, pur se radioattive, lo sono in modo tale da non provocare panico, salvo rarissime eccezioni;
    2) non esistono livelli di radioattività innocui, dunque... prudenza, in ogni caso.
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato