Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: Vent'anni fa...

  1. #1
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Rovigo
    Messaggi
    2,821

    Vent'anni fa...



    Da WIKIPEDIA

    Domenica 28 agosto 1988, durante l'Airshow Flugtag '88 nella base statunitense di Ramstein (Germania), l'esibizione acrobatica delle Frecce Tricolori, la pattuglia acrobatica italiana, si trasformò in tragedia. Durante l'esecuzione della figura detta del "Cardioide", gli Aermacchi MB-339 del Tenente Colonnello Ivo Nutarelli (Pony 10 della formazione), del Ten. Col. Mario Naldini (Pony 1) e del Capitano Giorgio Alessio (Pony 2) entrarono in collisione ad un'altezza di circa 40 metri dal suolo. Gli aerei numero 1 e 2 precipitarono in fiamme ai lati della pista. Il terzo aereo, sempre in fiamme, si abbattè sulla folla.

    Persero la vita 67 spettatori (51 il giorno stesso e 16 nei giorni successivi), per la maggior parte tedeschi, e i 3 piloti. Circa 1.000 feriti, di cui 347 gravi, furono ricoverati in 46 ospedali differenti. A causa del caos generale, alcuni scoprirono solo dopo qualche giorno di aver perso un parente o un amico.

    A seguito di tale incidente furono rivisitate le misure di sicurezza nelle esibizioni aeree, spostando l'area dove vengono eseguite le manovre più lontana dal pubblico.

    L'incidente
    La figura del cardioide disegna nel cielo un grande "cuore" proprio di fronte agli spettatori; il "cuore" viene poi "trafitto" dal passaggio del solista che vola dritto verso gli spettatori. L'incidente avvenne a causa dell'errore del solista, che eseguì la sua manovra troppo velocemente, troppo presto e a quota troppo bassa, colpendo gli aerei delle due formazioni che in quel momento stavano chiudendo la figura ad un'altezza di circa 40 metri.

    Si pensa che il solista stesse cercando di correggere la sua posizione estraendo il carrello d'atterraggio per ridurre la velocità*. Dopo lo scontro, il relitto dell'aereo si schiantò su un camioncino dei gelati in mezzo alla folla, dove in quel momento c'erano molte persone in fila; il carburante prese subito fuoco, scatenando un incendio molto violento. Un altro aereo si schiantò dall'altra parte della pista su un elicottero UH-60 Black Hawk predisposto per l'evacuazione medica, uccidendo l'equipaggio. L'elicottero era stato sistemato in quella che avrebbe dovuto essere una posizione sicura proprio per essere usato in caso di incidente. Il pilota di questo aereo è l'unico che è riuscito a lanciarsi con il seggiolino eiettabile, ma il paracadute non si aprì e morì sul colpo cadendo sulla pista d'atterraggio.

    Gli aerei sopravvissuti volarono in formazione nei pressi della base finchè non gli fu ordinato di atterrare nella base aerea di Sembach.

    Tra le vittime c'erano molti bambini; 16 persone morirono nei giorni successivi a causa delle ustioni riportate.

    Esistono immagini scattate appena prima, durante e dopo la collisione.

    Le conseguenze
    Le autorità* diagnosticarono tra i sopravvissuti problemi dovuti allo stess post-traumatico accompagnato da tendenze al suicidio. Le vittime ottennero anche un risarcimento economico. Dopo il disastro, gli airshow furono proibiti in tutta la Germania Ovest; solo dopo tre anni questo divieto venne abolito ma vennero introdotte severe regole di sicurezza:

    furono aumentate le distanze minime dagli spettatori e l'altezza in cui eseguire le acrobazie. Una foto di un precedente airshow del 1987 dimostra che non venivano sistemate barrire di sicurezza tra il pubblico e la pista; le regole esistenti prevedevano una distanza minima di 400 metri in base al tipo di velivolo.
    furono vietate le figure eseguite sopra la folla
    tutte le manovre dovevano essere approvate dalla autorità*
    Ancora oggi la base di Ramstein non ha più ospitato manifestazioni aeree.

    Il nome Ramstein viene spesso riportato erroneamente come Rammstein. Questo ispirò il nome del gruppo tedesco di industrial metal Rammstein (già* Rammstein-Flugschau, "esibizione aerea di Rammstein")

    Altre foto:

    http://www.crashdehabsheim.net/autre%20 ... mstein.htm

    Il video:

    http://www.liveleak.com/view?i=880_1175512437

    Qualcuno parlò di cospirazione. Da parte mia un doveroso ricordo.

    Saluti
    Corrado
    Il campo di fango di Rovigo, coi pali delle porte più alti del mondo,fatti apposta per farti prendere paura. (Marco Paolini)

  2. #2
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    37,658

    Re: Vent'anni fa...

    Qualcuno parlò di cospirazione. Da parte mia un doveroso ricordo

    Seguo spesso,quando ci sono,le tribune televisive a riguardo di questa tragedia.
    Probabilmente la verità* vera non verrà* mai fuori,il fatto che una delle vittime sia riconducibile ad Ustica la dice lunga sul perchè di tanta nebbia.....ma dici bene,il ricordo è doveroso.
    Una tragedia,un vero disastro!

  3. #3
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Veneto
    Messaggi
    286

    Re: Vent'anni fa...

    Al tempo avevo otto anni eppure ricordo l'accaduto. E' stata una vera e propria strage.
    R.I.P.
    [center:2jzqdt31]“Lasciamo dietro di noi le soglie del Quarnaro posseduto. La nostra piccola bandiera quadrata si muove come una mano che faccia di continuo cenno. Ha il rosso rivolto verso l’Istria che mi par di rivedere in sogno, simile a un grappolo premuto o a un cuore pesto.
    Ho l’amaro del sale in bocca …
    L’alba non è uguale per tutti.
    Dall’Italia navighiamo verso l’Italia!

    == == G. D'Annunzio == ==[/center:2jzqdt31]

  4. #4
    Utente registrato L'avatar di Alpino X
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Angolo Terme (BS)
    Messaggi
    3,368

    Re: Vent'anni fa...

    Citazione Originariamente Scritto da MULON
    Seguo spesso,quando ci sono,le tribune televisive a riguardo di questa tragedia.
    Probabilmente la verità* vera non verrà* mai fuori,il fatto che una delle vittime sia riconducibile ad Ustica la dice lunga sul perchè di tanta nebbia
    La televisione deve campare di qualcosa e spesso si tirano in ballo di quei collegamenti degni di film, chi lo sa, magari il soldato che ha sparato il primo colpo di fucile in Ossezia del sud è nipote del cugino del vicino del Generale Vatutin oppure è l'amico del cognato dell'ex giardiniere di Gorbaciov... certe storielle televisive lasciano il tempo che trovano ed hanno del ridicolo. Parere personale sia chiaro. In questi casi solo un RIP a tutte le vittime.
    <<< Nec videar dum sim >>>

  5. #5
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    922

    Re: Vent'anni fa...

    madò che ricordo...........avevo appena finito il servizio militare....

    che emozione...

    grazie 1000

    ciao
    Il mio avatar è la foto di Arthur Kueger, Feldwebel ferito a Stalingrado, mancato nel gennaio 2009

  6. #6
    Utente registrato L'avatar di Blaster Twins
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Piemonte
    Messaggi
    24,090

    Re: Vent'anni fa...

    Che tragedia è stata quella.Riposino in pace tutti coloro che hanno perso la vita in quell'occasione.
    A/F 505 PIR 82ND AIRBORNE DIVISION "ALL AMERICAN"
    H-MINUS
    ALL THE WAY!

    www.progetto900.com

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Vent'anni fa...

    Grazie Ado per avercelo ricordato.
    Ricordo molto bene quella terribile scena che ho visto in tv e ancora oggi ho un ricordo vivissimo una scena apocalittica oltre lo scontro l'aereo che percipita in fiamme tra la folla.
    Un ricordo doveroso a tutte le vittime.
    luciano

  8. #8
    Collaboratore
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Liguria
    Messaggi
    8,022

    Re: Vent'anni fa...

    un doveroso ricordo a tutte le vittime
    Gigi "Viper 4"

    "...Non mi sento colpevole.. Ho fatto il mio lavoro senza fare del male a nessuno.. Non ho sparato un solo colpo durante tutta la guerra.. Non rimpiango niente.. Ho fatto il mio dovere di soldato come milioni di altri Tedeschi..." - Rochus Misch dal libro L'ultimo

  9. #9
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,022

    Re: Vent'anni fa...

    Citazione Originariamente Scritto da Blaster Twins
    Che tragedia è stata quella.Riposino in pace tutti coloro che hanno perso la vita in quell'occasione.
    Quoto, riposino in pace.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Centerfire
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Firenze - Toscana
    Messaggi
    4,576

    Re: Vent'anni fa...

    Sì, è stato un duroi colpo anche per me quando sentii la notizia... rimasi attònito, non volevo crederci... era una cosa troppo tremenda per essere compiuta da una squadriglia di persone che rimangono per me dei veri Superuomini.
    Sono sempre stato orgoglioso del nostro gruppo acrobatico militare...
    Che tutti riposino in pace....
    Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
    Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
    e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
    E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
    È tempo di morire. (Blade Runner)

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •