Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Will eisner - ps magazine

  1. #1
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502

    Will eisner - ps magazine

    L' esercito americano fu tra i primi, fin dalla seconda guerra mondiale ad intuire le grandi potenzialità del fumetto nell' istruzione e addestramento dei milioni di soldati arruolatisi nel corso del conflitto. Il grado di istruzione e le capacità intellettive delle reclute variavano in maniera esponenziale: molti di quei giovanotti non avevano mai letto un libro in vita loro, ma tutti avevano avuto per le mani uno di quei comics che fin da allora erano espressione di cultura e forma d' arte popolare diffusissima negli States. Non meraviglia dunque che fra il 1951 ed il 1971 il noto disegnatore Will Eisner, protagonista di primo piano dell' epoca d' oro dei fumetti (ed ex-ufficiale di complemento nella 2^ g.m.), realizzò su richiesta dell' US Army una serie di strisce - intitolate PS Magazine - accluse ai manuali ufficiali per la manutenzione tecnica di veicoli, sistemi d' arma ed altro materiale. L' intenzione era di rendere accessibili le conoscenze basiche per un corretto uso e manutenzione delle dotazioni anche ai meno acculturati, che davanti alla complessità dei manuali ufficiali si trovavano spesso in difficoltà, nonchè permettere una più facile memorizzazione tramite l' uso di fumetti, disegni tecnici, giochi di parole e associazioni di idee. I personaggi usciti dalla matita di Eisner - il burbero sergente veterano di tutte le guerre; il maneggione presuntuoso e scansafatiche; la recluta goffa e casinista; il "nerd" imboscato nella burocrazia militare; la conturbante pin-up platinata esperta di meccanica e armamenti - accompagnarono i soldati dello Zio Sam dalla Corea al Vietnam, nei vent' anni più duri e travagliati della guerra fredda, seguendo passo passo l' evoluzione dell' esercito. PS Magazine traghettò gli americani in divisa dal periodo GARAND/JEEP/SHERMAN a quello M16/MUTT/M60, sempre con lo stesso obiettivo: aiutare i cittadini in divisa a ottenere le migliori prestazioni dal materiale pagato dai cittadini contribuenti, dunque in definitiva, a salvarsi la pelle in zona di guerra. Bao Publishing ha ristampato il meglio di PS Magazine. Un libro consigliato ad appassionati di fumetto, modellisti, collezionisti di militaria USA, restauratori di veicoli d' epoca, ma anche testimonianza di un' epoca ormai tramontata, quella della funzione educativa e propagandistica dello stato e delle sue Forze Armate...
    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login


    • Per poter visualizzare questa immagine devi essere registrato o fare il login



  2. #2
    Moderatore L'avatar di maxtsn
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Località
    Prov. TO
    Messaggi
    6,576
    Anche i tedeschi, mi sembra per il Tiger, crearono il manualetto a fumetti.
    __________________________________________________ __________________________________________________ __

    Max

    Frangar non flectar

  3. #3
    Collaboratore L'avatar di Il Cav.
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Messaggi
    4,502
    Ja...

Permessi di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •