Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 64

Discussione: Vlasov-Il generale rinnegato

  1. #21
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Beh....gli accordi erano chiari, però non tutti i "traditori" furono consegnati, così come non tutti i criminali di guerra furono processati e condannati, molti di loro furono " riciclati" e riportati ai posti di responsabilità* politico-amministrativi con una operazione di trasformismo opportunistico esemplare.....
    Del resto è sempre così, il potere rimane potere sia sotto le "dittature" che sotto le "democrazie".
    Ma poi...che c'entra Praga 68 ?

  2. #22
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Veneto
    Messaggi
    15,611

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Citazione Originariamente Scritto da mirco
    Beh....gli accordi erano chiari, però non tutti i "traditori" furono consegnati, così come non tutti i criminali di guerra furono processati e condannati, molti di loro furono " riciclati" e riportati ai posti di responsabilità* politico-amministrativi con una operazione di trasformismo opportunistico esemplare.....
    Del resto è sempre così, il potere rimane potere sia sotto le "dittature" che sotto le "democrazie".
    Ma poi...che c'entra Praga 68 ?
    Per quanto riguarda Praga del 68 è vero non c'entra nulla è stata solo una mia associazione di idee andando OT.
    Per quanto riguarda "traditori" "criminali di guerra" hai perfettamente ragione .
    luciano

  3. #23
    Utente registrato
    Data Registrazione
    May 2007
    Messaggi
    1,230

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Un'unica correzione dell'ottimo post di Cocsi: ovviamente POA sta per Russkaja Ovobatiel'naja Armija, Esercito Russo di Liberazione, non Ucraino... peraltro, la posizione degli alti gerarchi nazisti, e di Hitler, sulla questione "slava" mi sembra sia stata non poco contraddittoria, dal momento che hanno impiegato truppe slovacche, croate, e persino SS ucraine, la Divisione Galizien, ovvero tutti reparti composti da slavi....

  4. #24
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Campania
    Messaggi
    425

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Una delle cause della sua 'defezione' fu sicuramente lo stato miserevole in cui fu lasciata la sua seconda armata d'urto nelle paludi del Volchov, lasciata senza viveri e munizioni in balia del nemico. Il trattamento disumano da parte dei comandi sovietici verso la sua truppa era cosa risaputa, ma durante la battaglia del Volchov, Vlassov lo visse in prima persona.

    Alfa2004
    Per aspera ad astra

  5. #25
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Citazione Originariamente Scritto da alfa2004
    Una delle cause della sua 'defezione' fu sicuramente lo stato miserevole in cui fu lasciata la sua seconda armata d'urto nelle paludi del Volchov, lasciata senza viveri e munizioni in balia del nemico. Il trattamento disumano da parte dei comandi sovietici verso la sua truppa era cosa risaputa, ma durante la battaglia del Volchov, Vlassov lo visse in prima persona.

    Alfa2004
    Illazioni preconcette, l'armata era completamente circondata e l'esercito rosso era in crisi su tutto il fronte,non vi erano riserve adeguate a sostenere lo sfondamento,qualsiasi azione avrebbe comportato la perdita inutile di migliaia di uomini.
    La seconda armata fece il suo dovere e si sacrificò fino in fondo,con alla testa i suoi generali.
    La scelta di V.non è certo dettata da questo,prova ne è che egli si celò al nemico per diverso tempo,condizioni più radicali di tipo ideologico gli fecero prendere questa decisione,al contrario di tanti generali fortemente legati al partito ( vedi Karbiscev ) e di tanti soldati comunisti (il figlio di Stalin ne è un esempio) V. odiava il regime Bolscevico ed in particolare odiava Stalin.
    Non era certamente l'unico,internamente all' Armata Rossa esisteva un movimento di opposizione (non del tutto debellato negli anni 30).
    Differenze etniche e religiose ( in U.S. si parlavano 11 lingue diverse e vi erano almeno 3 congregazioni religiose importantissime ) fecero si che centinaia di migliaia di cittadini sovietici scegliessero l'alleanza e/o la sudditanza ai tedeschi,vedendoli più come una possibilità* di alternativa autonomista (cosacchi,ucraini,ceceni ecc...ecc...) che come nemici invasori.
    Ma per tornare alla II° armata, essa era al limite,aveva perso il 70 % degli effettivi,rimanevano pochissimi carri,poca artiglieria,quasi niente munizionanmento.
    Comunque lo S.M. sovietico tentò di incunearsi nella tenaglia della 18° armata tedesca,purtroppo senza riuscirvi. ciao!

  6. #26
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Campania
    Messaggi
    425

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Io ho parlato di una delle cause, cioé della classica goccia che fece 'traboccare' la sua decisione. Restò nascosto molto tempo, però quando fu avvicinato dai responsabili tedeschi per il possibile arruolamento di volontari russi anticomunisti, accettò subito.

    Alfa2004
    Per aspera ad astra

  7. #27
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    "... Accettò subito ..." ma scusa, tu eri li in quel momento ?
    Uno si nasconde per mesi,(coperto dai suoi uomini, il che ci dice che non erano entusiasti di diventare teutonici), si tritura il fegato cercando una via d'uscita, poi passano alcuni "esemplari della razza superiore" e lui alza la manina e dice "scusiii..."
    Siamo seri...la decisione deve essere stata mooolto più sofferta.
    Le sue intenzioni (credo) erano quelle di suscitare un grande movimento "antistaliniano" in tutta l' URSS.(a questo erano interessati i nazisti) per liberare la Russia e le altre regioni della federazione dal regime di Stalin,l'obbiettivo comune era questo,poi si sarebbe discusso (ingenuità*) degli assetti.
    A lui si unirono alcuni generali ( Shilenkov e altri ) che non erano mai stati nazzisti e che no erano certo intenzionati a diventarlo. ciao!

  8. #28
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    108

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Vlassov era riuscito a scappare e si era rifugiato in un abitazione in una zona boscosa, fu solo dopo che usci e si diede "prigioniero", ciò che dice Antonio/Alfa e vero

  9. #29
    Collaboratore L'avatar di mirco
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    775

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Scusa W.B. non capisco il senso e la tempistica del tuo post, puoi spiegarti meglio. Grazie!

  10. #30
    Utente registrato
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    108

    Re: Vlasov-Il generale rinnegato

    Citazione Originariamente Scritto da mirco
    Scusa W.B. non capisco il senso e la tempistica del tuo post, puoi spiegarti meglio. Grazie!

    quello che voglio dirti e che Alfa ha ragione dicendo che Vlassov era nascosto, indeciso se continuare la guerra ai tedeschi o aiutarli, scelse la seconda, se trovo il tempo posterò un articolo riguardante Vlassov, l'ho letto dal libro che ho a casa, ecco perchè sono d'accordo con Alfa/Antonio

Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •